Francia, il governo aumenta i salari del personale sanitario dopo l'emergenza coronavirus

Mondo

Stanziati 8 miliardi per un incremento medio degli stipendi di 183 euro al mese. La maggior parte delle risorse andrà a coprire le paghe del personale non medico. Ma una parte degli impiegati del settore protesta in place de la Bastille

L’emergenza coronavirus (IL LIVE) sembra aver davvero avuto il potere di rivalutare il lavoro del personale sanitario. Almeno in Francia, dove il governo ha disposto un aumento dei salari del settore pari a 8 miliardi di euro. L’accordo è stato siglato con le associazioni sindacali al termine di sette settimane di trattative sulla situazione della sanità pubblica e dei suoi impiegati, che ora riceveranno un aumento medio di 183 euro al mese.

Tra i più colpito in Europa

vedi anche

Francia, Jean Castex vara nuovo governo formato da 16 ministri. FOTO

Il Paese è tra i più duramente colpiti dalla pandemia in Europa, con oltre 200mila contagi e 30mila morti. Il nuovo primo ministro francese Jean Castex ha salutato l’accordo come “un momento storico per il nostro sistema sanitario”: “È il primo dei riconoscimenti dovuti a chi è stato in prima linea nella lotta all’epidemia - ha detto Castex durante la firma.

Aumenti soprattutto per il personale non medico

leggi anche

Coronavirus Francia, Macron: anche Parigi è zona verde, tutto riaperto

La maggior parte degli aumenti copriranno i salari di infermieri, operatori sanitari e personale non medico. Ai medici del settore pubblico è stata riservata una quota che si aggira intorno ai 450mila euro. La misura rientra nelle politiche di giustizia sociale su cui Macron ha detto di voler concentrare la seconda parte del suo mandato. La firma è arrivata alla vigilia del 14 luglio, festa nazionale della presa della Bastiglia, che quest'anno si celebra senza pubblico (FOTO) per via dell'emergenza Covid-19.

 

Tensioni in place de la Bastille

Non tutti gli impiegati del settore sanitario sono però favorevoli all'iniziativa. In place de la Bastille, a Parigi, ci sono stati momenti di tensione per l'arrivo di qualche migliaio di manifestanti che protestano contro l'accordo firmato ieri da 3 sindacati su 5 della loro categoria per aumenti salariali medi di 183 euro a lavoratore. Mentre alla sfilata del 14 luglio i loro colleghi hanno ricevuto l'omaggio più solenne della giornata, a qualche chilometro di distanza gli altri camici bianchi cominciavano a manifestare. Dopo qualche carica della polizia e lancio di lacrimogeni, a Bastille sembra tornata la calma.

Mondo: I più letti