Coronavirus, nel Regno Unito 563 morti in 24 ore. Il principe Carlo ricompare in video

Mondo

Il Paese conta attualmente 2.352 decessi e 29.474 contagi. Effettuati 10mila tamponi al giorno, 153mila dall’inizio della crisi. L’erede al trono britannico in un filmato ufficiale rivolge un messaggio agli anziani augurando “tempi migliori”. Nelle carceri 69 positivi

Anche nel Regno Unito si aggrava il bilancio dell’epidemia di coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE). Secondo i dati del ministero della Sanità britannico aggiornati a oggi, 1 aprile, nelle ultime 24 ore si sono registrati 563 nuovi decessi, concentrati soprattutto in Inghilterra e a Londra, che portano il totale delle vittime a 2.352. I contagi censiti sono diventati 29.474, 4.324 più di ieri, con poco meno di 153mila tamponi effettuati, a un ritmo di quasi 10mila al giorno (LE TAPPE DELL'EPIDEMIA - LE FOTO SIMBOLO - LE NOTIZIE DELLA FARNESINA SUL REGNO UNITO).

Il videomessaggio del principe Carlo

Nel frattempo il principe Carlo, guarito dal Covid-19 e non più infettivo, secondo i medici britannici, è riapparso in pubblico - sebbene solo in video - dopo una settimana di isolamento nella tenuta scozzese di Balmoral. Nel filmato, diffuso da Clarence House, l’erede al trono 71enne ha rivolto un messaggio ai sudditi e in particolare agli anziani, augurando loro “tempi migliori”, ringraziando il personale sanitario e definendo la situazione collettiva di isolamento come una “esperienza strana, frustrante, a tratti angosciante”. “Il cuore mio e di Camilla è con tutte le persone anziane del Paese che in questo tempo affrontano difficoltà”, ha detto, oltre che “con tutti coloro che hanno perduto persone care o devono sopportare la malattia, l’isolamento e la solitudine”.

Nelle carceri britanniche 69 positivi

C’è attenzione anche sulla situazioni nelle carceri britanniche: stando ai dati diffusi oggi dal ministero della Giustizia, sono almeno 69 i detenuti contagiati, sparsi in 25 istituti penitenziari del Regno Unito. Sono stati tutti isolati, ma si teme che la cifra reale dei detenuti positivi al Covid-19 sia superiore.

Mondo: I più letti