Usa 2020, esordio per Biden e Harris: "Trump semina odio e divisioni, predatore seriale"

Mondo
©Getty

Il candidato dem alla Casa Bianca e la senatrice appena scelta come vicepresidente sono apparsi per la prima volta insieme, a un evento in Delaware. Biden attacca: "Trump vuole manipolare le elezioni". I sondaggi premiano la senatrice californiana: quasi 9 elettori dem su 10 appoggiano la sua candidatura a vicepresidente

Prima apparizione pubblica in coppia per il candidato alla Casa Bianca Joe Biden e Kamala Harris, la senatrice appena scelta dall’esponente dem come vicepresidente. Il tandem debutta con l'attacco al presidente statunitense Donald Trump. "Semina odio e divisioni", le parole di Harris, che poi ha aggiunto: "È un predatore seriale". "Se vincerò – è invece la promessa di Biden - il primo giorno telefonerò ai Paesi Nato e dirò 'siamo tornati, non abbandoniamo i nostri amici, non tratteremo l'Alleanza come un racket di estorsioni'". Intanto la scelta di Harris sembra aver convinto l'elettorato. Sulle ali dell'entusiasmo, i dem hanno raccolto la cifra record di 26 milioni di dollari in 24 ore e secondo i sondaggi quasi nove democratici su dieci approvano la scelta di Kamala Harris come candidata alla vicepresidenza.

Biden e Harris all'attacco di Trump

approfondimento

Kamala Harris, chi è la vice scelta da Joe Biden

"Alla Casa Bianca abbiamo una persona che sta tentando di seminare odio e di dividerci", ha detto Harris,  intervenuta insieme a Biden a una raccolta fondi in Delaware. "Questo non ispira speranza, ispira rabbia, paura, contrasti". Biden ha rilanciato la sua convinzione che "Donald Trump e i repubblicani faranno il possibile per manipolare queste elezioni" e che il presidente "sta tentando di screditarle" e "proverà a rinviarle". Il candidato dem alla Casa Bianca ha sostenuto che Trump "sta tentando di tagliare i fondi alle poste perché se n'è uscito con quest'idea ridicola che il voto per posta è fraudolento, mentre lui sta dietro una scrivania e spedisce la sua scheda nelle sue primarie in Florida". Biden ha poi sostenuto che Trump "rifiuta di riconoscere che Vladimir Putin e la Russia sono impegnati a manipolare queste elezioni", ha affermato. "La comunità di intelligence lo ha detto pubblicamente, non vogliono che io sia presidente", ha proseguito Biden, accusando Trump di non aver aver mai sollevato con lui il problema delle ricompense russe ai talebani che uccidono soldati americani in Afghanistan.

Harris: "Trump predatore seriale"

leggi anche

Kanye West potrebbe diventare un'arma dei repubblicani contro Biden

"Non ho paura di Donald Trump, mi sono opposta a Trump e a persone come lui in tutta la mia carriera. Lui non mi spaventa", ha aggiunto la candidata dem alla vicepresidenza in una email ai suoi sostenitori. Trump "è un predatore seriale e io ho speso la mia carriera a metterli in galera", ha scritto, elencando poi altre sue battaglie. "Ha tentato di togliere l'assistenza sanitaria agli americani - ha proseguito - e io ho combattuto per difendere l'Obamacare, ha fondato un college per profitto che ha truffato gli studenti e io ho perseguito scuole for-profit perché rendessero conto alla giustizia della loro attività, ha dato agevolazioni fiscali alla grandi società ed io ho ottenuto 25 milioni di dollari per i proprietari di case in California che erano stati defraudati".

Sondaggi, Harris più popolare di Biden tra donne e giovani

leggi anche

Usa 2020, video di Kamala Harris: “Ora l'America ha bisogno di azione”

Nei sondaggi, che premiano al momento la scelta della senatrice californiana, Kamala Harris risulta più popolare di Joe Biden tra le donne (60% contro il 53%), tra gli americani più giovani, ossia sotto i 35 anni (62% a 60%) e anche tra alcuni repubblicani (25% a 20%), evidenziando così il suo potenziale per rafforzare il sostegno all'ex vicepresidente. È il dato che emerge da un sondaggio Reuters/Ipsos diffuso mercoledì. La rilevazione indica inoltre che il 60% degli americani, incluso l'87% dei dem e il 37% dei repubblicani, considera la scelta della Harris - prima donna afroamericana e asiatica ad essere nominata per la vicepresidenza - una "tappa fondamentale" per gli Stati Uniti.

Mondo: I più letti