Mafia, da Cassazione stop ad altri sconti di pena per Giovanni Brusca

Sicilia

La corte Suprema ha respinto la richiesta dell’ex boss, condannato per le stragi di mafia a 30 anni, di detrarre 270 giorni di carcere presofferto dal cumulo della pena

Giovanni Brusca, ex boss condannato per le stragi di mafia del 1992-1993 e altri gravi reati, non ha ottenuto un ulteriore sconto di pena sulla condanna a 30 anni di reclusione che già beneficia dei vantaggi della collaborazione. Lo ha deciso la Cassazione che ha respinto la richiesta di Brusca di detrarre 270 giorni di carcere presofferto dal cumulo della pena. L'ex boss finirà di scontare i 30 anni nel 2022, e con questo verdetto della Suprema Corte gli è preclusa la possibilità di uscire nel 2021.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24