Enna, prete accusato di violenza sessuale su minori: a processo con rito immediato

Sicilia

L'inizio del dibattimento è fissato per il prossimo 7 ottobre, ma l'imputato ha facoltà di chiedere un rito alternativo entro 15 giorni dalla notifica del decreto di fissazione dell'udienza

Giudizio immediato per Giuseppe Rugolo, il sacerdote di Enna arrestato ai domiciliari lo scorso 27 aprile con l'accusa di violenza sessuale aggravata ai danni di minori. Lo ha disposto il Gip del Tribunale di Enna, Maria Luisa Bruno su richiesta dei pm, Stefania Leonte e Orazio Longo, al termine della indagine avviata dalla squadra mobile della questura di Enna e dopo la denuncia di un giovane.

Le accuse al prete

Rugolo è chiamato a rispondere dei reati di violenza sessuale aggravata dall'aver approfittato delle condizioni di inferiorità psichica della persona offesa sottoposta al momento del fatto a limitazioni della libertà personale, nonché per aver provocato alle giovani vittime un grave pregiudizio, nonché per aver commesso atti sessuali con minori a lui affidati per ragioni di istruzione alla religione cattolica. L'inizio del processo è fissato per il prossimo 7 ottobre 2021, ma l'imputato ha facoltà di chiedere un rito alternativo entro 15 giorni dalla notifica del decreto di fissazione dell'udienza.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.