Omicidio Laura Ziliani, medico legale: fu soffocata e seppellita

Lombardia

Per la morte della ex vigilessa di Temù (Brescia) sono in carcere due delle tre figlie e il fidanzato della maggiore con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere

ascolta articolo

Laura Ziliani sarebbe stata soffocata e poi seppellita. Sono le conclusioni del medico legale sul caso della ex vigilessa di 55 anni di Temù, in provincia di Brescia, scomparsa l'8 maggio scorso e trovata morta l'8 agosto. Secondo quanto riferito dal Giornale di Brescia, la relazione del medico è stata depositata nelle scorse ore.

In carcere le due figlie

leggi anche

Cadavere rinvenuto a Temù: si tratta dell'ex vigilessa Laura Ziliani

Il medico legale ha escluso il suicidio e la morte naturale come causa del decesso. Per la morte della donna dal 24 settembre scorso sono in carcere, con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere, Paola e Silvia Zani, due delle tre figlie di Laura Ziliani, e Mirto Milani, il fidanzato della maggiore. I tre sono sempre rimasti in silenzio. La Procura di Brescia sarebbe ora pronta a chiudere le indagini.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24