Famiglie di migranti separate, Trump nella copertina-denuncia del Time

La copertina del Time e lo scatto di John Moore (Getty) a cui è ispirata
2' di lettura

Il settimanale americano dedica l'apertura alla crisi scoppiata al confine tra Usa e Messico per la politica di tolleranza zero dell'amministrazione del tycoon. Lo scatto da cui prende ispirazione l'illustrazione è del premio Pulitzer John Moore per Getty Images

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in piedi che, dall'alto, scruta con posa intimidatoria e un sorriso quasi beffardo una bambina migrante in lacrime. È la copertina-denuncia del settimanale americano Time dell'edizione del 2 luglio 2018, intitolata "Welcome to America" (benvenuti in America) e dedicata alla crisi dei migranti al confine tra Messico e Stati Uniti. L'illustrazione riprende l’ormai iconico scatto della bimba che si dispera in lacrime, mentre la mamma viene perquisita dalla polizia di frontiera, vicino al confine, nella città di McAllen in Texas.

La storia della foto

La foto della piccola, una bambina di due anni dell'Honduras, era stata scattata dal premio Pulitzer John Moore per Getty Images: madre e figlia erano state fermate e poi portate in centri di accoglienza e, molto probabilmente, separate. Lo scatto è diventato il simbolo della "tolleranza zero" dell'amministrazione americana e ha contribuito a scatenare un forte dibattito su scala mondiale. Le polemiche e la pressione su Trump hanno indotto il tycoon ad annunciare la firma di un ordine esecutivo che evita la separazione delle famiglie di migranti al confine con il Messico. "È stato difficile per me. Appena finito, sono stati messi in un furgone. Mi sono dovuto fermare e fare respiri profondi", ha raccontato Moore al Time, descrivendo la sua reazione alla scena della bambina in lacrime mentre sua madre veniva arrestata. "Tutto quello che avrei voluto era prenderla in braccio e abbracciarla. Ma non ho potuto".

Leggi tutto
Prossimo articolo