Corea del Nord, riecco Kim Jong-un: "Contro il Covid brillante successo". VIDEO

Mondo
©Getty

Il leader del Partito dei Lavoratori è riapparso in tv per rivendicare l'efficacia delle proprie azioni contro la pandemia. Ufficialmente Pyongyang non registra casi di contagio, ma ci sono dubbi sulla veridicità del dato e sulla capacità di contenimento del virus da parte del regime

Il leader nord-coreano Kim Jong-un è riapparso in tv per celebrare il "brillante successo" del suo Paese nella lotta contro la pandemia di Covid-19. Lo riporta l’agenzia di stampa locale Korean Central News Agency (Kcna). Nonostante Pyongyang affermi di non aver registrato finora alcun caso di infezione, il governo ha comunque chiesto ai cittadini di non abbassare la guardia contro la malattia per evitare una crisi sanitaria (CORONAVIRUS, AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE)

"Abbiamo impedito che il virus maligno facesse breccia"

leggi anche

Nord Corea fa esplodere ufficio di collegamento con la Corea del Sud

Kim Jong-un ha parlato della questione coronavirus ieri, 2 luglio, durante un vertice del Politburo del Partito dei Lavoratori, da lui presieduto. Stando al leader nord-coreano, negli ultimi sei mesi le autorità avrebbero "scrupolosamente impedito che il virus maligno facesse breccia e mantenuto stabile la situazione anti-epidemica nonostante la crisi sanitaria mondiale, il che è un brillante successo raggiunto dalla lungimirante leadership del Comitato Centrale del partito". Il meeting ha anche esaminato la costruzione dell'ospedale generale di Pyongyang, su cui il leader ha espresso la soddisfazione per l'andamento dei lavori in linea con la tabella di marcia "malgrado le condizioni difficili e sfavorevoli".

Forti dubbi sui contagi zero in Corea del Nord

leggi anche

Corea del Nord, truppe riposizionate in due aree smilitarizzate

Ufficialmente la Corea del Nord non registra contagi da Covid-19, ma ci sono forti dubbi sulla veridicità del dato e sulla capacità di contenimento del virus da parte del regime. Tra i primi a chiudere i confini dopo lo scoppio dell'epidemia in Cina a gennaio scorso, il Paese asiatico ha sottoposto centinaia di cittadini stranieri presenti sul proprio territorio, in gran parte diplomatici, alla misura della quarantena. Nella capitale Pyongyang, secondo fonti diplomatiche citate dalla Cnn, le persone indosserebbero le mascherine protettive e sarebbero in atto alcune misure di distanziamento sociale. Nel frattempo, la vita scorrerebbe normale, con la riapertura di scuole, uffici, cantieri, esercizi commerciali e alberghi. Kim Jong-un ha però avvertito la popolazione che un allentamento delle misure potrebbe portare a una crisi "inimmaginabile e irrecuperabile".

Prima apparizione di Kim dopo settimane

leggi anche

Corea del Nord, Kim Jong-Un vieta il sesso tra adolescenti

Il discorso citato dalla Kcna segna la prima apparizione di Kim nelle ultime settimane: il dittatore ha diradato i propri impegni pubblici innescando, ad aprile scorso, speculazioni sulle sue condizioni di salute, a causa di una prolungata assenza dai riflettori.

Mondo: I più letti