Biden firma il Chip Act: semiconduttori saranno prodotti negli Usa

Mondo
©Ansa

Il presidente Usa: "Noi più avanti degli altri". Wall Street negativa: attesa per il dato di domani sull'inflazione statunitense

ascolta articolo

"La manifattura è la spina dorsale del nostro Paese". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, nel corso della cerimonia legata alla firma della Chips and Science Act che incentiva la produzione di 'chips' negli Stati Uniti. Il discorso di Biden è stato interrotto continuamente da colpi di tosse, che hanno spinto il presidente a chiedere scusa e a fare una pausa per bere un bicchiere d'acqua. Biden, risultato positivo al Covid per due volte di fila nell'ultimo mese, ha annunciato l'investimento di oltre cinquanta miliardi di dollari nei prossimi dieci anni per rilanciare la manifattura americana e la produzione di semicondutture. Dopo l'ennesimo colpo di tosse, la platea, radunata nei giardini della Casa Bianca, gli ha tributato un applauso.

Piano incentivi Chip elettronici

vedi anche

Come testiamo i Chip di tutto il mondo

"Oggi è il giorno dei costruttori. Oggi è il giorno in cui l'America mantiene le promesse". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, firmando il piano di incentivi per la produzione interna di chip elettronici. "E credo - ha aggiunto - che tra cinquanta, settantacinque e cento anni la gente ripenserà a questa settimana e sapra' che abbiamo fatto ciò che dovevamo". La legge, chiamata Chips and Science Act, è stata approvata dal Congresso a fine luglio dopo più di un anno di negoziati. Il provvedimento prevede più di cinquanta miliardi di dollari di incentivi alle manifatture per la produzione di microchip. Ci sono anche più di 80 miliardi di dollari per la National Science Foundation a sostegno della ricerca e l'innovazione tecnologica.

Cerimonia alla Casa Bianca

vedi anche

I cinquant'anni del primo microprocessore

 "Siamo in una posizione migliore rispetto a tutti gli altri Paesi del mondo - ha aggiunto Biden - per vincere questa competizione economia del ventunesimo secolo. E voi siete la ragione per cui sono ottimista riguardo il futuro del nostro Paese". Il riferimento era agli ospiti presenti alla Casa Bianca per la cerimonia della firma della legge. In platea c'erano molti dirigenti delle grandi aziende americane come Lockheed Martin, Intel e Micron.  

Tiepida la reazione in Borsa: Nasdaq -1,57%

Il Nasdaq, l'indice dei titoli tecnologici, verso la metà della seduta segna -1,57%, condizionato dalle comunicazioni di Micron, azienda leader del settore dei chip, che ha rivisto al ribasso le previsioni su entrate ed utili, a causa di un calo delle spedizioni. Mentre l'indice Dow Jones segna -0,16% e lo S&P -0,60%, con gli investitori frenati in attesa dei dati di domani sull'inflazione Usa.

Mondo: I più letti