Covid-19, Gb: segnalato un nuovo record di contagi e di morti

Salute e Benessere
©Ansa

Nelle ultime 24 ore sono stati riscontrati, in base ai dati diffusi dal governo britannico, 68.053 nuovi contagi e 1.325 decessi. I test quotidiani sono arrivati a sfiorare quota 620mila, mentre l'indice Rt di diffusione dell'infezione è stato rivisto a 1-1,4, in lieve calo nei territori meno colpiti, ma in aumento nelle aree più investite dalla nuova variante del virus, come Londra

Il Regno Unito è sempre più colpito dal coronavirus. Nuovi picchi assoluti di contagi e di morti causati dal Covid, infatti, sono stati segnalati nelle ultime 24 ore, attestandosi rispettivamente a 68.053 e a 1.325, almeno secondo i dati odierni diffusi proprio dal governo britannico. Il Paese, alle prese con il dilagare di varianti più virulente del coronavirus emerse in queste settimane, ha segnato anche un altro record nelle ultime ore, quello relativo ai test quotidiani, arrivati a toccare quasi quota 620.000. Intanto l'indice Rt di diffusione dell'infezione, calcolato prima dell'entrata in vigore del terzo lockdown annunciato di recente, è stato rivisto da 1,1-1,1,3 a 1-1,4, in lieve calo nei territori meno colpiti, ma comunque in aumento nelle aree più investite dalla nuova variante del virus, come quella di Londra.

Il numero di decessi totali

Gli ultimi dati allarmano, specie se confrontati, ad esempio, con il precedente record di morti giornalieri per Covid nel Regno Unito, relativo allo scorso aprile, quando nelle 24 ore peggiori della prima ondata della pandemia vennero riscontrate 1.224 vittime. E in quella circostanza vennero compresi anche i decessi avvenuti in giornate precedenti e recuperati a causa di ritardi statistici. In totale il numero delle persone morte nel Paese, con l'indicazione del contagio da Covid diagnosticata entro i 28 giorni precedenti alla morte, sale così a 79.833 secondo i dati ufficiali aggiornati a oggi. In cifra assoluta si tratta della somma più alta d'Europa, mentre in rapporto alla popolazione sia il Belgio e sia l'Italia hanno un bilancio peggiore.

La situazione negli ospedali

Di pari passo aumentano anche i ricoveri negli ospedali di pazienti con sintomi di infezione da coronavirus, arrivati a quasi 4.000 al giorno e a un totale che ha superato 30.000, più di 10.000 solo da Natale. Numeri che stanno mettendo in ginocchio, in particolare, gli ospedali di Londra. Qui il sindaco, Sadiq Khan, ha dichiarato un'allerta da "incidente grave", chiedendo risorse aggiuntive al governo nazionale e sottolineando l'allarme su una possibile mancanza di posti letto complessivi entro "un paio di settimane", qualora il lockdown non porti ad un calo "drastico" dei contagi. 

Il vaccino Moderna e l’obbligo del tampone negativo

approfondimento

Coronavirus, 10 Paesi con più casi in 24h: primi Usa e Uk, Italia nona

Tra l’altro, vista l’emergenza, il governo britannico ha autorizzato il vaccino Moderna. La distribuzione di questo terzo vaccino anti-Covid in Gran Bretagna inizierà entro fine mese, come spiegato da Matt Hancock, ministro della Sanità del governo Johnson, mentre l'arrivo dell'intera fornitura prenotata è atteso per primavera. Il governo poi ha formalizzato l'introduzione, a partire dalla settimana prossima, dell'obbligo di tampone Covid negativo per tutti le persone che viaggeranno o rientreranno dall'estero a Londra, così come in qualsiasi altra località dell'Inghilterra, sia che si tratti di persone straniere sia che si tratti di cittadini del Regno Unito. L'indicazione, preannunciata dal ministro Grant Shapps, prevede che il test debba essere eseguito dai viaggiatori entro le 72 ore dal loro arrivo sull'isola, indipendentemente dal Paese di provenienza. E’ prevista una multa pari a 500 sterline per chiunque non fosse in grado di dimostrare di aver sostenuto il test con esito negativo. La decisione è stata motivata dalle autorità locali con la necessità di frenare ogni rischio di "riammissione" del virus dall'estero mentre il Regno Unito sta cercando di riportare sotto controllo la nuova impennata di contagi interni.

Gli ultimi dati a livello globale

Intanto, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), sono stati 735.944 i nuovi casi di coronavirus registrati nel mondo nelle scorse 24 ore. In base ai dati aggiornati al 7 gennaio, il Paese che ha fatto registrare il maggior incremento giornaliero di nuovi contagi sono ancora gli Stati Uniti. A ruota, in questa classifica, seguono proprio il Regno Unito ed il Brasile. Nella lista dei 10 Paesi con il più alto incremento giornaliero di nuovi positivi c'è anche l'Italia, attualmente nona. A livello globale, infatti, la nazione che ha registrato più nuovi contagi in 24 ore sono gli Stati Uniti, con 227.369 casi. Gli Usa, in base ai dati forniti dalla Johns Hopkins University e aggiornati all'8 gennaio, risultano anche il Paese più colpito al mondo per casi totali (21.579.567) e vittime (365.317). 

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.