Decreto rilancio, bonus bici da 500 euro: a chi spetta e come funziona

Economia

Copre il 60% del valore dell'acquisto, fino ad un massimo di 500 euro. Si può chiedere dai 18 anni in su ed è pensato per chi riesiede in Comuni con più di 50mila abitanti. Comprende anche l'acquisto di monopattini. Varrà fino al 31 dicembre 2020 

All’interno del decreto Rilancio, approvato dal Consiglio dei ministri il 13 maggio, ci sono anche incentivi per la mobilità, con agevolazioni che riguardano l’acquisto di biciclette e monopattini. Il bonus bici, nello specifico, come ha spiegato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, “consentirà ai cittadini di acquistare una bici, classica o a pedalata assistita, o un monopattino, ottenendo un contributo fino a 500 euro e al 60% del costo” (GLI AGGIORNAMENTI LIVETUTTE LE MISURE DEL DECRETO RILANCIO  - LE FAQ SUL DECRETOLO SPECIALELE GRAFICHE SULLA SITUAZIONE IN ITALIA).

Come funziona il bonus bici e chi può chiederlo

approfondimento

Coronavirus, bonus vacanze in Italia di 500 euro: come funziona

Il bonus, come precisato dal governo, può essere richiesto dai “residenti maggiorenni nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia ovvero nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti”. Il periodo di validità va dal 4 maggio 2020 fino al 31 dicembre 2020. L'incentivo riguarda l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, ma anche quello di "veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel ovvero per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture”. Il bonus può essere richiesto per una sola volta.

Economia: I più letti