Trump: "Elezioni truccate. Non concedo vittoria". Twitter segnala messaggi come fuorvianti

Mondo
©Ansa

Biden "ha vinto solo agli occhi dei media fake news. Io non concedo nulla! Abbiamo una lunga strada da fare”, scrive Trump. Ma il social network continua a far apparire un avviso sotto i cinguettii di questo tipo: "Queste affermazioni sulle frodi elettorali sono controverse". Lo staff del presidente eletto: "È il popolo che decide il presidente, non i tweet di Trump"

Joe Biden "ha vinto solo agli occhi dei media fake news. Io non concedo nulla! Abbiamo una lunga strada da fare. Sono state elezioni truccate!”. Donald Trump non arretra e non ammette la sconfitta alle elezioni americane dello scorso 3 novembre. Con un tweet il tycoon ha ribadito che secondo lui si tratta di un voto falsato e ha assicurato: “Vinceremo". Poi un passaggio anche su nuovo presidente eletto: Biden “ha vinto perché le elezioni sono state truccate”. In seguito, ha twittato: "Le nostre grandi cause che mostrano l'incostituzionalità delle elezioni 2020 e l'oltraggio delle cose che sono state fatte per cambiarne l'esito saranno presentate presto!", lasciando intendere un possibile ricorso alla Corte suprema, dove ha blindato la maggioranza conservatrice con la nomina di tre giudici. Twitter, però, continua a segnalare come fuorvianti quasi tutti i cinguettii in cui Donald Trump denuncia il voto truccato. "Queste affermazioni sulle frodi elettorali sono controverse", recita l'avviso della piattaforma su ciascuno dei tweet (LE TAPPE DI BIDEN VERSO LA CASA BIANCA - I PRIMI 100 GIORNI).

Staff di Biden: "Popolo decide il presidente, non i tweet di Trump"

approfondimento

Usa 2020, da Putin a Kim Jong-un: chi non ha ancora chiamato Biden

A stretto giro è arrivata anche la reazione dello staff di Biden: "I tweet di Donald Trump non rendono Joe Biden presidente o meno. È il popolo americano che lo ha reso presidente", ha detto alla Nbc, Ron Klain, futuro chief of staff del democratico. Klain ha anche chiesto che la prossima settimana la General Services Administration firmi la lettera di accertamento per avviare il processo di transizione, che Trump vuole bloccare.

Trump e l'aiuto di Rudy Giuliani per i ricorsi

approfondimento

Usa, tafferugli a Washington tra sostenitori di Trump e oppositori

Intanto, emerge anche che Trump si è affidato nuovamente a Rudy Giuliani, dopo i crescenti rovesci giudiziari in vari Stati, nei ricorsi contro il voto. Il presidente ha messo il suo avvocato personale alla guida della campagna legale, ma anche della comunicazione pubblica per contestare l'esito delle elezioni. Trump, come scrive il New York Times, starebbe tentando ogni possibile opzione per cambiare i risultati e prova a farlo con quelli che lui vede come "combattenti", spesso fondendo la strategia mediatica con quella legale. Ma il coinvolgimento di Giuliani, ampiamente deriso sui social per la conferenza stampa che si è tenuta in un parcheggio , avrebbe irritato diverse persone nella campagna e alla Casa Bianca.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24