Ucraina, primo treno con carico di grano arrivato in Lituania per aggirare il blocco russo

Mondo
©IPA/Fotogramma

Sono attesi in settimana nel Paese baltico altri due convogli con grano, mais e olio di girasole. Questi primi carichi serviranno a valutare l'efficacia di rotte alternative mentre la Russia intensifica gli attacchi contro i depositi nei porti ucraini

ascolta articolo

La crisi alimentare globale è una delle conseguenze più gravi che potrebbe scaturire dalla guerra in Ucraina. Il paese è uno dei principali produttori di grano del mondo ma ora i carichi pronti per l’esportazione sono bloccati nei porti, specialmente in quello di Odessa. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato la Russia: “Oggi ci sono 22 milioni di tonnellate di grano bloccate e i russi lo rubano costantemente e lo portano da qualche altra parte”. L’Onu nei giorni scorsi ha rinnovato l’allarme: se l’export non sarà rimesso in moto, centinaia di milioni di persone rischieranno la fame. Un modo per aggirare il blocco dei porti coinvolge la Lituania: nel Paese è infatti arrivato il primo treno con un carico di grano ucraino che verrà poi esportato tramite i porti del Paese baltico. Lo riferisce una nota delle ferrovie lituane. Si tratta di una consegna di prova che ha lo scopo di valutare l'efficacia di rotte alternative nell'impossibilità di utilizzare i porti ucraini, bloccati dalle ostilità con Mosca. (GUERRA IN UCRAINA. LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - IL RACCONTO DEGLI INVIATI)

Questa settimana previsti altri due treni con grano e mais

vedi anche

Guerra in Ucraina, export grano bloccato: le conseguenze globali

La Russia sta intensificando i suoi attacchi contro i depositi di grano ucraini, diventati ormai strategici nell'economia generale della guerra. L'esercito confisca le scorte e l'artiglieria russa bombarda i depositi. Trovare una rotta alternativa quindi è sempre più necessario. Il treno giunto oggi in Lituania era arrivato ieri alla stazione di Sheshtokai, al confine con la Polonia, per poi proseguire verso il porto di Klaipeda. Lo hanno riferito le ferrovie di stato di Vilnius. Lo scorso 19 maggio era arrivato un altro treno che trasportava 50 container con mille tonnellate di additivi per mangimi. Questa settimana, aggiunge la nota delle ferrovie lituane, arriveranno in Lituania dall'Ucraina altri due treni con grano, mais e olio di girasole. La rotta scelta consente di aggirare la Bielorussia, alleata di Mosca. "Ci aspettiamo di ricevere un treno al giorno dall'Ucraina, ciascuno con un carico fino a 1.500 tonnellate di grano e altri prodotti agricoli", ha detto il portavoce della compagnia ferroviaria Ltg Mantas Dubauskas, citato da Reuters. Nei primi 10 giorni di maggio, l'export di grano ucraino è più che dimezzato rispetto allo stesso periodo del 2021, passando da 667.000 a 300.000 tonnellate. 

Presidente polacco Duda: "Rischio enorme crisi in Nord Africa"

leggi anche

World Economic Forum, Zelensky chiede “sanzioni massime" contro Mosca

Oggi il presidente polacco Andrzej Duda durante un panel del Forum economico mondiale ha parlato della necessità, da parte della comunità internazionale, di assicurare le esportazioni di cereali dall'Ucraina. "Altrimenti - ha spiegato - ci sarà una enorme crisi in Nord Africa" che rischia di trasformarsi in una nuova ondata di instabilità sociale e politica. Duda ha precisato che gli sforzi devono consentire le spedizioni attraverso i porti accessibili all'Ucraina: Odessa, che fronteggia difficoltà a causa della presenza della flotta russa nel Mar Nero, ma anche Costanza in Romania o soluzioni alternative in Lituania. Duda infine ha ribadito il "pieno sostegno" della Polonia alla richiesta dell'Ucraina di entrare nell'Unione europea.

Mondo: I più letti