Stragi nelle scuole, Trump riceve i superstiti alla Casa Bianca. FOTO

Il presidente, nell'incontrare una delegazione di studenti, ha aperto all'ipotesi di armare gli insegnanti, dopo i fatti della scuola di Parkland, dove hanno perso la vita 17 persone. Lo sceriffo della contea colpita: staff autorizzato con armi in territorio scolastico
  • ©ANSA
    ‘Sessione di ascolto' alla Casa Bianca, dove il presidente ha incontrato ragazzi sopravvissuti, genitori di vittime e insegnanti, dopo la sparatoria al liceo di Parkland, del 14 febbraio. Trump ha aperto all’ipotesi di armare i professori per evitare le stragi. Poi è arrivato l’annuncio dello sceriffo della contea della Florida colpita dalla sparatoria: “Sì a staff autorizzato con armi a scuola” - Florida, Trump apre a ipotesi di armare insegnanti contro le stragi
  • ©ANSA
    Nella sparatoria del 14 febbraio, sono rimaste uccise 17 persone. L’autore della strage, che è stato arrestato, è Nikolas Cruz, diciannovenne con un passato violento e segnato da problemi psichiatrici. Sulla proposta di armare gli insegnanti - appositamente formati - il presidente ha detto: "La esamineremo con attenzione” - Sparatoria in Florida, killer accusato di 17 omicidi premeditati
  • ©ANSA
    Presenti a Washington anche diversi ragazzi del liceo di Parkland, teatro della sparatoria. Fra di loro anche uno studente che nella strage ha perso il suo migliore amico. Mentre un padre, con riferimento al killer 19enne, ha ricordato al presidente: "Se non è grande abbastanza per per comprare una birra non dovrebbe essere in grado di comprare un'arma" - Florida, strage in una scuola: 17 morti. Arrestato ex studente
  • ©ANSA
    Trump ha detto di essere presente all’incontro "per ascoltare", e ha sottolineato che si lavorerà sui controlli e le verifiche cosiddette di 'background' per i detentori di armi o potenziali tali. Ha anche menzionato la possibilità di alzare i limiti di età per l'acquisto di armi - Strage Florida, il procuratore: Nikolas Cruz rischia la pena di morte
  • ©ANSA
    “Ascoltiamo, poi ci mettiamo subito al lavoro. E non solo a parole come in passato. Lo risolveremo", ha affermato il presidente (nella foto, con il sindaco di Parkland, Christine Hunschofsky). Intanto lo sceriffo della Florida ha fatto sapere che, sul territorio scolastico, le armi verranno tenute in auto di pattuglia quando non saranno in uso, fino a quando non ci saranno apposite sicure e armadietti- Da Columbine a Roseburg, le precedenti sparatorie nelle scuole Usa