Covid Usa, 210.000 casi e 2.900 morti in 24h. Biden: “Con ok di Fauci farò il vaccino”

Mondo
©Fotogramma

Nuovo record di contagi e vittime secondo i dati della Johns Hopkins University. Il presidente eletto alla Cnn nella prima intervista dopo la vittoria: “Chiederò a tutti gli americani di indossare le mascherine nei miei primi 100 giorni alla Casa Bianca e le renderò obbligatorie negli uffici pubblici”. Poi annuncia che l’immunologo rimarrà nella sua amministrazione. In California torna per tre settimane l'obbligo di restare a casa per tutti coloro che non svolgono attività considerate "necessarie"

Non si ferma l’escalation della pandemia di Covid-19 negli Stati Uniti, dove - secondo i dati della Johns Hopkins University - nelle ultime 24 ore si è registrato il record assoluto di casi e vittime: oltre 210mila nuovi contagi e più di 2.900 morti (COVID: AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - SPECIALE). Intanto il presidente eletto Joe Biden in un’intervista alla Cnn, la prima dall’election day, ha annunciato che chiederà a tutti gli americani di indossare le mascherine nei suoi primi 100 giorni alla Casa Bianca. Poi, incalzato sulla possibilità di vaccinarsi in tv come hanno promesso di fare gli ex presidenti Barack Obama, George W. Bush e Bill Clinton, ha detto che farà il vaccino contro il coronavirus non appena l'immunologo Anthony Fauci gli dirà che è sicuro.

“Un piano aiuti Covid da 900 miliardi sarebbe un buon inizio"

leggi anche

Covid Usa, picco di decessi. Per Obama, Bush e Clinton vaccino in tv

Biden, rispondendo sulla proposta bipartisan presentata da alcuni parlamentari per superare lo stallo sui nuovi aiuti, ha parlato poi di un nuovo piano di aiuti da 900 miliardi di dollari per contrastare l'impatto economico del coronavirus negli Usa, che secondo il presidente eletto "sarebbe un buon inizio". "Non è sufficiente ma sarebbe un buon inizio - ha rimarcato - penso che la proposta debba essere approvata" dal Congresso.

“Fisserò standard nazionali per la lotta al Covid-19”

"Fisserò degli standard nazionali per la lotta al Covid-19", ha detto poi Biden, annunciando che quando si sarà insediato, il 20 gennaio, renderà obbligatorio indossare le mascherine negli uffici pubblici e nelle facility per il trasporto.

Biden ha chiesto a Fauci di restare nell’amministrazione

leggi anche

Coronavirus, il Regno Unito approva l'uso del vaccino Pfizer-BioNTech

Nel corso dell’intervista, Biden ha anche detto di aver chiesto all'immunologo Anthony Fauci di restare nell'amministrazione americana, non solo come direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid), ma anche come nuovo capo degli advisor medici sul coronavirus della Casa Bianca.

Fauci si scusa per i dubbi sull’ok della Gran Bretagna al vaccino Pfizer

E proprio Fauci è finito al centro di una polemica dopo aver manifestato scetticismo sulle procedure di approvazione del vaccino Pfizer nel Regno Unito e aver parlato di un via libera forse frettoloso in un'intervista a Cbs. L'Mhra (Medicine and Healthcare Regulatory Agency) di Londra ha dato il via libera all'antidoto mercoledì e dopo le parole di Fauci ha diffuso un comunicato assicurando di aver effettuato una revisione accurata del vaccino, senza scorciatoie. L’immunologo si è poi scusato sostenendo - sulla Bbc - di avere fiducia sul rigore delle autorità britanniche. "Penso che ci sia stato un fraintendimento - ha detto Fauci - e per questo mi dispiace e mi scuso. Ho fiducia nella comunità scientifica e regolatoria del Regno Unito. Non intendevo accusare di negligenza (l'autorità britannica) anche se è sembrato cosi'". Il virologo in capo ha dunque precisato che l'obiettivo delle sue dichiarazioni era quello di rassicurare l'America, dove c'è scetticismo sul vaccino, sulla serietà del processo di vaglio che richiede più tempo rispetto al Regno Unito. "Se ad esempio lo avessimo approvato ieri o lo facessimo domani ci sarebbero delle critiche - ha spiegato - ma alla fine sarà sicuro, efficace, la gente nel Regno Unito lo riceverà e noi seguiremo presto".

Il governatore della California annuncia 3 settimane di lockdown

vedi anche

Usa, Biden sceglie 7 donne per gestire comunicazione della Casa Bianca

Intanto in California per tre settimane torna l'obbligo di restare confinati a casa per tutti coloro che non svolgono attività considerate "necessarie". Lo ha annunciato in un messaggio video il governatore del Golden State, Gavin Newsom. "Questa sarà la sfida più difficile da quando è scoppiata la pandemia", ha dichiarato Newsom illustrando le nuove restrizioni per contrastare la diffusione del Covid. Il lockdown riguarderà tutte le zone dove la disponibilità di posti nelle terapie intensive scenderà sotto il 15 per cento, visto che negli ospedali ormai i posti letto sono quasi tutti occupati. Dalla contea di Los Angeles alla Bay Area, il picco dei contagi è aumentato in "modo drammatico", ha detto Newsom. Per tre settimane ci sarà inoltre il divieto ai viaggi "non necessari" e le riunioni e attività non essenziali saranno vietate in tutte le aree in cui è forte il timore che la pandemia travolga i reparti ospedalieri. Secondo i dati della Johns Hopkins University, la California risulta al primo posto negli Stati Uniti per numero di contagiati con 1.275.350 casi, mentre i morti sono 19.475: nella giornata di ieri sono stati registrati 28mila nuovi contagi, il maggior numero mai segnalato da uno Stato Usa.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.