Elezioni, Lega battuta da Fratelli d'Italia a Pontida. Il sindaco: “Ce lo aspettavamo”

Lombardia

Nella cittadina simbolo del Carroccio il partito di Giorgia Meloni ha ottenuto 514 voti, pari al 30,65% delle preferenze, mentre quello guidato da Matteo Salvini si è posizionato al secondo posto con il 23,45% dei consensi, pari a 393 voti. “Il voto di domenica non si discosta dalla media della Bergamasca, il risultato è questo ovunque”, ha spiegato il primo cittadino Pierguido Vanalli

ascolta articolo

A Pontida, solo una settimana dopo la domenica sul pratone sacro della Lega, dello scorso 19 settembre, con migliaia di militanti a festeggiare, il partito di Matteo Salvini incassa la prima sconfitta elettorale della sua storia, beffata in casa, nella cittadina simbolo del Carroccio, da Fratelli d'Italia. Il partito di Giorgia Meloni ha ottenuto 514 voti, pari al 30,65% delle preferenze, mentre Salvini resta al palo, con la Lega secondo partito con il 23,45% dei consensi e 393 voti incassati. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE SULLE ELEZIONI - TOTOMINISTRI)

Il sindaco di Pontida: “Il voto non si discosta dalla media della Bergamasca”

approfondimento

Lega: fiducia unanime a Matteo Salvini dal consiglio di via Bellerio

"Che le devo dire, non sono certo contento, ma ce l'aspettavamo, non posso parlare di risultato imprevisto, magari pensavo che Meloni non prendesse tutti questi voti", ha detto Pierguido Vanalli, sindaco di Pontida rispondendo all'AdnKronos. Per il primo cittadino leghista il paese è identificato con la Lega "perché siamo Pontida, ma il voto di domenica non si discosta dalla media della Bergamasca, il risultato è questo ovunque, non è che Pontida perché è Pontida, è al 100% leghista – ha aggiunto Vanalli – Era difficile ribaltare la situazione, la politica segue l'andazzo del momento. Tanti – ha concluso il sindaco di Pontida – a questo giro mi hanno detto 'ora proviamo con la Meloni, poi si vedrà'".

Milano: I più letti