Trump: "Non andrò a cerimonia di giuramento di Biden". Il democratico: "È una buona cosa"

Mondo
©Ansa

Il tycoon, da Twitter, conferma che non sarà presente all'Inauguration day fissato per il prossimo 20 gennaio. Ma ammette la sconfitta e invita a "una transizione dei poteri tranquilla". Dovrebbe invece essere presente il vice presidente Pence. "È il benvenuto", ha sottolineato Biden

"A tutti quelli che lo hanno chiesto, non andrò alla cerimonia di insediamento del 20 gennaio". Da Twitter, Donald Trump chiarisce una volta per tutte che non sarà presente al giuramento di Joe Biden (LO SPECIALE PER L'INSEDIAMENTO DI BIDEN ALLA CASA BIANCA). Questo nonostante abbia ammesso la sconfitta, senza però nominare l’avversario, e nonostante abbia assicurato "una transizione dei poteri tranquilla e ordinata”, lanciando un messaggio di riconciliazione: “È l'ora di raffreddare gli animi e di ripristinare la calma. Bisogna tornare alla normalità dell' America", come ha chiesto in un video, prendendo le distanze dai suoi sostenitori che hanno assaltato il Congresso (FOTO). A stretto giro, la replica del presidente eletto: è "una buona cosa" che Trump non partecipi, "non è idoneo a servire, è uno dei presidenti più incompetenti di sempre", ha detto Biden (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE SUGI USA - TRUMP TORNA IN VIDEO). Il presidente Usa dovrebbe volare a Mar-a-Lago, in Florida, il 19 gennaio, riporta Cnn citando alcune fonti. Secondo l'agenzia Bloomberg, inoltre, sempre il 19 Trump potrebbe annunciare una serie di concessioni di grazia, incluse quelle per i suoi figli e forse anche quella per se stesso.

Un presidente non disertava l'Inauguration day dal 1869

approfondimento

Assalto Congresso Usa, Biden: risultato attacco di Trump a democrazia

Finora solo altri tre presidenti avevano snobbato l'Inauguration day del loro successore: John Adams, John Quincy Adams e Andrew Johnson. L'ultimo presidente a non partecipare alla cerimonia inaugurale del successore è stato proprio Andrew Johnson, nel 1869. Quest’anno non ci sarà quindi il tradizionale passaggio di consegna alla Casa Bianca tra le due 'first couple', come era successo l'ultima volta nel 2017, con Barack e Michelle Obama che avevano accolto Donald e Melania Trump. E se da un lato il tycoon sarà assente, dall’altro già in molti hanno confermato la loro presenza, come il vicepresidente repubblicano Pence. Proprio su Pence, Biden ha confermato: "Ben venga la sua presenza, è i benvenuto". Saranno resenti anche Bill e Hillary Clinton .

Le ipotesi sulla rimozione di Trump prima del 20 gennaio

approfondimento

Usa, quinta vittima dopo assalto Congresso: morto agente di polizia

Intanto, sulla possibilità di una rimozione del tycoon a meno di due settimane dalla fine del suo mandato, Biden frena nel timore di ulteriori divisioni nel Paese. L'impeachment, ha aggiunto, è una decisione che spetta al Congresso. Ma, incalzata dai deputati del suo partito, la speaker della Camera Nancy Pelosi ha annunciato che se il presidente non si dimetterà immediatamente la "House" procederà con un impeachment lampo, con un voto atteso per metà della prossima settimana. L'ipotesi è di istigazione alla sedizione. Pelosi ha detto che all'impeachment preferirebbe però le dimissioni o il 25esimo emendamento. Trump comunque rischia anche un'inchiesta federale: “Stiamo esaminando il ruolo di tutti gli attori, non solo di quelli che hanno fatto irruzione a Capitol Hill", ha ammonito il procuratore della capitale Michael Shervin.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24