Bimba di 18 mesi morta in casa nel Comasco: domani interrogatorio del compagno della madre

Lombardia
©Ansa

L’uomo è ritenuto responsabile del decesso della piccola di Calbiate: secondo una consulenza della procura di Como, sarebbe stata “ripetutamente picchiata” e oggetto di violenze sessuali

Sarà interrogato nella giornata di domani l'uomo arrestato nei giorni scorsi perché ritenuto responsabile della morte di una bimba di 18 mesi di Cabiate (in provincia di Como) che, secondo una consulenza della Procura di Como, sarebbe stata "ripetutamente picchiata" e oggetto di violenze sessuali. Per l’uomo, le accuse sono di maltrattamenti aggravati dalla morte della bimba (ma potrebbe trasformarsi in omicidio) e violenza sessuale, con l'aggravante dell'età della vittima.

La vicenda

approfondimento

Bimba di 18 mesi morta in casa nel Comasco: arrestato compagno madre

L'uomo è il compagno della madre della piccola e le violenze sarebbero accadute quando la donna era fuori casa per lavoro. E quando la nonna della piccola l'aveva trovata agonizzante in casa, lo scorso 11 gennaio, l'uomo aveva sostenuto che si era tirata addosso una stufa mentre giocava. Gli esiti della consulenza medico legale, disposti dalla Procura di Como diretta da Nicola Piacente, avevano però evidenziato che la piccola era stata picchiata non solo il giorno del suo decesso, avvenuto all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.