Vittoria, travolse i due cuginetti: un mese prima accoltellò un uomo

Sicilia

Rosario Greco, 37enne accusato di aver investito e ucciso Alessio e Simone, di 11 e 12 anni, un mese prima avrebbe tentato di assassinare un 35enne che, a suo dire, lo aveva guardato una volta di troppo 

Rosario Greco, 37enne detenuto con l'accusa di omicidio stradale perché alla guida di un'auto l'11 luglio scorso travolse e uccise due cuginetti a Vittoria (VIDEO), è accusato anche di aver tentato di uccidere, circa un mese prima, un 35enne. L'aggressione, finita in un accoltellamento, sarebbe avvenuta per uno sguardo di troppo ricevuto mentre si trovava davanti a un camioncino allestito a bar. A scoprirlo è stata la polizia che ha notificato a Greco, già in carcere, un'ordinanza di custodia cautelare per tentato omicidio emessa dal Gip di Ragusa.

Il tentato omicidio

L'aggressione, secondo quanto ricostruito, è avvenuta lo scorso 15 giugno. Dopo il ferimento nessuno dei presenti ha soccorso la vittima, né chiamato la Polizia per paura dell'aggressore e lo stesso ferito, per il timore di denunciare, ai medici del pronto soccorso ha detto di essersi ferito accidentalmente. Secondo la perizia del medico legale la ferita avrebbe potuto causare la morte del 35enne. Grazie alle immagini registrate da sistemi di videosorveglianza però, la polizia di Stato è riuscita a ricostruire l'accaduto e ha notificato l'ordinanza di custodia cautelare a Greco che nel frattempo era già stato arrestato per aver travolto e ucciso i due cuginetti.

L'incidente

Poco meno di un mese più tardi, l'11 luglio, Greco alla guida di un'auto, e in preda ad alcol e droga come emerso dalle analisi, ha travolto Alessio e Simone, cugini di 11 e 12 anni, in pieno centro storico a Vittoria. Alessio è morto sul colpo, mentre Simone è deceduto in ospedale tre giorni dopo.

I più letti