Lione, prete ortodosso ferito da 2 colpi di fucile fuori dalla chiesa: arrestato sospetto

Mondo
©Getty

È accaduto nel 7/o arrondissement, nel centro della città. La vittima, 52 anni e di nazionalità greca, avrebbe detto ai soccorritori di non conoscere la persona che ha aperto il fuoco. Le autorità non hanno ancora lasciato trapelare se propendono per un'azione terroristica o per un atto di criminalità comune. Per ora l'inchiesta resta all'anticrimine

A due giorni dall’attentato nella cattedrale Notre Dame a Nizza, la Francia affronta un’altra aggressione: un prete ortodosso è stato ferito a colpi di arma da fuoco mentre chiudeva una chiesa a Lione. In serata è stato stato arrestato un uomo a Lione, che potrebbe essere il responsabile, secondo quanto scrive il quotidiano locale Le Progres, citando proprie fonti. Secondo il quotidiano on-line, l'uomo corrisponde alla segnalazione diffusa dopo l'aggressione ed è stato arrestato in un kebab. Il motivo dell'attaco ancora non è chiaro. La procura ha aperto un'inchiesta per tentato omicidio, ha fatto sapere che non esclude alcuna ipotesi ma per ora alla procura antiterrorismo non è stato affidato il caso. 

Due colpi di fucile all’addome

leggi anche

Attentato a Nizza, continuano le indagini: fermato quarto uomo

L'episodio è avvenuto nel 7/o arrondissement, nel centro di Lione, vicino a una chiesa greco ortodossa. Secondo quanto si apprende dalla tv Bfm il prete è stato colpito due volte all’addome da un uomo armato di fucile ed è stato subito curato in emergenza sul posto. Stando a informazioni del quotidiano lionese Le Progrès, la vittima era cosciente al momento di entrare nell'ambulanza e ha detto ai soccorritori di non conoscere la persona che l'ha aggredito.

Castex verso la cellula crisi a Parigi

approfondimento

Attentato Nizza, gli spostamenti del killer sbarcato a Lampedusa

Il primo ministro francese, Jean Castex, è immediatamente partito dalla Normandia, dove si trovava in visita, per raggiungere a Parigi il ministro dell'Interno, Gerald Darmanin, che ha attivato una cellula di crisi. Castex si trovava a Saint-Etienne-du-Rouvray, dove nel 2016 fu assassinato da terroristi islamisti il parroco padre Hamel, per una commemorazione e per incontri con le autorità locali.

Prete stava per lasciare diocesi dopo diverse liti

leggi anche

Terrorismo a Nizza, secondo fermo in inchiesta su attentato Notre-Dame

Per ora, l'inchiesta per "tentato omicidio" dopo il ferimento del prete ortodosso di Lione resta alla polizia anticrimine e non passa all'antiterrorismo di Parigi. Sulla vicenda, il sindaco di Lione, Gregory Doucet, ha detto ai giornalisti che "nessuna pista viene privilegiata e nessuna esclusa al momento". Stando a fonti citate dalla tv Bfm, il prete ferito stava per lasciare la diocesi lionese in seguito a "diverse dispute" con persone della sua comunità.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24