Mattarella firma il decreto Rilancio. Gualtieri: "Bonus autonomi in 2-3 giorni"

Politica

Gli articoli, nell'ultima versione siglata dal Capo dello Stato, salgono a 266. Il ministro dell'Economia: "Dal 20 maggio sarà possibile richiedere il bonus babysitter". In totale alle scuole paritarie andranno 150 milioni

A una settimana dal via libera del Consiglio dei ministri, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto Rilancio per far fronte alla crisi legata al coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE). L’ultima versione del dl, bollinata e firmata dal Capo dello Stato la sera del 19 maggio, sale a 266 articoli (LO SPECIALE SUL DECRETO RILANCIO - BONUS VACANZE - BONUS MOBILITÀ)

Gualtieri: "Da domani risorse utilizzabili"

approfondimento

Decreto Rilancio, FAQ: domande e risposte sui bonus e tutte le misure

“Da domani le risorse saranno immediatamente utilizzabili”, ha fatto sapere il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, al Tg1. Nel decreto, secondo quanto emerge, è previsto che i fondi destinati alle scuole paritarie salgano in tutto a 150 milioni, di cui 65 per il ristoro delle mancate rette per chi fa servizi di asilo nido o per l'infanzia e 70 milioni per le scuole primarie e secondarie per le mancate rette di studenti fino a 16 anni.

"Bonus autonomi in 2-3 giorni"

Ci sarà poi “il pagamento diretto di 600 euro a tutti i 4 milioni di lavoratori autonomi, di collaboratori, che li hanno già avuti e questo pagamento avverrà nell'arco di due tre giorni al massimo”, ha garantito Gualtieri. Dal 20 maggio "sarà possibile fare la domanda per i 1.200 euro per il bonus babysitter o per i centri estivi", ha quindi aggiunto, "e poi a giugno ci saranno i contributi a fondo perduto per le imprese e la terza tranche fino a 1.000 euro per gli autonomi".

Politica: I più letti