Coronavirus, in Usa vittime raddoppiate in due giorni. In Stato New York 60mila casi

Mondo

Un bimbo di un anno morto a Chicago. Secondo il governatore dell’Illinois il decesso sarebbe legato al Covid-19. In totale gli Stati Uniti registrano oltre 125mila casi di contagio. La Casa Bianca sconsiglia gli spostamenti tra Stati ma senza chiuderne i confini

Si fa sempre più pesante l'emergenza coronavirus negli Usa. I contagi sono oltre 125mila, di cui circa 60mila solo nello Stato di New York, tra cui numerosi agenti di polizia. Oltre 2mila le vittime totali. Tra loro anche un bambino di meno di un anno di età, morto a Chicago, in Illinois, e il cui decesso sarebbe legato alla pandemia (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE). Lo ha fatto sapere il governatore dello Stato, J. B. Prtizker. Si tratta per il momento della vittima più giovane del Covid-19 negli Usa e tra le poche registrate nel mondo: in Cina, a Wuhan, come scrive la Bbc a inizio febbraio era stata resa nota la morte di un neonato e alcuni giorni fa in Francia è morta una 16enne, ma i dati complessivi mostrano come la patologia colpisca più duramente le persone anziane. In Italia, secondo le statistiche dell’Istituto Superiore di Sanità aggiornate al 26 marzo, non risultano decessi da Covid-19 sotto i 30 anni, i casi di contagio sotto i 18 anni sono l’1% del totale e un terzo di questi riguardano bambini sotto l’anno di età (LA MAPPA GLOBALE DEL CONTAGIO - LE TAPPE DELL'EPIDEMIA - LE FOTO SIMBOLO).

Indagini in corso sul decesso

Il responsabile della Sanità dell’Illinois, Ngozi Ezike, ha fatto sapere che “un’indagine è stata avviata sul caso” per accertare le cause della morte del neonato, aggiungendo che si tratta del primo decesso di un bambino per il virus negli Usa. Il piccolo viveva nella contea di Cook, alla periferia di Chicago. Non sono stati forniti, al momento, altri dettagli.

Oltre 125mila casi e 2mila vittime

Nel frattempo l’epidemia di coronavirus si allarga negli Stati Uniti, a oggi il Paese con il maggior numero di casi di positività accertati. Secondo le cifre più aggiornate, i contagiati sono oltre 125mila e le vittime più di 2mila, raddoppiate negli ultimi due giorni. Tra gli Stati più colpiti c’è quello di New York dove, come affermato dal governatore Cuomo, i casi di Covid-19 sono 59.513, di cui 8.503 ricoverati in ospedale e 2.037 in terapia intensiva. Nello Stato, il numero dei morti sale a 965 dai 728 di sabato 28 marzo. Tuttavia il presidente Donald Trump ha rinunciato all’idea di mettere in quarantena lo Stato, insieme a New Jersey e Connecticut, limitandosi a sconsigliare gli spostamenti nei e dai tre Stati senza chiuderne i confini. Anthony Fauci, il maggiore esperto americano di malattie infettive, in un'intervista a Cnn, avverte: "Temiamo milioni di casi" di Coronavirus e "fra i 100mila e 200mila morti".

New York: 736 agenti in divisa sono contagiati

La situazione è particolarmente critica nello Stato di NY. Qui sono 730 gli agenti in divisa e 96 gli impiegati civili della polizia contagiati dal coronavirus. Lo scrive la Cnn citando fonti ufficiali che segnalano come il totale sia già a 826 casi di positività. Ventinove persone sono ricoverate in ospedale e un in condizioni critiche. Al di là di questi casi, il Dipartimento, che conta circa 36.000 agenti, ha oltre 4.662 agenti in malattia, pari a circa il 12% del reparto. Il NYPD sta consigliando a tutti i dipendenti che ne hanno la possibilità, e alle donne in gravidanza, di chiedere ai loro ufficiali in comando di lavorare da casa.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.