Comunali 2018, l'exploit della Lega trascina il centrodestra

Matteo Salvini, foto d'archivio Ansa
3' di lettura

I candidati della coalizione scelti del Carroccio hanno trionfato in diverse città già al primo turno delle amministrative: ottimi risultati in Veneto, specialmente a Treviso e Vicenza. Buone performance anche al Centro e al Sud. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Grande exploit della Lega alle urne del primo turno delle amministrative 2018. Mentre il M5s ha frenato, Il Carroccio si è confermato quasi ovunque come prima forza della coalizione di centrodestra raggiungendo percentuali significative in quasi tutte le zone della penisola. Per gli uomini di Salvini sono arrivati risultati eccellenti in Veneto, con l'elezione diretta del sindaco a Vicenza e Treviso, ma anche nelle regioni del centro e del Sud. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - TIENE IL PD

Ripresa la roccaforte Treviso

Tra gli obiettivi della Lega c’era la riconquista della roccaforte veneta di Treviso, che fino al 2013 era stata sotto la guida del Carroccio e poi era passata al centrosinistra. Qui, con una percentuale che ha quasi raggiunto il 55%, il nuovo sindaco è il candidato leghista Mario Conte che succede al primo cittadino uscente del Pd, Giovanni Manildo. Sempre in Veneto, ottimo risultato a Vicenza per Francesco Rucco, sostenuto sempre dalla Lega e dalla coalizione di centrodestra. Il candidato è stato eletto al primo turno con il 50.63% delle preferenze.

Lega ok anche a Terni e in Toscana

Successi non solo al Nord. La Lega si conferma prima forza di centrodestra anche al Centro. In una delle città più importanti al voto, Terni, Leonardo Latini ottiene più del doppio dei voti rispetto allo sfidante del centrosinistra Paolo Angeletti. Nella coalizione che appoggia Latini, è la Lega il primo partito con il 29% dei voti. Anche in Toscana, dove i risultati sono più equilibrati tra le forze di centrodestra e centrosinistra, il Carroccio ha ottenuto percentuali importanti: a Siena per il candidato Luigi De Mossi si profila un ballottaggio contro Bruno Valentini. Nella coalizione che appoggia De Mossi, la Lega risulta il primo partito con oltre il 9%. Ancora migliore l’exploit leghista a Pisa, dove il partito del leader Salvini (che appoggia il candidato Michele Conti) risulta il primo in assoluto con percentuali che sfiorano il 25%. Anche qui per il centrodestra si profila un ballottaggio contro Andrea Serfogli del centrosinistra. Soddisfazione leghista anche nel Lazio, a Viterbo, dove il candidato Giovanni Maria Arena ha trionfato (Lega supera il 12%).

Centrodestra si riprende il Sud

Il centrodestra torna a far bene anche al Sud, specialmente in Sicilia, seppur con tinte meno leghiste. Alle regionali del 2017, con la vittoria di Nello Musumeci, appoggiato da Fi, Fdi e Lega, erano seguite le elezioni politiche del 4 marzo dove però aveva dominato il M5s. A pochi mesi di distanza, nelle città di Catania, Messina e Ragusa tornano percentuali importanti proprio per il centrodestra. Generale ridimensionamento per il M5s. Bene il centrodestra anche a Brindisi, in Puglia, dove si profila un ballottaggio contro il centrosinistra.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"