Elezioni Usa 2020, iniziata convention dem. Biden: “Se eletto voglio unire, non dividere”

Mondo

Partita a Milwaukee la convention, la prima virtuale a causa della pandemia, che incoronerà il tandem Biden-Harris per la Casa Bianca. Il candidato dem: “Voglio assumermi le responsabilità, non incolpare gli altri”. Michelle Obama lo elogia: “Sa ascoltare e dice la verità. Trump è presidente sbagliato. Appello di Sanders all’unità: è l'elezione più importante della storia

È cominciata ufficialmente la convention dem di Milwaukee per la Casa Bianca, la prima virtuale nella storia Usa a causa della pandemia (GLI ULTIMI SONDAGGI). L’evento è iniziato con alcuni video, tra cui le nipoti di Joe Biden che giurano fedeltà alla bandiera Usa, l'inno americano cantato da ragazzi dei vari Stati americani e la 'benedizione' del reverendo Gabriel Salguero. Tra gli oratori la senatrice ed ex candidata presidenziale Amy Klobuchar, il governatore di New York Andrew Cuomo, la sua collega del Michigan Gretchen Whitmer e, alla fine, le due stelle della serata, intitolata "We People": il senatore socialista Bernie Sanders e l'ex first lady Michelle Obama. Biden twitta: “Se eletto voglio unire, non dividere” (L'ESORDIO DEL TANDEM BIDEN-HARRIS).

Fratelli Floyd alla convention democratica 

leggi anche

"Non spararmi, agente, per favore", nuovo video fermo di George Floyd

Ci sono anche i fratelli di George Floyd, l'afroamericano ucciso dalla polizia a Minneapolis, alla convention democratica. "Mio fratello era un altruista, faceva sempre sacrifici per la sua famiglia, i suoi amici e anche per gli estranei", ha detto Philonise Floyd con accanto l'altro fratello Rodney Floyd. Philonise Floyd, prima di citare alcune delle vittime dell'uso eccessivo della forza da parte della polizia, ha chiesto di osservare un momento di silenzio per ricordare il fratello e le altre vittime perse "a causa dell'odio e dell’ingiustizia". La convention dem è cominciata affrontando come prima tema quello delle ingiustizie razziali. Ne hanno parlato il fratello dello stesso Floyd, la sindaca della capitale Muriel Bowser, il deputato Jim Clyburn e Joe Biden in un video preregistrato con alcune persone, tra cui la madre di Eric Garner, anche lui ucciso dalla polizia.

Biden: se eletto voglio unire, non dividere

leggi anche

Usa 2020, Cnn: si riduce vantaggio dem, Biden al 50%, Trump al 46%

"Ecco la promessa che vi faccio: se sarò eletto presidente, sceglierò sempre di unire piuttosto che di dividere”, ha twittato il candidato dem Joe Biden. “Mi assumerò le responsabilità, anziché incolpare gli altri. Non dimenticherò mai che l'incarico non riguarda me, ma voi”.

Michelle Obama: Biden sa ascoltare e dice la verità

L'ex first lady Michelle Obama nel suo discorso alla convention dem ha detto: "Conosco Joe Biden, è un uomo profondamente perbene" che "sa ascoltare", che "dirà la verità" e che "crede nella scienza. Joe è stato un magnifico vicepresidente" e come presidente "farà piani intelligenti, gestirà buoni team e governerà come qualcuno che ha vissuto una vita che tutti noi possiamo riconoscere", ha proseguito. "Ovunque guardiamo questa Casa Bianca vediamo caos, divisione e totale carenza di empatia”, ha detto Michelle Obama aggiungendo che Donald Trump è "il presidente sbagliato per il nostro Paese" ed è "chiaramente in una situazione più grande di lui”. Secondo la moglie di Barack Obama, l’economia Usa è allo sbando "a causa del virus che questo presidente ha minimizzato troppo a lungo”. Infine ha invitato gli americani a votare in anticipo, per posta o di persona, purché lo facciano. "È difficile vincere con equità e giustizia, stanno facendo tutto per ostacolare il voto", ha ammonito, invitando a "fare il possibile per eleggere il mio amico Joe Biden" (BARACK OBAMA CONTRO TRUMP).

Sanders: è l'elezione più importante della storia

leggi anche

Usa 2020, esordio per Biden e Harris: "Trump semina odio e divisioni"

Bernie Sanders intervenendo alla convention democratica ha detto che "questa è l'elezione più importante della nostra storia moderna. Siamo alle prese con una crisi sanitaria e un collasso economico senza precedenti dalla Grande Depressione”. Secondo l’esponente dem, Donald Trump è una "minaccia alla nostra democrazia” che sta spingendo il "Paese verso l’autoritarismo”. Infine ha promesso: "Lavorerò con i progressisti, con i moderati e anche con i conservatori per salvare il Paese dalla minaccia di Donald Trump”. Lanciando un appello all'unità anche ai suoi sostenitori ha aggiunto: "Il nostro movimento continua e diventa sempre più forte ma se Trump verrà rieletto tutti i progressi fatti finora saranno in pericolo” (BIDEN A SANDERS: HO BISOGNO DI TE).

Cuomo: Trump ha peggiorato le divisioni

Il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, ha detto che "Donald Trump non ha creato la divisione iniziale, la divisione ha creato Trump e lui l'ha solo peggiorata”. "Il nostro Paese è in crisi. Abbiamo assistito al fallimento di un governo che ha cercato di negare il virus, di ignorarlo e poi di politicizzarlo. Ora, a sei mesi dall'inizio della pandemia il paese è ancora impreparato”. Nel suo messaggio ha aggiunto che "la leadership conta e noi abbiamo bisogno di un buon leader come sono buoni gli americani. E quel leader è Joe Biden: può risanare l'anima dell'America".

Quattro repubblicani per Biden. Kasich, siamo a bivio

leggi anche

Ocasio-Cortez, il discorso in risposta agli insulti di Yoho. VIDEO

Quattro repubblicani alla convention democratica appoggiano Joe Biden. "L'America è al bivio", dice l'ex governatore dell'Ohio, John Kasich. "Sono un repubblicano ma quello a cui ho assistito in questi quattro anni ha tradito gli ideali" conservatori, aggiunge. Oltre a Kasich, gli altri repubblicani presenti sono l'ex governatrice del New Jersey Christine Todd Whitman, l'ex amministratore delegato di Hewlett-Packard Meg Whitman e Susan Molinari. L'ex governatore dell'Ohio John Kasich ha detto: “Conosco Joe Biden, la sua saggezza e la sua moralità, lui può unirci per aiutarci a trovare una via migliore", ha aggiunto, pur riconoscendo che lui e Biden dissentono in alcune aree. La prima polemica della convention dem è della deputata progressista Alexandria Ocasio-Cortez, giovane star del partito, che  ha criticato Kasich, perché ha firmato una delle leggi più restrittive sull'aborto. "Possiamo costruire ponti e non perdere di vista i nostri valori. E' importante ricordare che Kasich è un anti abortista estremista. Lui al 100% firmerà (e lo ha già fatto) perché rinunciamo ai nostri diritti riproduttivi appena ne avrà l'opportunità, twitta.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.