Dopo il voto: i risultati tra i giovani, anziani, laureati e lavoratori

Politica
Sky

Emergono alcuni dati interessanti, osservando l’andamento del voto per classi d’età, livello d’istruzione e situazione lavorativa. È questo il tema principale al centro della puntata di “Numeri - La sfida del voto", il format di Sky TG24 dedicato alle elezioni politiche, in onda dalle 18.30 alle 19:00

ascolta articolo

Le elezioni politiche sono ormai alle spalle, e le urne hanno consegnato il responso di una maggioranza del centrodestra con Fratelli d’Italia primo partito a livello nazionale. Ci sono però alcuni dati interessanti, osservando l’andamento del voto per classi d’età, livello d’istruzione e situazione lavorativa, che mostrano alcune differenze rispetto al totale del corpo elettorale. È questo il tema principale al centro della puntata di “Numeri – Dopo il voto”, il format di Sky TG24 in onda dalle 18.30 alle 19:00. (LO SPECIALE DI SKY TG24 SULLE ELEZIONI - I RISULTATI - LE TAPPE PER AVERE IL NUOVO GOVERNO).    

Movimento 5 Stelle primo tra i giovani

leggi anche

Dopo il voto: Meloni, Letta e la legislatura costituente

Con l’aiuto di Quorum/Youtrend, è possibile analizzare alcune differenze. Considerando solo gli elettori con meno di 24 anni, emerge come il Movimento 5 stelle sia il primo partito tra i giovani con il 20% del consenso rispetto al 15,4 raccolto alle elezioni. Fratelli d’Italia, invece, ne esce quasi dimezzato: 14% rispetto al 26 tra tutte le classi d’età. Azione/Italia Viva passa invece al 14% dal 7,8, e Sinistra Italiana/Versi all’8% dal 3,6.

Elezioni

Pd primo tra gli over 65, poi FdI

leggi anche

Elezioni 2022, colpo di scena per Bossi: eletto dopo ricalcolo voti

La situazione cambia osservando solo gli elettori con oltre 65 anni: in questo caso è il Partito democratico in testa, forte del 28% dei voti contro il 19 raccolto tra tutte le classi d’età. In seconda posizione si trova Fratelli d’Italia, sostanzialmente stabile con il 27% rispetto al 26 raccolto il 25 settembre. M5S e Forza Italia, che pure hanno dedicato una buona parte del loro programma alle pensioni, non hanno invece ottenuto ampi consensi tra gli over 65.

Elezioni

Il voto per titolo di studio

leggi anche

Riforma della Costituzione: cosa serve per cambiare la Carta

Osservando i risultati tra gli elettori con la terza media, le percentuali non si discostano significativamente rispetto a quelle della popolazione generale. Fratelli d’Italia rimane il primo partito con il 27% contro il 26 raccolto il 25 settembre, il Pd resta in seconda posizione con il 21% contro il 19, il M5s è sempre terzo con il 16% rispetto al 15,4. In proporzione è Azione/Italia Viva a perdere più voti, passando al 6% dal 7,8.

Elezioni

Fdi primo partito tra i laureati

leggi anche

Prezzo energia e caro bollette, qual è il programma di Giorgia Meloni

Guardando invece i risultati tra gli elettori laureati, Fratelli d’Italia rimane il primo partito con il 24% dei voti contro il 26 raccolto tra tutta la popolazione. Il Pd rimane invariato al 19%, il Movimento 5 stelle passa al 16% dal 15,4. Crescono Azione/Italia Viva, che passa all’11% dal 7,8, e Sinistra Italiana/Versi, che passa al 6% dal 3,6. Perdono invece consensi la Lega, che passa al 6% dall’8,8, e Forza Italia, che passa al 5% dall’8,1.

Elezioni

FdI primo partito tra i lavoratori

leggi anche

Reddito di cittadinanza, Lollobrigida (Fdi): "Lo aboliremo"

Tra i disoccupati, invece, è il M5s il primo partito con il 28% dei consensi, contro il 15,4 tra tutta la popolazione. Regge Fratelli d’Italia al 24%, mentre crolla il Pd che passa al 12% dal 19 raccolto il 25 settembre. Guardando invece agli occupati, FdI è il primo partito sia tra gli autonomi (29%) sia tra i dipendenti (26%). Il Movimento 5 stelle raccoglie il 17% in entrambe le categorie, mentre il Pd è al 16% tra gli autonomi e al 17% tra i dipendenti.

Elezioni

Politica: I più letti