Funerali Floyd, la nipote: America mai stata grande. Biden: ora giustizia razziale

Mondo

In Texas, durante l'ultimo saluto al 46enne afroamericano, la giovane nipote dell'uomo lancia un forte messaggio, criticando lo slogan di Trump: "Qualcuno dice Make America Great Again, ma quando mai l'America è stata grande!”. Videomessaggio del candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden: "Gli Stati Uniti non possono ancora una volta ignorare quel razzismo che continua a pungere la nostra anima"

"Qualcuno dice Make America Great Again, ma quando mai l'America è stata grande!”. L’urlo di Brooke Williams, la giovanissima nipote di George Floyd, si leva nella The Fountain Praise Church di Houston, durante l'ultimo saluto al 46enne afroamericano morto durante un arresto (FOTO). "Basta crimini d'odio, per favore, basta! Perché il sistema deve essere così malvagio e corrotto, bisogna fare giustizia", ha aggiunto la giovane ricordando come nessuno degli agenti coinvolti nella morte dello zio abbia mostrato segni di pentimento. Ma durante l’ultimo saluto a Floyd è intervenuto, con un videomessaggio, anche l’ex vicepresidente e ora candidato democratico alla Casa Bianca, Joe Biden: “È tempo per una giustizia razziale”, ha incalzato.

floyd funerale
Brooke Williams, la nipote di George Floyd durante le celebrazioni a Houston, 9 giugno 2020 - ©Getty

Biden: "Usa non possono ignorare razziso che punge l'anima"

approfondimento

Morte George Floyd, muro della Casa Bianca diventa un memorial. FOTO

 "Gli Stati Uniti non possono ancora una volta ignorare quel razzismo che continua a pungere la nostra anima, quell'abuso sistematico che rappresenta ancora una piaga in America”, ha poi aggiunto Biden. L'ex vicepresidente americano ha ricordato in particolare la figlia di George Floyd, Gianna, 6 anni: "Nessun bambino dovrebbe essere costretto a chiedere perché il proprio padre se ne è andato. E troppi bambini afroamericani lo hanno dovuto chiedere per generazioni".

floyd funerale
Il videomessaggio di Joe Biden - ©Getty

L'ultimo saluto per Floyd a Houston

approfondimento

George Floyd, Will Smith: "Da sempre scorre un fiume rosso sangue"

L'addio a George Floyd, dopo giorni di commemorazioni, si è tenuto nella sua Houston, in Texas, dove sono accorsi in migliaia per l'ultimo saluto al 'gigante buono', Big Floyd come lo chiamavano affettuosamente gli amici. Poi la sepoltura accanto alla madre, morta nel 2018. Durante la cerimonia funebre, molti parenti e amici di Floyd hanno indossato una mascherina con il volto dell'uomo. Altri invece hanno mostrato sui dispositivi sanitari, all'altezza della bocca, la scritta "I can't breathe", "non posso respirare", la frase che il 46enne ha pronunciato durante l'aggressione.

Mondo: I più letti