Covid Lombardia, Fontana: "Serve una quasi normale vita economica"

Lombardia
©Ansa

Così il governatore: "Da questa estate dico che serve equilibrio perché con il virus dovremo convivere fino al vaccino. Dovremo mettere in atto tutte quelle precauzioni che consentano lo svolgimento di una quasi normale vita"

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

L'emergenza Covid non deve inibire l'economia al punto da fare diventare insostenibile anche lo stato psicologico delle persone. Lo ha detto, stamani il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ospite di Rtl102.5. 

Sono 9.291 i nuovi contagi registrati in Lombardia a fronte di 42.933 tamponi effettuati.

L'assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera, intervistato a Sky TG24 parla intanto per la Lombardia di dati Covid "in miglioramento", anche se invita a fare ancora "sacrifici e stare in casa". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

17:00 - In Lombardia 9.291 casi su 42.933 tamponi

In Lombardia sono 9.291 le persone risultate positive al Coronavirus a fronte di 42.933 tamponi effettuati. I decessi sono 187 per un totale di 18.910 morti dall'inizio della pandemia. Aumentano i ricoveri sia in terapia intensiva, 18 in più rispetto a ieri, per un totale di 782, che negli altri reparti, più 140, in totale 7.047. Nel Milanese si sono registrati 4.066 casi di coronavirus, di cui 1.375 nel capoluogo. Ieri nella Città metropolitana c'erano stati 3.148 casi, di cui 1.149 a Milano. Tra le altre province lombarde, i contagi più alti si registrano a Varese con 1.160 positivi, a Monza e Brianza con 1.028, a Como con 762 e a Brescia con 621. Poi ci sono Pavia con 410 casi, Cremona con 255, Mantova con 211, Lecco con 189, Bergamo con 172, Sondrio con 153 e Lodi con 69.

13:39 - Gallera: "In Lombardia dati in miglioramento"

L'assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera, intervistato a Sky TG24 parla per la Lombardia di dati Covid "in miglioramento", anche se invita a fare ancora "sacrifici e stare in casa". Il miglioramento, secondo Gallera, è il risultato "dei provvedimenti che già da diversi giorni la Regione ha preso insieme al ministero della salute", ma bisogna continuare con "un atteggiamento rigoroso o rischiamo di vanificare gli sforzi fatti".

13:08 - Entro fine settimana prossima 90 posti letto in Fiera Milano

Entro settimana prossima dovrebbero essere attivati due nuovi moduli, oltre ai 5 già aperti fino ad oggi, presso il Padiglione del Policlinico in Fiera a Milano, con 28-30 nuovi posti letto in più (oltre ai 60 già in funzione), arrivando quindi ad avere 88-90 posti letto complessivi funzionanti. A spiegarlo questa mattina in una conferenza stampa a Milano sono stati Nino Stocchetti, direttore del Padiglione Policlinico in Fiera, e Nicola Bottino, responsabile del modulo del Policlinico. Finora sono stati attivati, in ordine di tempo, i 5 moduli (ognuno dei quali con 14-16 posti letto) gestiti dal Policlinico di Milano, Niguarda, San Gerardo di Monza, Asst Sette Laghi di Varese e Spedali Civili di Brescia. "Ci vengono chiesti altri posti letto e abbiamo fretta di aprirli con l'aiuto di altri ospedali - precisa Bottino - L'obiettivo è aprire un nuovo modulo all'inizio della prossima settimana, per arrivare a 74 posti letto, e poi un altro alla fine della settimana prossima, in modo da arrivare a 88-90 posti letto totali". I due moduli che saranno attivati la settimana prossima saranno gestiti dai due gruppi privati, Humanitas e San Donato. Complessivamente presso il Padiglione in Fiera sono attivabili 221 posti letto, e 157 sono già pronti, ma il problema è trovare il personale per gestirli. Servono infatti 1 medico e 3 infermieri ogni 2 posti letto sulle 24 ore.

12:49 - Ats: "In provincia di Bergamo 3.533 positivi in isolamento"

In provincia di Bergamo ci sono attualmente 3.533 persone in isolamento obbligatorio perché positivi al tampone del Coronavirus e 3.604 persone in isolamento fiduciario (perché sono stati a contatto con positivi). Lo rende noto Ats Bergamo, con dato aggiornato alle 17 di ieri. 

9:36 - Attilio Fontana: "Serve una quasi normale vita economica"

L'emergenza Covid non deve inibire l'economia al punto da fare diventare insostenibile anche lo stato psicologico delle persone. Lo ha detto, stamani il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ospite di Rtl102.5. "Da questa estate dico che serve equilibrio perché con il virus dovremo convivere fino al vaccino - ha affermato il presidente - Dovremo mettere in atto tutte quelle precauzioni che consentano lo svolgimento di una quasi normale vita e soprattutto di una quasi vita economica perché è fuor di dubbio che le due emergenze si sommino; direi una terza emergenza, poi, l'emergenza sanitaria è sicuramente la principale ma ma l'emergenza economica è lì vicino come necessità e come preoccupazione, e la terza emergenza è l'emergenza della tenuta della gente, della tenta psicologica della gente. Io capisco che in questo momento ci sia un pochino in più di stanchezza rispetto a marzo, a marzo c'era più determinazione, il ritorno del virus dopo che si era pensato che fosse quasi definitivamente debellato lascia sicuramente dei segni". "Noi innanzitutto dobbiamo chiedere allo Stato ristori immediati ed efficienti - ha concluso Fontana - come Regione presto dovremo riuscire ad emanare un provvedimento anche da parte nostra per dare una mano a quelle attività che con la nostra ordinanza siamo andati a toccare".

7:27 - In Lombardia cala rapporto positivi/tamponi, 152 morti

In netto calo il rapporto tra positivi e tamponi effettuati in Lombardia: con 52.712 tamponi effettuati, i nuovi positivi sono 8.180 e il rapporto è sceso al 15,5%. I guariti o dimessi sono 1.615. Aumentano invece i decessi che sono 152 per un totale di 18.723 morti in regione dall'inizio della pandemia. Aumentano anche i ricoveri in terapia intensiva (+56, totale 764) e negli altri reparti (+225, totale 6.907). Calano i nuovi positivi a Varese che da oltre tremila passano a 943, sempre molto colpita la città metropolitana di Milano con 3.148 positivi di cui 1.149 a Milano città, 958 i nuovi casi a Como, 854 a Monza e Brianza. 

7:21 - Il procuratore di Lodi è tornato negativo e al lavoro

Il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro è guarito dal Covid. Aveva saputo di essere positivo lo scorso 19 ottobre, dopo uno screening da lui stesso voluto ed effettuato direttamente negli uffici della Procura. Chiaro ha spiegato di star bene, di essersi negativizzato al virus e di essere tornato al lavoro. Con lui sono rientrate in servizio anche le altre tre persone che, sempre in Procura, erano state trovate positive.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24