Afghanistan, Usa-GB: pronti a restare oltre 31 agosto. Talebani: reagiremo. Oggi il G7

©Getty

Spari tra le forze di sicurezza afghane e un gruppo di assalitori di cui non si conosce l'identità. Coinvolte anche truppe di Stati Uniti e Germania, rimaste illese. Nello scalo si sono registrate 20 vittime in 7 giorni nella calca per fuggire. Di fronte all'ipotesi di Usa e Gb di estendere il ritiro delle truppe oltre il 31 agosto, i talebani minacciano: "Ci saranno conseguenze". Al G7 Johnson chiederà a Biden di allungare la scadenza del 31 agosto per il ritiro. L'Italia lavora a un G20 con Cina e Russia

1 nuovo post

Afghanistan, Berlino: daremo visti anche in Paesi vicini

"Abbiamo avuto colloqui con i paesi vicini per accordarci sul fatto che gli afghani che varcano i loro confini possano fare domanda di ingresso in Germania alle nostre ambasciate": lo ha detto il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas in conferenza stampa a Berlino. I paesi con cui sono stati presi i contatti sono Uzbekistan, Tagikistan, Pakistan e India. Anche la Cancelliera Merkel ha parlato al telefono con il primo ministro indiano Narendra Modi sul tema Afghanistan, rende noto il portavoce Steffen Seibert. Le persone che grazie alla Germania sono riuscite a lasciare Kabul sono "oltre 3000" ha aggiunto Maas.
- di Redazione Sky TG24

Covid, in Afghanistan "situazione drammatica": incognita talebani sui vaccini

La pandemia nel Paese è una tragedia nascosta: non esistono vere terapie intensive, si fa fatica a reperire materiale medico, non si eseguono tamponi. La campagna vaccinale – praticamente già paralizzata – rischia di bloccarsi con il ritorno al potere dei miliziani, storicamente avversi alle vaccinazioni. LEGGI TUTTO
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, fuggita e in salvo la regista Shahrbanoo Sadat 

E' riuscita a lasciare l'Afghanistan la giovane regista Shahrbanoo Sadat. "Con l'aiuto del governo francese e di persone in tutto il mondo, Shahrbanoo è entrata dopo molti giorni insieme a 9 membri della famiglia attraverso la folla e i posti di blocco talebani nell'aeroporto, dove i soldati francesi si sono presi cura di lei e della sua famiglia. La comunicazione con Shahrbanoo Sadat al momento è difficile, ma ha confermato di essere ad Abu Dhabi presto a bordo di un aereo per l'Europa" ha fatto sapere Katja Adomeit, produttrice e Ceo di Adomeit Film attraverso Pr Factory. Scrittrice e regista afghana, nata a Teheran in Iran 31 anni fa, ha studiato all'Atelier Varan di Kabul. Il suo primo lungometraggio Wolf and Sheep, sviluppato con la Cannes Cinéfondation, e girato ad appena 20 anni (la regista più giovane mai selezionata) vinse il premio principale alla Quinzaine des Realizateurs di Cannes 2016. 
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, India: evacuati indiani e afghani sikh e indù 

L'India sta evacuando dall'Afghanistan, in collaborazione con le forze dei Paesi amici che presidiano l'aeroporto di Kabul, i suoi connazionali tuttora bloccati nella capitale afghana e cittadini afghani di religione sikh e indù. Oggi sono state fatte uscire da Kabul, su voli dell'aeronautica militare, 75 persone, tra cui 46 afghani di religione sikh e indu, che raggiungeranno l'India questa notte, dopo uno scalo a Dushanbe. Lo fa sapere Puneet Singh Chandhok, presidente dell'Indian World Forum, l'organizzazione che fa capo a una delle più importanti comunità sikh di Delhi, che sta coordinando il piano di evacuazione collaborando con il ministero degli Esteri e con l'aeronautica militare. Chandhok ha detto che sui voli partiti oggi da Kabul "sono state messe in salvo tre copie dei libri sacri del tempio", e ha aggiunto che sono circa 200 i restanti afghani sikh e indu bloccati nel Paese. L'India è stata autorizzata ad effettuare due voli al giorno per evacuare dall'aeroporto di Kabul i suoi connazionali, e ieri ha riportato in patria 392 persone. Tra loro, due parlamentari afghani di religione sikh, Narinder Singh Khalsa e Anarkali Kaur Honaryar, con le famiglie. Oggi, con quattro altri voli da Doha, sono arrivati nel loro Paese i primi 146 indiani evacuati nei giorni scorsi da Kabul grazie ad aerei della Nato e degli Stati Uniti.

- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Berlino: al G7 di domani anche tema migrazione

In questo G7 di domani "si dovrà sicuramente parlare del tema migrazione e di come andare avanti con i flussi migratori": lo ha detto il ministro degli Esteri Heiko Maas in conferenza stampa, anticipando i temi che saranno trattati domani nell'incontro del G7 sull'Afghanistan. Da affrontare "ci sono due cose particolarmente importanti: la prima è come coordinarsi nelle ulteriori misure di evacuazione e confrontarsi su domande come la durata dell'evacuazione e cosa accade dopo il 31 agosto", data annunciata per il ritiro Usa, ha detto Maas. E poi "l'altra questione sarà cosa fare con il movimento di migranti che ora dobbiamo prevedere, e in questo caso si tratterà in particolare di provvedere a mettere a disposizione dell'Unhcr i mezzi per gli aiuti umanitari più immediati".
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Emergency: "Molto bene" il colloquio con talebani

Il primo colloquio tra Emergency e le nuove autorità talebane "è andato molto bene, in maniera decisamente rispettosa da entrambe le parti". Lo ha spiegato in un collegamento via Zoom il coordinatore medico dell'ospedale Emergency di Kabul, Alberto Zanin. "Non abbiamo un referente preciso con i talebani, abbiamo preso contatto con il dirigente che a noi più interessa l'attuale responsabile della salute pubblica, che si è presentato come Omar, ma non sappiamo se sarà lui il ministro della Salute", ha raccontato Zanin. 
- di Redazione Sky TG24

Trudeau a favore sanzioni ai talebani, discuteremo al G7

Justin Trudeau si è detto a favore di sanzioni contro i talebani, alla vigilia del G7 sull'Afghanistan. Interrogato se appoggerà la posizione della Gran Bretagna che potrebbe chiedere sanzioni, il premier canadese ha risposto: "Certamente, siamo sul punto di esaminare altre sanzioni". "I talebani sono già riconosciuti come entità terrorista in Canada ma parleremo con i nostri omologhi del G7 per vedere quali saranno le prossime tappe", ha spiegato.
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, portavoce Unicef: 'Ora saranno talebani a scortarci'

Saranno ora i talebani a scortare i convogli dell'Unicef nelle missioni sul campo. A raccontarlo al sito di Sky news è Sam Mort, capo comunicazioni di Unicef Afghanistan, spiegando che i talebani le hanno detto "chiaramente" di volere che l'agenzia Onu per l'infanzia continui a rimanere nel paese.  Rinchiusa da una settimana nell'ufficio Unicef del compound Onu di Kabul, Mort ha detto che nei prossimi giorni dovrebbe riprendere l'attività sul campo. "Prima quando andavamo nelle missioni sul campo il governo ci assegnava un convoglio di sicurezza, ora saranno i talebani a farlo. Sarà per noi un diverso modo di lavorare, ma con loro abbiamo un dialogo costruttivo. Abbiamo già lavorato qualche volta con loro, penso che per tutti, per loro e per noi, sarà un nuovo modo di lavorare", ha affermato.
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Berlino: colloqui per tenere aperto scalo Kabul dopo 31/8

La Germania ha avviato dei colloqui con gli Stati Uniti, la Turchia e altri alleati per mantenere l'aeroporto di Kabul aperto per continuare operazioni civili di evacuazione anche oltre il 31 agosto, scadenza fissata dagli Stati Uniti per il ritiro delle proprie truppe. Lo ha detto il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas. Berlino "continuerà anche il dialogo con i talebani su questo, perché avranno certamente un ruolo particolare nel funzionamento dello scalo dopo il ritiro delle truppe americane", ha aggiunto Maas.
- di Redazione Sky TG24

Usa dopo monito talebani, stiamo provando a rispettare data

Nessun commento del Pentagono al monito dei talebani che ci sarà una reazione se gli Usa non rispetteranno la scadenza annunciata del 31 agosto per il ritiro da Kabul: "Abbiamo visto le loro dichiarazioni, ne siamo consapevoli", ha detto il portavoce del Pentagono John Kirby, aggiungendo che gli Stati Uniti "stanno provando" a rispettare quella data.
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Base Aviano pronta a ospitare sfollati

"In merito all'operazione 'Operation Allies Refuge' a guida del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, la Base Aviano (Pordenone) è pronta a supportare, attraverso le strutture militari statunitensi in Italia, il transito di persone in partenza dall'Afghanistan verso località di reinsediamento più permanenti negli Stati Uniti e in Paesi terzi". Lo fa sapere in una nota il 31/o Fighter Wing della Base di Aviano. "Si tratta di una situazione in continua evoluzione - si precisa - e mentre in questo momento non ci sono voli programmati per Aviano, rimaniamo pronti a supportare. Siamo grati ai nostri partner italiani per la loro vitale collaborazione in questo sforzo". Da quanto si è appreso, le persone che saranno ospitate ad Aviano trascorreranno all'interno della Base tutto il periodo della quarantena per il Covid, probabilmente all'interno di specifiche tensostrutture. Le operazioni saranno coordinate dalle forze armate degli Stati Uniti, che provvederanno ai tamponi e alle visite mediche. L'Azienda sanitaria del Friuli Occidentale si occuperà unicamente di eventuali ricoveri ospedalieri d'urgenza che non possano essere gestiti dalle strutture sanitarie della Base.
- di Redazione Sky TG24

Salvati finora 3.350 afghani, di cui 1.990 già in Italia

Dal giugno scorso, quando con l'operazione Aquila 1 furono portati nel nostro Paese 228 afghani, sono oltre 3.350 i cittadini tratti in salvo, circa 1.990 quelli già giunti in Italia (di cui 547 donne e 667 bambini) negli ultimi giorni e circa 1.300 presso l'aeroporto di Kabul in attesa di partire. Questo quanto si apprende dalla Difesa, a margine della visita del ministro Lorenzo Guerini al Covi, il Comando operativo di vertice interforze.
- di Redazione Sky TG24

Usa: dialogo con talebani per estendere controllo scalo Kabul

L'estensione del controllo Usa oltre il perimetro dell'aeroporto di Kabul richiede di negoziare con i talebani: lo ha detto il portavoce del Pentagono John Kirby, precisando che "finora il coordinamento ha funzionato".
 
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Pentagono: ancora diverse migliaia di americani da evacuare

Il portavoce del Pentagono John Kirby non ha precisato il numero di americani che restano da evacuare a Kabul: "Sono diverse migliaia, ma il numero è fluido", ha detto in un briefing.
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Zingaretti: accolte 1000 famiglie in alberghi Lazio

"Sull'Afghanistan è il momento della solidarietà e dell'accoglienza. In piena sintonia con la protezione civile nazionale, già da sabato ci siamo attivati con un punto di accoglienza di quella civile regionale all'aeroporto di Fiumicino, e da allora abbiamo sistemato mille famiglie negli alberghi senza dividere i nuclei familiari". Lo ha dichiarato in un video su facebook, il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti in merito alla sistemazione dei profughi afghani nella regione.
 
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, 18 velivoli di 6 compagnie aeree in campo

Diciotto velivoli di 6 compagnie aeree commerciali aumenteranno nelle prossime ore le evacuazioni dei civili afghani evacuati. Lo ha detto il maggiore generale William "Hank" Taylor, al Pentagono, a Washington, in un briefing con la stampa sulla crisi in corso. "Il nostro impegno rimane concentrato sull'avvio di un flusso continuo di civili portavi via da Kabul".
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Emergency: 6 feriti colpiti presso aeroporto

Sono stati curati e già dimessi dall'ospedale di Emergency a Kabul sei persone colpite nei pressi dell'aeroporto della capitale afghana da proiettili sparati all'altezza delle gambe. Lo ha reso noto Alberto Zanin, il coordinatore medico dell'ospedale di Emergency a Kabul. A parte la situazione caotica dello scalo aeroportuale, Zanin ha detto che il resto della città è tranquilla e lo ha constatato personalmente. In media, negli ultimi giorni, sono arrivate 5 persone bisognose di cure e dunque l'ospedale ha potuto aprire le porte anche ai "traumi civili".
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Pentagono: evacuate 16 mila persone in 24 ore

Nelle ultime ore gli Usa hanno evacuato 16 mila persone da Kabul: lo ha detto in un briefing il generale Hank Taylor, dello stato maggiore congiunto. Cinque voli sono atterrati nella capitale americana.
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, fonti Pentagono: 'Ponte aereo aumenterà in vista del 31/8'

Le forze aeree Usa stanno impiegando attualmente oltre 230 velivoli nel gigantesco ponte aereo in corso dall'aeroporto di Kabul. I voli di evacuazione dovrebbero "aumentare in maniera significativa" nelle prossime ore, per poter rispettare la scadenza del 31 agosto. Lo riferiscono fonti del Pentagono citate dal sito Defense One. Ci sarà un "significativo aumento nel numero di aerei da trasporto che andranno lì e nel volume e nel ritmo" delle loro operazioni, ha spiegato la fonte.
I talebani hanno dichiarato che la data del 31 agosto verrà considerata una "linea rossa" per il ritiro delle forze Usa, nonostante il presidente Joe Biden domenica avesse affermato di valutare una proroga della deadline.
- di Redazione Sky TG24

Afghanistan, Cisl Fvg: non abbandonare donne Kabul

"Forte preoccupazione" viene espressa in una nota dalla Cisl Fvg e dal suo Coordinamento Donne, per la drammatica situazione in Afghanistan e ritiene  che la Comunità Internazionale e il Governo Italiano non lascino nulla di intentato per proteggere la popolazione. "Come appartenenti ad una regione di confine, da sempre sensibile al dramma dei profughi, lanciamo il nostro appello affinché il Governo non dimentichi e lasci sole le donne afghane ed il percorso di riscatto che hanno compiuto in questi anni". La Cisl Fvg chiede anche che si attivino corridoi umanitari per le donne e per tutti coloro che sono in pericolo a garanzia dei diritti umani internazionalmente riconosciuti.  
- di Redazione Sky TG24

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24