Referendum sull'aborto, in Kansas continuerà ad essere garantito

Mondo
©Getty

Gli elettori dello Stato hanno respinto ieri, con una consultazione popolare, un emendamento costituzionale statale che avrebbe dichiarato che non esiste il diritto all'interruzione della gravidanza

 

ascolta articolo

Storica vittoria per il diritto all'aborto negli Stati Uniti: in Kansas gli elettori respingono le restrizioni all’interruzione di gravidanza. Nello Stato americano a guida repubblicana, dopo il referendum, i dati segnano un 59% di elettori favorevoli alla conservazione dei diritti all’aborto. Il fallimento dell’emendamento in uno stato conservatore risolleva le speranze dei democratici sul fatto che il diritto all’aborto possa dare energia al partito alle elezioni di medio termine di novembre.

Vittoria del movimento per il diritto all'aborto

leggi anche

Biden: "Cambieremo decisione Corte sull'aborto

Si tratta di una clamorosa vittoria del movimento per il diritto all’aborto nel primo test elettorale da quando la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ribaltato la sentenza Roe vs Wade. Intanto il Dipartimento di Giustizia Usa ha fatto causa all'Idaho per aver ristretto il diritto all'aborto negandolo anche alle donne in pericolo di vita. Il procuratore generale Merrick Garland ha spiegato, annunciando la causa, che la misura dello Stato, che dovrebbe entrare in vigore a fine mese, è incompatibile con una legge federale.

I legislatori del Kansas non potranno approvare severe restrizioni sull'aborto

Con il 98% dei voti, il 59% degli elettori è favorevole alla conservazione dei diritti all’aborto rispetto a quasi il 41% che sostiene la rimozione delle protezioni contro l’aborto dalla costituzione statale. Il risultato impedirà inoltre ai legislatori repubblicani del Kansas di approvare severe restrizioni all’aborto nello stato. Sono tanti gli Stati americani che hanno vietato o fortemente limitato il diritto all'interruzione di gravidanza dopo che la Corte Suprema ha ribaltato la storica sentenza Roe contro Wade che dal 1973 aveva legalizzato la procedura a livello nazionale.

 

Mondo: I più letti