Coronavirus Usa, le 5 regole di Fauci per limitare i contagi

Salute e Benessere

Il celebre virologo americano le ha ribadite nel corso di un evento in diretta streaming, mentre i numeri negli Stati Uniti continuano a preoccupare e a dividere

Il coronavirus continua a non lasciar tregua nel mondo, specie negli Stati Uniti, il Paese più colpito dai contagi. Secondo le stime della Johns Hopkins University, che da mesi aggiorna costantemente i numeri che riguardano l’emergenza sanitaria, sono oltre 5 milioni i casi americani, con oltre 167mila vittime. Il New York Times, invece, segnala che potrebbe esser stata superata la quota di 200mila morti. Cifra che differirebbe a causa della possibilità che molti Stati possano essere indietro nel comunicare in tempo reale il bilancio delle vittime. Intanto, a predicare estrema cautela, ci ha pensato Anthony Fauci, super esperto americano di malattie infettive.

Le 5 regole di Fauci

approfondimento

Coronavirus, la vice di Fauci: “Vaccino Usa pronto nel 2021”

Fauci, mentre nelle ultime 24 ore gli Stati Uniti hanno registrato 1.468 morti, il numero più alto da metà maggio, ha voluto indicare chiaramente cinque regole fondamentali che tutti i cittadini dovrebbero seguire alla lettera, per prevenire quanto più possibile i contagi.  Lo ha fatto, come riporta il Corriere della Sera, nel corso di un evento in diretta streaming, che era stato ospitato dalla Harvard TH Chan School of Public Health e dal New England Journal of Medicine lo scorso 5 agosto. L’esperto ha chiaramente sottolineato che si tratta di accorgimenti utili per evitare che negli Stati Uniti si verifichino “ancora questo tipo di picchi che stiamo vedendo”. Le regole sono già note, ma sono state ribadite con grande fermezza. Innanzitutto, è fondamentale indossare la mascherina quando ci si trova in pubblico. Quindi bisogna ricordarsi del distanziamento sociale, il che significa una distanza di circa due metri dalle altre persone. Proprio in quest’ottica, Fauci ricorda che sarebbe meglio evitare ambienti interni affollati, tra cui i bar e stare assolutamente lontani da grandi raduni di qualsiasi tipo, siano essi al chiuso oppure all’aperto. Infine, come ribadito più volte dalle autorità sanitarie e sin dall’inizio della pandemia, lavarsi spesso e con accuratezza le mani.

Immunità di gregge e vaccino russo

Dagli Usa, poi, arriva un altro monito di Fauci. Infatti, se gli Stati Uniti lasciassero che il coronavirus si diffondesse senza controlli per centrare la cosiddetta immunità di gregge, il numero di morti potrebbe attestarsi ad un livello definito "totalmente inaccettabile”, con un costo per il Paese che “sarebbe enorme". "Se molti contraessero il virus, inclusa un'alta percentuale di pazienti senza sintomi, molte persone morirebbero", ha spiegato il super esperto di malattie infettive. Poi, un pensiero sulla recente dichiarazione di Putin, secondo cui la Russia sarebbe arrivata a sviluppare per prima nel mondo un vaccino efficace e sicuro contro il coronavirus. “Mi auguro che la Russia abbia provato che il suo vaccino è sicuro ed efficace, ma ho seri dubbi che lo abbia fatto", ha detto Fauci.

Salute e benessere: Più letti