Trump apre a una stretta sulle armi: "Migliorare i controlli"

Mondo
Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump (Foto: Getty)

Cinque giorni dopo la strage in Florida, il presidente degli Stati Uniti fa sapere, attraverso un suo portavoce, che sarebbe favorevole a restrizioni sull’utilizzo e la diffusione. Potrebbe essere presentata una legge bipartisan al Senato

Dopo l’arresto di Nikolas Cruz, il ragazzo di 19 anni che mercoledì 14 febbraio ha compiuto una strage in un liceo della Florida provocando 17 morti e nello stesso giorno in cui un tredicenne del Missouri è stato arrestato con l'accusa di aver minacciato una sparatoria in una scuola, Donald Trump, apre a una stretta sulle armi da fuoco. Il presidente americano - ha detto uno dei portavoce della Casa Bianca, Raj Shah - sostiene gli sforzi per migliorare il sistema di controlli federali sull'acquisto di pistole e fucili. La base per questo tipo di azione potrebbe essere - ha spiegato ancora il portavoce - una legge bipartisan presentata al Senato.

La prima apertura di Trump

Quella avvenuta dopo la follia omicida dello studente nel Campus in Florida (FOTO), è la prima vera apertura sul fronte delle armi da parte del presidente Trump. Il tycoon finora è stato nettamente contrario a ogni intervento, oltre che legato a filo doppio con la lobby della National Rifle Association (Nra), che lo ha sostenuto nella sua corsa alla Casa Bianca. Prima delle elezioni presidenziali, Trump aveva detto: "È in gioco il secondo emendamento della Costituzione", quello che riconosce la libertà per ogni americano di possedere un'arma.

13enne arrestato

A pochi giorni dalla sparatoria nella scuola in Florida, un tredicenne del Missouri è stato arrestato con l'accusa di aver minacciato una sparatoria in una scuola con un fucile AK-47 in un video postato su social media, secondo quanto riferisce la stampa locale. La Polizia di Republic - la città del Missouri dove il ragazzo è stato arrestato - ha fatto sapere di aver sequestrato armi e altre prove dalla casa dove il ragazzo viveva. 

Le armi negli Usa

Da un'indagine del Pew Research Center del 2017, emerge che più di un quarto dei giovani americani tra 18 e 29 anni (27%) possiede un'arma in casa. La percentuale sale al 33% per la popolazione al di sopra dei 50 anni. Secondo una ricerca di Gallup riferita al 2017, il 42% delle famiglie statunitensi detiene in casa una o più armi, percentuale quasi invariata negli ultimi 45 anni. 

Percentuale di popolazione Usa con almeno un'arma in casa nel 2017, per fasce d'età

Le famiglie Usa che possiedono una o più armi

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24