Mara Carfagna a Sky TG24: "Proroga stato d'emergenza? Scelte prese su basi scientifiche"

Politica
Sky TG24

Il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, protagonista della puntata di "L'Ospite": "Proroga stato di emergenza e obbligo di mascherine all'aperto non diventino problema politico. Scelte prese su basi scientifiche". Chiude alla federazione di centrodestra: "Progetto poco chiaro, meglio parlarne a congresso"

"La proroga dello stato di emergenza non deve diventare un problema politico, così come il mantenere o meno le mascherine all'aperto. Sono decisioni che verranno prese sulla base di valutazioni scientifiche, di cui poi la politica dovrà prendersi la responsabilità". Così il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna, protagonista della puntata di "L'Ospite" - l'appuntamento politico del sabato pomeriggio di Sky TG24 condotto da Massimo Leoni- commenta le polemiche relative al possibile prolungamento al 31 dicembre 2021 dello stato d'emergenza dovuto al Covid-19 in Italia.

 

 

Speranza e prudenza

vedi anche

Messina, Carfagna visita la baraccopoli: "Restituire dignità". VIDEO

“Il rischio da coronavirus sta diminuendo grazie a campagna vaccinale massiccia in molti Paesi del mondo, anche se non in tutti. Credo che la campagna di vaccinazione e le misure restrittive così come le abbiamo vissute in Italia ci consentono di guardare al futuro con motivato ottimismo, ma con prudenza”, ha detto Carfagna.

La federazione di centrodestra

leggi anche

Centrodestra, Berlusconi apre alla federazione con la Lega

Carfagna, da quando Silvio Berlusconi ha dichiarato pubblicamente per la prima volta di aver parlato con Matteo Salvini della nascita di una federazione di centrodestra, si è sempre detta poco convinta del progetto. “I liberali hanno l'opportunità di presentarsi agli italiani come una forza unita. E poi, l'Italia del dopo Covid è stufa di estremismi. Dico sì a un’alleanza, no a una federazione o a un partito unico. ‘Centrodestra’ è una parola che a me piace molto, ma sta perdendo significato. Lega e Fratello d’Italia non corrispondono alla mia idea di centrodestra. Faccio fatica a immaginarmi convivere con le posizioni di Pillon sulla famiglia. Ci sono differenze che non si cancellano con una stretta di mano”, ha detto il ministro. E ha aggiunto: “L’onda populista, tuttavia, si sta sgonfiando. Forza Italia, i moderati, i liberali, i popolari non possono accettare di annacquare la propria identità in un progetto indefinito. Devono provare a riconquistare uno spazio politico, dove c’è forte richiesta di rappresentanza, prima che lo facciano altri”.

Berlusconi e la federazione

vedi anche

Berlusconi: la questione fiscale tema decisivo per futuro del Paese

Leoni ha ricordato a Carfagna che il leader del suo partito continua però a dirsi convinto della nascita di un'ipotetica federazione. Il ministro: “Le opinioni sono tutte legittime. Faccio fatica però a pensare che un processo così importante possa essere calato dall’alto. Penso a un percorso congressuale, un confronto tra posizioni diverse. In ogni caso, non penso che questo sia un dibattito che appassioni gli italiani”.

Altri moderati

vedi anche

Crisi:ministro Carfagna incontra Sospiri, in arrivo 123 mln

Della nascita di nuovi partiti moderati negli ultimi anni, da Italia Viva a Coraggio Italia, Carfagna dice che “sono iniziative per cui porto il massimo rispetto. Negli scorsi anni iniziative simili non hanno avuto successo, perché scommettevano sullo sgretolamento di Forza Italia e sull’avvento di una legge elettorale proporzionale. Nessuna delle due ipotesi si è realizzata”. Carfagna ha poi detto di non considerarli un rischio per il governo Draghi, che rappresenta “un’opportunità per i partiti politici di ristrutturarsi e di fare un salto di qualità fuori dal populismo e dalla protesta fine a se stessa: siamo un governo di salvezza nazionale”.

Giuseppe Conte

vedi anche

M5s, Conte: "Formulerò una proposta sul doppio mandato"

Sull’ex premier Giuseppe Conte: “Faccio fatica immaginarlo come alleato, da presidente del Consiglio è stato protagonista dell’accordo con la Cina sulla via della Seta, interprete orgoglioso di essere “sovranista”, come diceva lui stesso. Si può cambiare idea ma aspettiamo i fatti, i provvedimenti, non le parole".

La questione del Mezzogiorno

vedi anche

Lavoro, pubblicato il bando per 2.800 assunzioni nella P.a. al Sud

Carfagna ha parlato anche di alcune tematiche al centro del lavoro del suo dicastero, a partire dalla disparità sociale ed economica che intercorre tra il Nord e il Sud Italia. “Questo governo deve affermare principio di uguaglianza di tutti i cittadini sul territorio nazionale. Standard minimi di servizi essenziali vanno garantiti e finanziati ovunque. Il problema è vecchio, ma non è un motivo per rassegnarsi”. Il ministro ha poi spiegato perché la differenza di spesa che lo Stato eroga per i servizi essenziali è così diversa tra Nord e Mezzogiorno: “I finanziamenti sono così diversi perché si fondano sul principio di spesa storica. Lo Stato distribuisce le risorse -ad esempio per sanità, asili e trasporto pubblico-sulla base di quanto i singoli territori hanno speso nella storia. Nascere e vivere in un territorio storicamente meno ricco significa scontare un peccato originale. Uno scandalo in un Paese civile e democratico”.

Transizione ecologica e Sud

vedi anche

Sostegni bis, Draghi: "Ora balzo economia, ma per crescita serve Pnrr"

La gran parte dei fondi stanziati per la transizione ecologica nell’ambito del PNRR saranno destinati alle Regioni del Sud Italia. Carfagna ha chiarito cosa intende con questo termine: “Per molti è una parola poco affascinante. In realtà transizione ecologica vuol dire investire risorse. Migliorare l’ambiente e la qualità della salute dei cittadini, favorire una transizione verso un modello economico fondato sulle energie rinnovabili, creare nuovi posti di lavoro”.

L'appuntamento ogni sabato

"L'Ospite" è un faccia a faccia condotto da Massimo Leoni, in onda su Sky TG24 ogni sabato. Un botta e risposta con personalità della politica ma anche delle istituzioni e dell’economia, che punta ad approfondire le dinamiche e i retroscena della politica italiana, raccontando agli spettatori i fatti della settimana e chiedendo risposte concrete e chiare ai protagonisti del dibattito pubblico. Una conversazione serrata per capire il personaggio della settimana: le sue ragioni, i suoi obiettivi e la sua visione del futuro e del Paese. Le interviste sono disponibili anche tra i podcast di Sky TG24, il nuovo servizio della testata per raccontare l’attualità da una prospettiva più laterale.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24