Realizzato un cerotto che monitora i parametri del cuore e quelli biochimici

Salute e Benessere

Grande come un francobollo, si attacca sul collo e può monitorare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, misurando allo stesso tempo i livelli di glucosio, di alcol o di caffeina nel sudore. “Potrebbe essere molto utile per le persone con malattie o disturbi che vanno monitorati con regolarità, oltre che per controllare a distanza i pazienti, specialmente durante la pandemia”, hanno spiegato i ricercatori dell'Università della California (San Diego), che hanno messo a punto il dispositivo

I ricercatori dell'Università della California (San Diego) sono riusciti a sviluppare un cerotto morbido ed elastico che può essere attaccato sul collo per monitorare in continuazione parametri come la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, misurando allo stesso tempo i livelli di glucosio, di alcol o di caffeina. Si tratta, hanno riferito gli esperti americani, del primo dispositivo indossabile che monitora i parametri cardiovascolari e biochimici nel corpo umano allo stesso tempo. I risultati della ricerca sono stati pubblicati all’interno della rivista scientifica “Nature Biomedical Engineering”.

I possibili ambiti di utilizzo

approfondimento

Google Fit, frequenza cardiaca e respiratoria a portata di smartphone

“Questo tipo di cerotto potrebbe essere molto utile per le persone con malattie o disturbi che vanno monitorati con regolarità, oltre che per controllare a distanza i pazienti, specialmente durante la pandemia, dove bisogna ridurre al minimo le visite in ospedale", ha sottolineato Lu Yin, tra gli autori dello studio. Un tale dispositivo, ha poi sottolineato ancora il ricercatore, “potrebbe portare benefici alle persone che soffrono di ipertensione e diabete, persone che sono anche ad alto rischio di ammalarsi gravemente di Covid-19”. E potrebbe anche essere utilizzato per rilevare l'insorgenza della sepsi, che è caratterizzata da un improvviso calo della pressione sanguigna, accompagnato da un rapido aumento del livello di lattato.

I sensori presenti sul cerotto

Lo speciale cerotto, secondo gli esperti, potrebbe essere anche usato nei reparti di terapia intensiva, anche neonatale, dove è necessario un monitoraggio continuo della pressione sanguigna e di altri parametri vitali. "La novità in questo caso è che uniamo insieme sensori completamente diversi su una singola piattaforma, grande quanto un francobollo. Possiamo così raccogliere moltissime informazioni in modo non invasivo, senza causare fastidi o interruzioni nelle attività giornaliere", ha poi specificato Joseph Wang, co-autore dello studio. Ogni sensore, hanno rilevato ancora gli studiosi, riesce a fornire un quadro separato di un cambiamento fisico o chimico dell'organismo: integrando i parametri tutti insieme su un unico cerotto indossabile, è possibile dunque avere un quadro completo. Il cerotto, hanno concluso i ricercatori, è composto da un sottile strato di polimeri che si uniformano alla pelle, dotato di uno speciale sensore con ultrasuoni pensato per la pressione sanguigna. Inoltre, sono presenti due sensori chimici con elettrodi, che misurano il lattato, un biomarcatore dell'esercizio fisico e, come detto, anche caffeina e alcol nel sudore, con un ulteriore sensore che monitora i livelli di glucosio. Il dispositivo, che ha la capacità di misurare tre parametri alla volta, potrebbe presto essere anche implementato: i ricercatori, infatti, stanno già lavorando su una nuova versione del cerotto con più sensori e senza cavi.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.