Covid, in Campania 2.635 nuovi casi su 26.533 tamponi eseguiti

Campania

Il rapporto tra test effettuati e casi positivi è del 9,93%, in calo rispetto a ieri. In terapia intensiva sono ricoverati 137 pazienti. La regione verso la zona rossa: venerdì la decisione

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 2.635 i nuovi casi di coronavirus accertati in Campania a fronte di 26.533 tamponi eseguiti, con un rapporto tra test e positivi al 9,93%. Il direttore della Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, sul quotidiano la Repubblica afferma: “Certo, dipende dai parametri ma rischiamo, la settimana prossima, di entrare in zona rossa”. La decisione è attesa venerdì. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:32 - Campania verso zona rossa, venerdì la decisione

La Campania si avvicina sempre di più alla zona rossa, che potrebbe essere decretata dalla riunione della cabina di regia del governo dopo l'analisi dei dati da parte del Cts. I 2.635 positivi emersi nei 26.533 tamponi di oggi confermano il trend regionale che va avanti da ormai da molti giorni: dal 24 febbraio a oggi la Regione è sempre stata sopra i duemila positivi al giorno, tranne che in una giornata, il primo marzo con poco più di 1.800 positivi ma su soli 14.600 tamponi. Tra i dati in peggioramento in Campania anche l'occupazione dei posti letto negli ospedali, in particolare l'aumento delle terapie intensive, saliti oggi a 137. Aumenta anche il numero dei sintomatici. Cambiamenti che già avevano portato nei giorni scorsi il governatore Vincenzo De Luca a chiudere nuovamente tutte le scuole in presenza e che ora potrebbe portare la Regione in zona rossa, con una escalation molto rapida visto che due settimane fa la Regione era zona gialla.

17:30 - In Campania 2.635 nuovi casi su 26.533 tamponi esaminati

Cala a 9,93% il tasso di incidenza dei positivi in Campania. Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione Campania, nelle ultime 24 ore sono 2.635 (di cui 354 casi identificati da test antigenici rapidi) i positivi su 26.533 tamponi esaminati. Ieri il tasso era del 13,4%. Aumentano, invece i decessi: oggi 40 e ieri 36; 628 le persone guarite. In merito alla situazione negli ospedali, rispetto a ieri nelle terapie intensive c'è un posto letto occupato in più (oggi 137), mentre calano nella degenza: oggi 1356 e ieri 1360.

16:02 - Sindaco Bacoli chiude mercati e aree pubbliche

Nel prossimo fine settimana il sindaco di Bacoli (Napoli), Josi Gerardo Della Ragione, ha disposto la sospensione della fiera settimanale in programma il sabato tra via Lungolago e Miseno e la chiusura di piazze ed aree aperte al pubblico. La decisione del sindaco è maturata dopo un vertice con i responsabili del Coc e dell'Asl Napoli2 Nord per il deciso incremento nella cittadina flegrea del numero di persone contagiate dal coronavirus. La percentuale di contagi negli ultimi giorni è salita all'11,5% un dato che preoccupa in quanto superiore alla media regionale che ieri era attestata all'11,2%. A Bacoli per i contagi dal virus sono già chiusi da tre giorni gli uffici comunali per tre casi di positività riscontrati tra i dipendenti. Pertanto sabato e domenica prossimi saranno interdette la pista ciclabile del lago Fusaro, i parchi giochi di Baia e Cuma, l'area panoramica di Bellavista, la villa comunale e le piazze pubbliche tra il centro storico e le aree adiacenti marina grande. Nei prossimi giorni si procederà, nel contempo, alla vaccinazione degli agenti di polizia municipale.

15:57 - Garante detenuti Campania: “Subito i vaccini”

"Il Covid 19 ha certamente peggiorato le condizioni dei detenuti: diminuzione drastica delle visite, diminuzione dei permessi, flessione delle relazioni con il mondo del volontariato, della cultura e della formazione, annullamento delle possibilità per l'inserimento lavorativo. Da ciò scaturisce la considerazione che per affrontare la crisi indotta dalla pandemia non si può prescindere dal fatto che il carcere è un insieme di persone, una comunità appunto, nella quale contano ovviamente le condizioni di ogni singola persona, sia essa un operatore penitenziario che un detenuto o un volontario". Così, in una nota, Samuele Ciambriello Garante Regionale delle persone privare della libertà personale. "Certo, ci sentiamo confortati dal ricordo nei confronti degli agenti di custodia del carcere di Carinola deceduti e dalle dichiarazioni fatte dalla ministra della Giustizia Marta Cartabia, che nel suo ultimo discorso ha definito il carcere "un luogo di comunità", che in quanto tale, il benessere di ciascuno alimenta quello di tutti". Ed è infatti in base a questa considerazione che la Guardasigilli ha preso impegno formale di inserire tra le priorità del governo il varo di un programma vaccinale nelle carceri insieme agli altri luoghi di comunità, assicurando "di seguire con attenzione l'andamento delle vaccinazioni sull'intero territorio nazionale". Allo stato però, quello che ci risulta è che solo In qualche regione è iniziato il piano vaccini per gli agenti", sottolinea.

15:39 - Confesercenti Campania: “Settore benessere penalizzato”

"Visto che le richieste di fare un passo indietro sul tenere aperti istituti professionali di estetica, barbieri e parrucchieri in zona rossa, prima dell'entrata in vigore del nuovo Dpcm, non sono andate a buon fine, ci troviamo a subire un nuovo durissimo colpo per la categoria che rappresento. Pensavamo che a seguito della sentenza del Tar del Lazio (che aveva annullato il Dpcm del 14 gennaio nella parte in cui escludeva l'estetica dai servizi alla persona erogabili in zona rossa), ci fosse stata una riflessione da parte di chi ha emanato il nuovo Dpcm, permettendoci di lavorare con le giuste norme di sicurezza". E' quanto afferma il presidente dell'Area Immagine e Benessere di Confesercenti Campania, Nicola Diomaiuta. "Abbiamo già dimostrato che le strutture nelle quali operiamo sono sicure, in termini di contingentamento e distanziamento delle persone, per l'utilizzo dei materiali monouso, l'adeguamento dei Dpi, le barriere protettive, le visiere, il plexiglass, senza considerare che ogni settimana si procede alla sanificazione dei locali grazie ad aziende specializzate... ma questo non è stato abbastanza per permetterci di rientrare nelle attività che possono continuare ad operare" aggiunge Diomaiuta. "Il messaggio da parte dei miei associati è anche relativo alla tutela della salute dei nostri clienti, perchè in periodi di chiusura delle nostre attività, sono stati più volte segnalati casi di libera attività abusiva, senza alcun rispetto di norme anti-Covid19. Con l'arrivo del nuovo Dpcm firmato dal presidente Mario Draghi, in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, essendo stati esclusi dalle attività che possono rimanere aperte, la nostra categoria chiede almeno che venga preso in considerazione il calo di fatturato di circa il 45% (statistico anche per le altre Regioni) e che si tenga conto di questo nell'erogazione prossima dei ristori”.

14:16 - Positivi sindaco e presidente Consiglio comunale di Pompei

E' stata confermata la positività al virus Covid-19 del Sindaco di Pompei (Napoli) Carmine Lo Sapio e del presidente del Consiglio comunale, Giuseppe La Marca. Entrambi - informa il Comune di Pompei - "sono paucisintomatici e, nonostante siano in quarantena, non hanno smesso di seguire l'attività amministrativa." Il sindaco ha ringraziato i cittadini per "i tanti messaggi di pronta guarigione" ed ha tranquillizzato sul proprio stato di salute. E' stata ricostruita la catena dei contatti intrattenuti dal Sindaco e dal Presidente del Consiglio. Per i più stretti collaboratori è stato disposto in via cautelativa lo smart working e, a breve, tutti verranno sottoposti a tampone.

12:01 - In Campania ipotesi zona rossa da lunedì 8 marzo

La Campania si trova in zona arancione, ma si registra un aumento della curva dei contagi e la regione rischia di conseguenza la zona rossa. Il direttore della Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, sul quotidiano la Repubblica afferma: “Certo, dipende dai parametri ma rischiamo, la settimana prossima, di entrare in zona rossa”.

10:21 - Garante della Campania: “Vaccinare al più presto i disabili”

Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, Paolo Colombo, accoglie "con grande soddisfazione l'approvazione dell'unanimità del Consiglio regionale della Campania dell'o.d.g. per il riconoscimento della priorità nella vaccinazione in favore delle persone con disabilità e della lettera inviata dal nuovo Ministro della Disabilità Stefani, di analogo contenuto inviata al nuovo Commissario per la pandemia Covid19, il Generale Figliuolo". Il Garante dei disabili - "nell'augurare buon lavoro al nuovo Commissario in un contesto così drammatico, associandosi all'appello formulato dalle associazioni delle persone con disabilità "- sollecita "per l'ennesima volta il neo Commissario, il presidente del Consiglio Draghi, il Ministro della Salute Speranza e il CTS a riconoscere la priorità come era già stato promesso dal precedente Commissario Arcuri. e assicurare la fornitura dei vaccini, a un repentino cambio di passo chiarendo una volta per tutte che, tutte le persone con disabilità, i loro familiari e i caregiver devono essere al più presto vaccinati." Colombo conclude "non è accettabile che manchi ancora l'indicazione generalizzata per la disabilità, come nel piano vaccinale rimodulato, che deve essere inserita come prioritaria.. Non si può categorizzare o divedere per patologie, sarebbe paradossale che si facessero differenze tra persone che vivono una comune condizione di sofferenza".

9:46 - Quattro decessi in 24 ore a Torre del Greco

Ancora decessi tra le persone anziane positive al Covid-19 a Torre del Greco (Napoli), dove nelle ultime 24 ore sono state registrate altre quattro vittime. A comunicarlo è il sindaco Giovanni Palomba che ha fatto sapere come abbiamo perso la vita N.R. di 80 anni, F.A. di 87, S.F. di 77 e S.G. di 75 anni (per gli ultimi tre la positività è stata accertata solo dopo il decesso). Sale così a 113 il numero delle persone morte da inizio pandemia.Resta grave anche la situazione dei contagi, situazione che ha indotto il primo cittadino a rafforzare i controlli contro gli assembramenti e per il rispetto delle norme in vigore: nelle ultime 24 ore i nuovi casi segnalati da Asl Napoli 3 Sud e unità di crisi sono stati 18, a dispetto di cinque guarigioni. Dati questo che portano il numero complessivo degli attuali positivi a quota 967, con 55 soggetti che risultano ospedalizzati.

7:06 - In Campania cresce la curva contagi

In Campania ancora in rialzo la curva dei contagi. Si registrano infatti 2.046 positivi, 420 dei qual identificati da test antigenici rapidi, su un totale di 15.260 tamponi per un tasso del 13,4%. Si registrano 36 deceduti, 7 dei quali nelle ultime 48 ore e 29 morti in precedenza ma registrati ieri, per un totale di 4.334. Tra i positivi si contano 1.515 asintomatici e 111 sintomatici (in entrambi i casi ci si riferisce ai soli positivi al tampone molecolare) Dei tamponi di oggi 2.625 sono antigenici. In Campania il totale dei positivi è di 271.561 (di cui 6.627 antigenici). Totale dei tamponi è di 2.965.331 (di cui 111.845 antigenici); I nuovi guariti sono 678 per un totale di 187.942.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.