Fauci: “Stiamo lavorando ad un vaccino anti-Covid in pillole”

Salute e Benessere
©Ansa

Il celebre immunologo americano lo ha confermato nel corso di un intervento televisivo. “Non è ancora una realtà, ma ci stiamo lavorando insieme a Pfizer”, ha detto. “Non credo si possa eliminare il Covid. Possiamo controllarlo. Dovremo continuare a vaccinare con richiamo ogni anno o anno e mezzo. Ma possiamo interrompere questa pandemia, possiamo ridurre le infezioni in modo che non sia più una minaccia pubblica”, ha poi aggiunto

Il vaccino anti-Covid da assumere in pillole “non è ancora una realtà”, ma “ci stiamo lavorando insieme a Pfizer”. Lo ha dichiarato il celebre immunologo americano, Anthony Fauci, intervistato nel corso della trasmissione “Che tempo che fa”, da Fabio Fazio. “Non credo si possa eliminare il Covid. Possiamo controllarlo. Dovremo continuare a vaccinare con richiamo ogni anno o anno e mezzo. Ma possiamo interrompere questa pandemia, possiamo ridurre le infezioni in modo che non sia più una minaccia pubblica”, ha poi dichiarato nel corso del suo intervento televisivo. ricordando che un solo agente patogeno è stato finora eradicato, ovvero quello del vaiolo.

Con i vaccini, la possibilità di ridurre le misure di sicurezza

approfondimento

Covid Usa, Fauci contro Trump: Mancanza di verità è costata vite umane

Fauci, poi, ha ribadito che comunque “bisogna evitare di dichiarare una vittoria prematura” nei confronti del virus e della pandemia. “Non abbiamo ancora vinto questa battaglia. Ma a differenza dell'anno scorso, ora abbiamo i vaccini. Se la maggior parte della popolazione sarà vaccinata riusciremo a ridurre le misure di sicurezza”, ha detto ancora. E, alla domanda relativa ad una possibile ed improvvisa ripresa dei della pandemia stessa, che obblighi a nuove chiusure, Fauci ha spiegato che “c'è sempre questa possibilità se facciamo le cose che non dobbiamo fare. Ma se stiamo attenti e continuiamo a vaccinare e non togliamo le limitazioni fino a quando la stragrande maggioranza della popolazione sarà vaccinata, ne usciremo”, ha risposto. “Ma bisogna procedere a piccoli passi, non è qualcosa che si può spegnere come l'interruttore della luce”, ha sottolineato.

Il vaccino ai più giovani

A proposito della somministrazione del vaccino ai più giovani, Fauci ha spiegato che “negli Usa stiamo vaccinando con Pfizer gli adolescenti dai 12 anni in su, e credo che il via libera alle vaccinazioni da questa età verrà dato molto presto anche in Italia e altrove, perché i dati che noi abbiamo sono molto sicuri”, ha ribadito, sottolineando che non avrebbe problemi a far vaccinare anche i suoi nipoti.

La mascherina negli Usa

L’immunologo poi ha rivolto un messaggio ai cittadini americani: "Se siete vaccinati e siete all'aperto, mettete da parte la vostra mascherina”, ha detto il consulente sanitario del presidente Joe Biden. Di recente, tra l’altro, Fauci aveva rilasciato una serie di interviste tv in cui ha insistito sul fatto che negli Usa sia giunto il momento di allentare l'obbligo di indossare le mascherine. “E' tempo per una transizione e le persone vaccinate non devono più indossare la mascherina all'aperto, a meno che non si trovino in situazioni molto affollate. Ma in tutti gli altri casi, mettete la mascherina da parte, non dovete indossarla”, aveva spiegato alla Cbs. Secondo l’esperto, infatti, l'uso della mascherina potrebbe diventare un'abitudine stagionale, per combattere la diffusione anche di comuni malattie: “Guardate come quest'anno la stagione influenzale non è praticamente esistita, perché le persone hanno seguito quelle regole sanitarie che funzionano non solo per fermare il Covid”, aveva sottolineato ancora.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24