Usa, più di 500 persone arrestate per le proteste anti-Trump. FOTO

È quanto accaduto a Washington dopo la manifestazione contro le politiche migratorie a "tolleranza zero" avviate dal presidente repubblicano. Tra i fermati dalla polizia c'è anche l'attrice premio Oscar Susan Sarandon. LA FOTOGALLERY
  • ©Getty Images
    Quasi 600 manifestanti, per lo più donne, sono stati arrestati giovedì scorso dopo aver organizzato un'azione nonviolenta nel cuore di un ufficio del Senato degli Stati Uniti a Washington. La manifestazione denominata "Women Disobey", criticava la politica di "tolleranza zero" dell'amministrazione Trump verso gli immigrati e la separazione delle famiglie al confine - Messico-Usa, migranti: il dramma dei bambini separati dai genitori
  • ©Getty Images
    La polizia della capitale ha confermato che 575 persone sono state arrestate e accusate di dimostrazioni illegali. Fra gli atti considerati proibiti dalle autorità, ci sarebbero i canti anti-Trump e gli striscioni con le scritte di protesta: come "We are Children" e "Families Belong Together" - Messico-Usa, l'Onu contro Trump sui bimbi separati dai genitori
  • ©Getty Images
    Durante la loro protesta, centinaia di donne si sono sedute per terra alzando i pugni in aria. Altre si sono avvolte in fogli di alluminio per ricordare lo stato dei letti in cui sono stati costretti a dormire i bambini e gli adulti detenuti presso le strutture ai confini degli Stati Uniti - Melania: odio vedere bimbi separati da madri. Onu: “Inaccettabile”
  • ©Getty Images
    In diverse città degli Stati Uniti si sta manifestando da giorni contro le scelte di Donald Trump. Nei giorni scorsi più di 2mila bambini sono stati separati dai loro genitori al confine meridionale col Messico in ottemperanza alla posizione della Casa Bianca contro chiunque cerchi di entrare clandestinamente negli Stati Uniti - Usa, circa 2mila i bimbi separati dai genitori al confine col Messico
  • ©Getty Images
    La contestazione nei confronti dell'esecutivo Usa non si è fermata nonostante il presidente abbia in parte fatto marcia indietro sulla politica e firmato un ordine esecutivo per fermare le separazioni. Una direttiva che non ha comunque impedito a Trump di ribadire che manterrà un approccio intransigente sull'immigrazione - Messico, Ivanka Trump dona 50mila dollari per bimbi divisi da genitori
  • ©Getty Images
    Tra gli arrestati di giovedì figurano anche diversi parlamentari democratici come Pramila Jayapal, rappresentante dello Stato di Washington. In un video diffuso sui social media, la politica si è detta orgogliosa per essere stata arrestata tra centinaia di altri che credono che "gli Stati Uniti siano migliori di così" - Il tweet di Pramila Jayapal
  • ©Getty Images
    "Come membro del Congresso – ha aggiunto Jayapal - mi rifiuto di permettere che questo presidente e l'amministrazione facciano quello che stanno facendo ai bambini nel mio nome" - Il videomessaggio diffuso da Jayapal su Twitter
  • Arresto eccellente è stato quello dell'attrice premio Oscar, Susan Sarandon. La 71enne ha salutato la folla mentre gli agenti la conducevano lontana dal luogo della protesta insieme agli altri manifestanti fermati. Nella foto, Susan Sarandon durante le proteste (Twitter @Tbogg) - La notizia dell'arresto di Sarandon su Sky News
  • ©Getty Images
    La notizia del fermo è stata diffusa via Twitter dalla stessa attrice. "Arrestata, resto forte, continuo a combattere. #WomenDisobey", si legge nell'account ufficiale della star di "Dead man walking" - Il tweet di Susan Sarandon
  • ©Getty Images
    All'inizio di questa settimana, New York e California sono stati tra i 17 stati che hanno denunciato pubblicamente l'amministrazione Trump nel tentativo di costringere l'esecutivo a permettere il ricongiungimento di migliaia di bambini immigrati ai loro genitori - Migranti, Usa: giudice California ordina di riunire famiglie separate