Ucraina, Biden: “Armi arriveranno ogni giorno”. Zelensky: “Ora partner iniziano a capire”

Mondo
©Ansa

Le forniture militari affluiranno ogni giorno per aiutare Kiev a difendersi dall'aggressione russa, ha detto il presidente Usa. Soddisfatto il leader ucraino: "I nostri alleati hanno iniziato a capire cosa ci serve e quando ne abbiamo bisogno: subito”. I ministri delle finanze del G7 hanno annunciato un impegno per un ulteriore sostegno all'Ucraina da più di 24 miliardi di dollari

ascolta articolo

Armi e munizioni affluiranno ogni giorno dagli Stati Uniti per aiutare gli ucraini a difendersi dall'aggressione russa (LO SPECIALE - TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA). Lo ha assicurato il presidente Usa Joe Biden ricevendo alla Casa Bianca i vertici militari. “Sono stato in Ucraina un certo numero di volte. Ho parlato molto con loro, ero profondamente coinvolto. E sapevo che erano tosti e orgogliosi, ma vi posso dire che sono più tosti e più orgogliosi di quanto pensassi”, ha detto Biden, esprimendo plauso per "l'eccezionale lavoro" che stanno facendo per "armare ed equipaggiare gli ucraini e difendere la loro nazione". Il presidente Usa ha anche sottolineato "quanto siano vitali le nostre alleanze e partnership: i nostri alleati stanno accelerando". Biden ha spiegato che "è iniziato" l'addestramento di una cinquantina di militari ucraini per l'impiego degli obici Howitzer inviati da Washington. Il presidente americano, ha riferito la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, guarda le immagini di guerra che arrivano dall'Ucraina "con orrore, con tristezza e timore per il popolo ucraino, le famiglie, i bambini, i civili innocenti a rischio. Stiamo vedendo persone che soffrono per mano di un dittatore che sta colpendo brutalmente civili", ha aggiunto.

Zelensky: partner iniziano capire cosa ci serve 

vedi anche

Ucraina, ecco quali Paesi forniscono più armi a Kiev

Nel suo ultimo videomessaggio, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in merito all'invio di armi a Kiev da parte dell’Occidente, ha commentato: "Sono molto lieto di dire, con cauto ottimismo, che i nostri partner hanno iniziato a capire meglio le nostre esigenze. A capire di cosa abbiamo esattamente bisogno. E di quando esattamente ne abbiamo bisogno: non tra settimane o tra un mese, ma immediatamente, in questo momento, mentre la Russia sta cercando di intensificare i suoi attacchi”. Zelensky ha proseguito dicendo: “Stiamo facendo più del massimo per garantire la fornitura di armi al nostro esercito. Ogni giorno tutti i nostri diplomatici, tutti i nostri rappresentanti e io personalmente lavoriamo 24 ore su 24, sette giorni su sette e attraverso tutti i canali possibili, ufficiali e non, per accelerare la consegna degli aiuti”. Il presidente ucraino ha annunciato anche di aver firmato un decreto con cui "203 militari delle forze armate ucraine hanno ricevuto riconoscimenti statali, 49 dei quali postumi”.

I prossimi aiuti

vedi anche

Russia, Mosca testa il nuovo missile intercontinentale Sarmat

Dal Pentagono riferiscono che le forze aeree ucraine hanno almeno 20 velivoli disponibili in più grazie all'ultimo invio di pezzi di ricambio da parte dei Paesi alleati. E oltre a quello in armamenti, c'è anche l'aiuto finanziario che arriva a Kiev dalla comunità internazionale. I ministri delle finanze del G7 hanno annunciato un impegno per un ulteriore sostegno all'Ucraina da più di 24 miliardi di dollari per il 2022 e oltre, aggiungendo che sono pronti a fare ancora di più se necessario. Sul fronte 'guerra economica' interviene però a gamba tesa il presidente cinese Xi Jinping: la Cina si oppone a "sanzioni unilaterali, doppi standard e giurisdizione a braccio lungo", afferma.

Mondo: I più letti