Guerra Ucraina Russia, news. Dnipro sotto attacco. A Kiev 130 mila senza elettricità

Tredici persone sono rimaste ferite, tra cui una donna in modo grave, in un raid russo nella città ucraina. Il presidente Zelensky ha puntato il dito contro il sindaco Vitaly Klitschko per il lavoro - a suo parere inadeguato - di allestimento dei rifugi di emergenza destinati ai residenti privati di acqua, riscaldamento e corrente dagli ultimi attacchi missilistici.  Morto improvvisamente il ministro degli Esteri bielorusso: KIev ipotizza l'avvelenamento

1 nuovo post
Tredici persone sono rimaste ferite in un attacco russo a Dnipro. L'Ucraina ha respinto gli attacchi del nemico vicino a otto insediamenti nell'Est del Paese nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto lo Stato maggiore delle forze armate di Kiev. Almeno 130mila abitanti sono ancora senza elettricità a Kiev dopo gli attacchi delle forze russe di mercoledì scorso che hanno causato massicci blackout in tutte le regioni del Paese. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov: "Il popolo ucraino sarà liberato dai governanti neonazisti e merita di vivere in buon vicinato, amicizia, prosperità accanto ai suoi fratelli slavi". Morto improvvisamente il ministro degli Esteri bielorusso: Kiev ipotizza un avvelenamento.

Gli approfondimenti:

Per ricevere le notizie di Sky TG24​:

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui)
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Questo liveblog finisce qui. Per tutti gli aggiornamenti continua a seguire il live di domenica 27 novembre

- di Redazione Sky TG24

Zelensky avverte: "Se aumento consumi black out serali"

Il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha avvertito i suoi connazionali che se ci sarà un aumento dei consumi elettrici sarà necessario interrompere la distribuzione di corrente la sera. Nel suo discorso serale, Zelensky ha ricordato che la cosa principale è continuare a risparmiare energia, anche se la distribuzione è migliorata rispetto ai giorni scorsi e i disagi hanno riguardato la metà delle case della vigilia. "A Kiev e in 14 regioni ci sono ancora restrizioni per più di 100 mila abbonati in ciascuna delle regioni. Se il consumo aumenta la sera, il numero di disconnessioni potrebbe aumentare. Ciò dimostra ancora una volta quanto sia importante ora risparmiare energia e consumarla razionalmente", ha spiegato. 
- di Redazione Sky TG24

Kiev, bombe su siti nucleari hanno danneggiato due generatori

I bombardamenti russi di mercoledì hanno interrotto l'alimentazione di tre centrali nucleari ucraine, "tutti i meccanismi di sicurezza hanno funzionato ma due generatori sono stati danneggiati ritardando il riavvio di due reattori: i ripetuti arresti causati dagli attacchi possono avere un impatto grave sulla sicurezza nucleare e sull'approvvigionamento energetico". Lo riporta il Guardian citando il presidente della compagnia nucleare ucraina Energoatom Petro Kotin. "Qualsiasi uso dello scram (arresto d'emergenza di un reattore) può causare un incidente", ha detto all'Observer Oleh Korikov, ispettore capo della sicurezza nucleare.
- di Redazione Sky TG24

Vatican News: due sacerdoti arrestati dai filorussi

Due sacerdoti della Chiesa greco-cattolica ucraina sono stati arrestati dall'amministrazione dell'occupazione russa a Berdyansk, a ovest di Mariupol. Lo scrive Vatican News.  Si tratta dei padri redentoristi Ivan Levystky e Bohdan Geleta, rispettivamente parroco e vicario della chiesa della Natività della Beata Vergine Maria della città sul Mar Nero. I due, che si trovano ora in stato di detenzione, sono stati accusati di attività sovversive contro i rappresentanti delle truppe russe a Berdyansk per il presunto possesso di armi e munizioni e di libri sulla storia dell'Ucraina. Accuse, scrive Vatican News, prontamente smentite dall'esarcato di Donetsk della Chiesa greco-cattolica ucraina, che in un comunicano chiedono il loro "più rapido rilascio" e parlano di "una completa negazione dei principi fondamentali dei diritti umani" per i due sacerdoti, che "in modo assolutamente legale" svolgevano il loro ministero da più di tre anni.
- di Redazione Sky TG24

Azienda elettrica promette a Kiev: "Da oggi avrete più luce"

L'azienda ucraina per la distribuzione dell'elettricità Dtek ha scritto su Facebook un messaggio ai cittadini della capitale promettendo che pur essendo previsti altri blackout a Kiev, da oggi non dureranno più di 5 ore di seguito. "Comprendiamo che la mancanza di elettricità a lungo termine complica la vita dei residenti di Kiev. Pertanto, da oggi Dtek accenderà alternativamente le luci per tutti i residenti in modo tale che l'interruzione elettrica per ogni utente non superi le cinque ore", riporta Unian. In precedenza il presidente Zelensky aveva criticato il fatto che il ripristino della corrente soprattutto a Kiev è stato lento.
- di Redazione Sky TG24

Presidente Ungheria a Kiev: "Putin responsabile della guerra"

La presidente ungherese Katalin Novak oggi a Kiev ha dichiarato che "la responsabilità di Vladimir Putin in questa guerra è ovvia, gli ungheresi si sono sempre opposti a sofferenza e spargimento di sangue. Siamo vicini dell'Ucraina e i nostri vicini possono contare sul nostro aiuto. I vicini rimarranno sempre vicini". Novak ha aggiunto che l'Ungheria ha "150 mila ragioni per fermare questa guerra e raggiungere la pace: sono i 150.000 ungheresi che vivono in Transcarpazia sul territorio dell'Ucraina. Molti ungheresi etnici hanno già dato la vita per la difesa dell'Ucraina". Lo riporta la Pravda europea rilanciata dai media ucraini.
- di Redazione Sky TG24

Leader opposizione bielorussa: "Makei era un traditore"

Un "traditore": così la leader dell'opposizione bielorussa, Sviatlana Tsikhanouskaya, ha definito il ministro degli Esteri Vladimir Makei, morto oggi improvvisamente. "Nel 2020, Makei ha tradito il popolo bielorusso e sostenuto la tirannia, è così che il popolo bielorusso lo ricorderà", ha affermato la Tsikhanouskaya, citata dal sito della Reuters, riferendosi al convinto sostegno del ministro degli Esteri alla repressione delle proteste per la contestata rielezione del presidente Alexander Lukashenko.
- di Redazione Sky TG24

Zelensky lancia programma di export grano in Africa

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha lanciato l'iniziativa 'Grano dall'Ucraina' con l'intento di aiutare Paesi dell'Africa e dell'Asia colpiti da carestie. Il progetto è stato presentato dal leader di Kiev durante la visita nella capitale ucraina dei premier e capi di Stato di Belgio, Lituania, Polonia e Ungheria in occasione del 90esimo anniversario dello Holodomor, la carestia che colpì gli ucraini
nell'inverno 1932-33. All'evento sono intervenuti online anche il presidente francese Emmanuel Macron, la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen e il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. L'iniziativa promossa da Zelensky, cui partecipano anche organizzazioni umanitarie internazionali come il Wfp, punta a inviare fino a 60 navi cargo di grano nei Paesi più poveri dell'Africa, a cominciare da Etiopia, Yemen, Somalia e Sudan. 

- di Redazione Sky TG24

Kiev: "Ministro bielorusso potrebbe essere stato avvelenato"

"Vladimir Makei, 64 anni, ministro degli Esteri bielorusso, è morto. Ci sono voci secondo cui potrebbe essere stato avvelenato. Makei era considerato un possibile successore di Lukashenko. Era uno dei pochi a non essere sotto l'influenza russa. Le voci dicono che questo potrebbe essere un avvertimento per Lukashenko". Lo scrive su Twitter Anton Gerashchenko, consigliere del ministero dell'Interno ucraino.
- di Redazione Sky TG24

Bielorussia, morto improvvisamente il ministro degli Esteri Vladimir Makei

La conferma è arrivata dal portavoce del dicastero Anatoly Glaz, che non ha dato altri dettagli. Il ministro, che ricopriva la carica da un decennio, aveva 64 anni. Lunedì era in programma un incontro con il suo omologo russo Serghei Lavrov. LEGGI L'ARTICOLO

- di Redazione Sky TG24

Ue: "Aiuti a Kiev per spedire 40mila tonnellate di grano"

"La Commissione europea pagherà per spedire 40 mila tonnellate di grano ucraino tramite due navi". Lo ha annunciato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in un video messaggio al summit 'Grain from Ukraine' organizzato da Kiev per lanciare l'omonima iniziativa tesa a sbloccare i carichi di grano dai porti ucraini verso i Paesi a rischio carestia. "Siamo al fianco dell'Ucraina per garantire la sicurezza alimentare globale", ha evidenziato von der Leyen, indicando che l'esecutivo comunitario contribuirà di tasca sua "a qualunque costo".
- di Redazione Sky TG24

Mosca: "Scioccati per morte ministro Esteri bielorusso"

"Siamo scioccati": questa la prima reazione, sul suo canale Telegram, della portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, alla notizia dell'improvvisa morte del ministro degli Esteri bielorusso Vladimir Makei.
- di Redazione Sky TG24

Scholz: "Quindici milioni di aiuti a Kiev per l'export del grano"

"La Germania darà altri 15 milioni di euro per sostenere nuove spedizioni di grano dall'Ucraina, in coordinamento con il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite". Lo ha annunciato il cancelliere tedesco Olaf Scholz intervenendo al summit 'Grain from Ukraine' organizzato da Kiev per commemorare il 90esimo anniversario dell'Holodomor, la carestia che ha devastato il Paese tra il 1932 e 1933 . Il cancelliere ha riferito che una nave sponsorizzata da Berlino è già in viaggio per portare il grano ucraino all'Etiopia. "Oggi" - ha aggiunto - "affermiamo insieme che la fame non dovrebbe mai più essere usata come arma".
- di Redazione Sky TG24

Bielorussia, morto improvvisamente il ministro degli Esteri

Il ministro degli Esteri della Bielorussia, Vladimir Makei, è morto improvvisamente all'età di 65 anni. Ne dà notizia l'agenzia bielorussa Belta.
- di Redazione Sky TG24

Stoltenberg: "Al fianco di Kiev per il tempo necessario"

"Gli alleati della Nato stanno dando all'Ucraina un sostegno finanziario, umanitario e militare senza precedenti, per aiutarla a prevalere come nazione sovrana e indipendente. E staremo con l'Ucraina per tutto il tempo necessario". Lo ha detto il segretario generale dell'Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg, rivolgendosi al summit ''Grain from Ukraine' in vista della riunione ministeriale di mercoledì. "Novant'anni fa l'orrendo Holodomor dell'Unione sovietica uccise milioni di ucraini. Oggi la Russia non usa solo bombe e proiettili per minacciare la libertà e la sovranità dell'Ucraina, sta anche usando gas e grano come armi per dividerci e destabilizzarci tutti. La Russia deve fermare la sua guerra", ha evidenziato Stoltenberg.
- di Redazione Sky TG24

Kuleba, sopravvissuti a Stalin, non ci arrenderemo oggi

- di Redazione Sky TG24

Ucraina: 6 persone ferite a Dnipro per attacco russo

Almeno 6 persone sono rimaste ferite, di cui una donna in modo grave, in un attacco russo a Dnipro. Lo ha riferito il governatore Valentyn Reznichenko, aggiungendo che è
stata colpita una zona residenziale. Sette abitazioni sono state parzialmente distrutte ed è scoppiato un incendio. Le infrastrutture non sono state danneggiate ma ci sono state delle interruzioni di corrente. 
- di Redazione Sky TG24

Zelensky, una volta volevano ucciderci con fame, ora col freddo

"Gli ucraini hanno attraversato cose molto terribili. E nonostante tutto, hanno conservato la capacità di non sottomettersi e il loro amore per la libertà. Una volta volevano distruggerci con la fame, ora con l'oscurità e il freddo. Noi non possiamo essere spezzati. Il nostro fuoco non si spegnerà. Sconfiggeremo di nuovo la morte": lo scrive su Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in occasione della commemorazione dell'Holodomor, lo sterminio per fame provocato dall'Urss di Stalin in Ucraina dal 1932 al 1933, che causò diversi milioni di morti. 
- di Redazione Sky TG24

Esplosioni a Dnipro, una donna ferita

Potenti esplosioni sono si sono verificate questa mattina a Dnipro a seguito di bombardamenti russi. Lo riporta Unian, precisando che l'allarme aereo è scattato nelle regioni di Dnipropetrovsk, Poltava, Zaporizhzhia, Donetsk, Kharkiv e Lugansk. "Secondo i primi rilievi le comunicazioni e le infrastrutture cittadine non sono state colpite" ha detto il sindaco Borys Filatov, precisando di stare  aspettando i dettagli del bombardamento e le informazioni sulle vittime dall'amministrazione militare. I canali Telegram locali riferiscono che è scoppiato un incendio in uno dei luoghi delle esplosioni. Il capo dell'amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk, Valentin Reznichenko, ha riferito che "attualmente, sappiamo di sette case private parzialmente distrutte. Una donna è stata estratta da sotto le macerie e portata in ospedale".
- di Redazione Sky TG24