Governo Meloni, le news di oggi. Manovra all'esame della Camera il 20 dicembre

©Ansa

Il documento arriverà a Montecitorio prima di Natale. Domani in Cdm l'esame del dl armi in Ucraina. Via libera dell'Aula della Camera alla mozione di maggioranza sulla guerra. Parti del documento, che contiene tra l'altro l'ok a proseguire l'invio delle armi a Kiev, sono state votate anche dall'opposizione. Respinti i documenti presentati dal Movimento Cinque Stelle. Tajani: presto in Cdm decreto proroga forniture armi

1 nuovo post
La Manovra approderà nell'Aula della Camera il prossimo 20 dicembre alle 10.30 con la discussione generale. Lo ha stabilito la conferenza dei Capigruppo di Montecitorio. Il governo lavora ad una possibile modifica della norma relativa ad Opzione donna, inserita in manovra.La Camera approva la mozione sul conflitto in Ucraina presentata dalla maggioranza, a prima firma Giulio Tremonti. La mozione aveva incassato il parere favorevole del governo. Parti del documento (come l'ok a proseguire l'invio delle armi a Kiev) sono state votate anche dall'opposizione. Passano, con un gioco di astensioni reciproche, anche le mozioni del Pd e di Iv-Azione. Respinti i documenti presentati da M5S e Avs. 

Per ricevere le notizie di Sky TG24​:

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui)
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Maurizio Odor
- di Redazione Sky TG24

Per ricevere le notizie di Sky TG24​:

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui)
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Decreto rave, si cambia ancora: ecco le novità

L’esecutivo ha riscritto un emendamento alla tanto discussa norma contro i raduni musicali abusivi, circoscrivendo i casi in cui può scattare una pena fino ai 6 anni e una multa fino a 10 mila euro, ai sensi dell’articolo 633 bis del codice penale. Possibili anche le intercettazioni telefoniche. Il decreto verrà esaminato dalla Camera nella prima seduta dopo Natale, tra il 27 e il 28 dicembre. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Manovra, tutto pronto per l’esame in Parlamento. Flat tax, pensioni, pos, cuneo: le misure

La legge di Bilancio è pronta per essere esaminata dalle Camere: dal tanto discusso innalzamento della soglia per accettare pagamenti in contanti, ai fondi per la metro C di Roma, fino all’abbassamento dell’Iva per i prodotti per l’infanzia e l’igiene femminile. Ecco tutti i provvedimenti presenti nei 174 articoli. L'ok deve arrivare entro fine anno. La discussione nell'Aula di Montecitorio inizia il 20 dicembre. LE COSE DA SAPERE
- di Redazione Sky TG24

Istat, Pil Italia cresce dello 0,5% nel terzo trimestre: merito di consumi e servizi

L’Istituto nazionale di statistica ha diffuso i dati relativi al periodo giugno-settembre di quest’anno: l’economia riporta una crescita inferiore all’1% grazie alla domanda interna e al boom del settore turistico, in particolare dei servizi di alloggio e ristorazione. In calo l’industria e le costruzioni. IL REPORT
- di Redazione Sky TG24

Manovra, sulle pensioni si studia modifica a Opzione donna: c’è nodo coperture

Il governo sta lavorando a un possibile cambio della misura, inserita nella legge di Bilancio. Ma servirebbero risorse aggiuntive: la norma attuale limita l'anticipo pensionistico alle sole lavoratrici svantaggiate e restringe la platea. Il Pd è critico: “Si riduce in modo drammatico lo stanziamento delle risorse destinate a questa riforma”. IL FOCUS
- di Redazione Sky TG24

Superbonus, FdI pronto a modifiche: “Proroga termini Cilas e sblocco dei crediti”

Il partito del premier Giorgia Meloni ha in cantiere due emendamenti al decreto Aiuti quater sul tema: si punta a spostare la scadenza per la presentazione della comunicazione di inizio lavori che consente di utilizzare ancora il 110% da parte dei condomini, e sbloccare i crediti d'imposta già maturati 
- di Steno Giulianelli

Manovra, tempi stretti per il Parlamento: in Aula alla Camera il 20 dicembre

Dopo aver ricevuto la bollinatura della Ragioneria di Stato e la firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il testo del provvedimento è stato depositato alla Camera e inizia l’iter parlamentare che dovrà portare all’ok delle due Aule entro la fine dell’anno. Dalla maggioranza è arrivato un invito a limitare il numero degli emendamenti nel corso della discussione. Giorgia Meloni ha convocato i sindacati Cgil, Cisl, Uil e Ugl per il 7 dicembre. LEGGI L'ARTICOLO
- di Redazione Sky TG24

Manovra, sindacati spaccati: Cgil e Uil verso scioperi, la Cisl si sfila

Le sigle si sono riunite separatamente per valutare la legge di Bilancio e decidere come muoversi. Il 7 dicembre sono stati convocati a Palazzo Chigi dal premier Meloni. Al momento Cgil e Uil si preparano alla mobilitazione per chiedere di modificare il testo, giudicato "sbagliato" e iniquo, a partire dal fronte pensioni. La Cisl è più cauta: dice no allo sciopero e punta al dialogo con l’esecutivo per migliorare le misure
- di Steno Giulianelli

Ronzulli: "Da Fi pochi ma importanti emendamenti"

Con grande senso di responsabilità, Forza Italia presenterà pochi ma importanti emendamenti, come l'incremento della decontribuzione sulle nuove assunzioni dei giovani. Il nostro obiettivo è quello di rafforzare questa manovra e di garantirne l'approvazione in tempi brevi". Lo ha dichiarato al Tg2 la presidente dei senatori di Forza Italia, Licia Ronzulli.
- di Redazione Sky TG24

Valditara: "Con riforma Regioni pianificano esigenze scuola"

Nessuna chiusura di plessi scolastici ma l'efficientamento della presenza della dirigenza, eliminando l'abuso della misura della "reggenza" e poteri di pianificazione alle Regioni relativamente alle esigenze del territorio: è quanto si propone di fare la riforma messa a punto dal ministro dell'Istruzione Giuseppe Valditara.
- di Redazione Sky TG24

Valditara: "Salve 90 posizioni dirigenti rispettando Pnrr"

"Sul tema del dimensionamento scolastico le scelte del dicastero vanno nella doppia direzione di mitigare gli effetti delle normative precedenti e di osservare i vincoli dell'Europa in attuazione del Pnrr: non si può essere europeisti a corrente alternata, solo quando non costa alcuno sforzo". Lo dice il ministro per l'Istruzione e il Merito Giuseppe Valditara che sulla questione del dimensionamento scolastico attacca i sui predecessori Azzolina e Bianchi. "Hanno illuso il mondo della scuola" e aggiunge: "Abbiamo salvato 90 posizioni rispettando i vincoli del PNRR e ottenendo risparmi che rimarranno nella scuola".
- di Redazione Sky TG24

Manovra in Aula 20/12

La finanziaria, ha stabilito oggi la conferenza dei capigruppo, approderà in Aula a Montecitorio il 20 dicembre con le sedute prima di Natale che sono state calendarizzate fino a mezzanotte.
- di Steno Giulianelli

Lukoil: governo studia l'ipotesi amministrazione fiduciaria

Una norma generale per inserire le raffinerie fra le infrastrutture critiche di rilevanza strategica nazionale, con la possibilità per lo Stato di porle in amministrazione fiduciaria temporaneamente per garantire la continuità degli approvvigionamenti energetici: fra le varie soluzioni allo studio, questa a quanto si apprende è quella su cui si sta concentrando il governo per salvare la raffineria Isab-Lukoil di Priolo a ridosso dell'embargo, che scatta dal 5 dicembre, alle importazioni di petrolio russo. Non è escluso che la misura sia presentata in Consiglio dei ministri domani. 
- di Maurizio Odor

Governo: verso Consiglio dei ministri domani alle 15

Dovrebbe tenersi alle 15, a quanto si apprende, la riunione del Consiglio dei ministri in programma domani. Fra i temi in discussione il dl Ischia, con aiuti alle aree colpite dalla frana, e il decreto legge per prolungare al 2023 il sostegno dell'Italia all'Ucraina, con la possibilità di inviare aiuti militari.
- di Maurizio Odor

Nordio: su dl rave autocritica, risolto con emendamento

"Una legge scritta bene è di facile applicazione. Possiamo fare una certa autocritica, nessuno è perfetto ma si può sempre rimediare, come stiamo facendo ora con gli emendamenti che il governo ha proposto sul decreto sui rave party". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, a un evento della Fondazione Einaudi.
- di Maurizio Odor

Ucraina: dl proroga invio armi a Kiev al 2023 domani in Cdm

Il Consiglio dei ministri in programma domani, a quanto si apprende in ambienti di governo, dovrebbe esaminare anche il decreto legge annunciato dal ministro della Difesa Guido Crosetto per prolungare al 2023 il sostegno, tra cui anche la possibilità di inviare aiuti militari, dell'Italia all'Ucraina.   
- di Maurizio Odor

Camera: domani audizione su Pnrr e cultura

Domani, alle 11.30, nella Sala della Regina di Montecitorio, la commissione Cultura della Camera svolge, in videoconferenza, l'audizione del responsabile dell'Unità di missione per l'attuazione del Pnrr al ministero dell'Università e della Ricerca, Antonio Di Donato, sullo stato di attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza nelle
materie di interesse della Commissione. L'appuntamento viene trasmesso in diretta webtv. 
- di Redazione Sky TG24

Dl Rave: resta emendamento FI su inappellabilità assoluzione

L'emendamento presentato al decreto anti-rave da Forza Italia che prevede l'impossibilità per il Pm di fare ricorso in caso di sentenza di assoluzione passa il vaglio di ammissibilità in Commissione Giustizia del Senato. All'inizio, infatti, si pensava che potesse essere considerato estraneo per materia. Ma siccome anche il Governo ha presentato proposte di modifica alla parte del decreto che riguarda la riforma Cartabia, cioè il processo civile, l'emendamento del capogruppo in Commissione Pierantonio Zanettin resta e verrà messo ai voti giovedì prossimo 6 dicembre. 
- di Redazione Sky TG24