Bielorussia, Lukashenko dispiega esercito a confini occidentali: "Opposizione vuole golpe"

Mondo
©Ansa

Il presidente, rieletto il 9 agosto e contestato dai manifestanti che da giorni protestano, ha schierato le unità da combattimento a Ovest. Il Consiglio di coordinamento dell'opposizione sta cercando di "prendere il potere con un colpo di Stato, con tutte le conseguenze del caso", ha attaccato. L’opposizione replica: "Promesse di nuove elezioni un trucco". Putin: "Inaccettabili interferenze". L’attaccante Shkurin rifiuta di scendere in campo con la Nazionale “finché il regime sarà al potere"

La Bielorussia ha dispiegato le unità da combattimento dell'esercito ai sui confini occidentali e le ha portate in piena operatività. Lo ha annunciato il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, dopo che da giorni proseguono le proteste dell’opposizione contro la sua rielezione. Il Consiglio di coordinamento dell'opposizione sta cercando di "prendere il potere con un colpo di Stato, con tutte le conseguenze del caso", ha attaccato Lukashenko, minacciando di adottare "tutte le misure adeguate" per contrastare gli obiettivi dell'opposizione. Ha poi accusato l'opposizione di voler ritirare il Paese "dall'Unione con la Russia, dal Trattato di sicurezza collettiva e chiudere due basi russe". Inoltre, "vogliono vietare la lingua russa e introdurre dazi e dogane con la Russia", ha aggiunto, secondo quanto riporta Interfax.

La creazione del Consiglio di Coordinamento

leggi anche

Bielorussia, ancora proteste: Lukashenko apre a nuove elezioni

Nei giorni scorsi, dalla Lituania, Svetlana Tikhanovskaya - candidata alla presidenza della Bielorussia e principale rivale di Lukashenko - ha annunciato la creazione di un consiglio di coordinamento per garantire il trasferimento dei poteri, sottolineando di essere pronta al dialogo. "La composizione principale del Consiglio di Coordinamento sarà formata in modo tale da rappresentare al meglio il popolo bielorusso", si legge su Facebook. "Le candidature di chi scrive una nuova pagina della storia bielorussa, compresi i delegati delle nostre più grandi fabbriche, sono in fase di elaborazione". Tra le figure già scelte, oltre ai rappresentanti delle principali forze dell'opposizione, spiccano professori, imprenditori, giornalisti, attivisti dei diritti umani, rappresentanti degli studenti, artisti.

Opposizione: "Promesse di Lukashenko un trucco"

leggi anche

Bielorussia, Chuck Norris contro Lukashenko in un video virale

L'opposizione bielorussa intanto non si fida della promessa del presidente Alexander Lukashenko di nuove elezioni dopo la riforma della Costituzione. Lo ha detto un rappresentante dello staff del candidato presidenziale Viktor Babariko. "Negli ultimi 26 anni abbiamo sentito vari tipi di promesse da parte di Lukashenko ma purtroppo sono solo parole, sono vuote, non sono mai state mantenute. Per noi questa promessa, come per altri, è solo un trucco e un tentativo di rimanere al potere ad ogni costo", ha detto a Interfax l'addetto stampa di Babariko, Gleb Germanchuk.

Continuano le proteste

leggi anche

Voto Bielorussia, da Ue sanzioni ai "responsabili della repressione"

Nel frattempo, continuano le proteste contro la rielezione di Lukashenko. Diverse centinaia di manifestanti si sono radunati fuori dalla prigione di Minsk, dove è detenuto Serghei Tikhanovsky, marito di Svetlana Tikhanovskaya, per celebrare il suo 42esimo compleanno. Serghei Tikhanovsky, popolare blogger, è stato imprigionato insieme ad altri rivali del presidente in vista delle elezioni. Tenendo in mano palloncini rossi e bianchi, i colori dell'opposizione, i manifestanti hanno applaudito e cantato "buon compleanno" a Tikhanovsky. In un messaggio video Tikhanovskaya ha detto che suo marito stava passando il suo compleanno in prigione perché accusato di "un crimine che non ha commesso". "Tutta questa palese illegalità e ingiustizia mostra come funziona questo sistema marcio, in cui una persona controlla tutto, una persona che ha tenuto il Paese nella paura per 26 anni, una persona che ha rubato ai bielorussi la scelta", ha detto.

Putin: "Inaccettabili interferenze"

leggi anche

Bielorussia, Lukashenko: “Putin mi ha assicurato il suo aiuto”

Donald Trump intanto ha detto che parlerà con Mosca delle proteste in Bielorussia. Proteste che "sembrano molto pacifiche", ha sottolineato. Il tycoon, parlando alla Casa Bianca con i cronisti, ha osservato che non pare esserci molta democrazia in Bielorussia e che a lui la democrazia piace. Il presidente russo Vladimir Putin ha invece sottolineato in due conversazioni telefoniche con Macron e Merkel che ogni tentativo di interferire nella situazione interna della Bielorussia è "inaccettabile". La cancelliera tedesca ha invece dichiarato "che il governo bielorusso deve impegnarsi ad evitare la violenza contro i manifestanti pacifici, rilasciare immediatamente i prigionieri politici e avviare un dialogo con l'opposizione e la società per superare la crisi".

Shkurin si rifiuta di giocare per la Nazionale

Intanto le proteste coinvolgono anche il mondo del calcio: dopo l'arresto di Saroka, attaccante del Bate Borisov, un altro giocatore si schiera apertamente contro Lukashenko. Si tratta dell’attaccante del Cska Mosca e della Bielorussia Ilya Shkurin, che ha criticato duramente i vertici del Paese, rifiutandosi di scendere in campo con la maglia della Nazionale. "Mi rifiuto di rappresentare gli interessi della selezione finché il regime di Lukashenko sarà al potere. Lunga vita alla Bielorussia”, ha scritto su Instagram.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.