Coronavirus Lombardia, Fontana: "Fatto degli errori ma risposta eccellente"

Lombardia
©Getty

Così il presidente lombardo durante un convegno in Regione: “Siamo stati i primi ad essere aggrediti in questo modo e con una violenza che in poche altre parti è paragonabile. Ci siamo trovati ad affrontare qualcosa che ancora oggi conosciamo poco"

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

"Sicuramente sono stati fatti degli errori, ma quello che è emerso in modo certo è che siamo stati i primi ad essere aggrediti in questo modo e con una violenza che in poche altre parti è paragonabile. Il nostro sistema sanitario credo abbia dato delle risposte eccellenti". Queste le parole del presidente lombardo Attilio Fontana, chiudendo il convegno "Covid-19, il virus ignorante".

Intanto, oggi in Lombardia si sono registrati 203 nuovi casi su 13.791 tamponi. Nel mentre, Silvio Berlusconi festeggia quest’oggi in modo inedito il suo 84esimo compleanno, alle prese da quasi un mese con il coronavirus che ora lo costringe all'isolamento in quarantena nella sua villa brianzola, dove la stessa sorte è toccata alla compagna e deputata di Forza Italia, Marta Fascina, anche lei contagiata nelle scorse settimane. Il leader forzista resta in attesa dell'esito del tampo, previsto oggi: se sarà negativo, ne servirà un secondo consecutivo con lo stesso esito per considerare guarito l'ex premier. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO)

19:12 – Scuola, Ats Milano: 43 positivi e 771 in isolamento

Sono 43 i casi positivi registrati nelle scuole di Milano con 771 persone in isolamento: è quanto ha comunicato Ats Città Metropolitana di Milano con riferimento alla settimana dal 20 al 26 settembre. Dalle scuole sono arrivate segnalazioni di 39 casi di tamponi positivi al Covid-19, 35 alunni e 4 operatori, a cui si aggiungono 4 casi positivi in scuole di formazione professionale (che non rientrano nella statistica regionale) con 42 isolamenti: 32 alunni e 10 insegnanti. In totale, quindi, sono 43 le persone contagiate: 21 sono di Milano città, 22 di Milano provincia e nessuno della provincia di Lodi. Il numero totale degli isolati è 771: 724 alunni e 47 operatori.

18:58 – Fontana: “Lavoriamo a riorganizzazione dei medici sul territorio”

"Sono state evidenziate delle criticità di cui dovremo tenere conto in futuro, ci è stato detto che dobbiamo insistere sull'associazione dei medici di base, che se lavorano insieme riescono a unirsi e a dare risposte ottimali. Terremo conto di tutto questo". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, rispondendo a quanto detto dagli esperti durante "Covid 19, il virus ignorante" nell'Auditorium Testori. "Stiamo rivisitando le normative e le organizzazioni territoriali per vedere dove portare miglioramenti, presto riusciremo a fare una sintesi di tutti questi approfondimenti" ha detto Fontana. "Questa - ha aggiunto - è sicuramente una delle chiavi, tanto è vero che nelle parti nel territorio lombardo dove i medici si erano riuniti in cooperative avevano dato, come è stato riferito, dei risultati eccellenti: Queste saranno alcune delle indicazioni di cui terremo conto per la correzione di quei punti che hanno dimostrato delle criticità".

18:27 - Fontana: “Commesso errori ma risposta eccellente”

"Oggi abbiamo affrontato il dramma vissuto in Lombardia e ricostruito ogni comportamento e le scelte. Sicuramente sono stati fatti degli errori, ma quello che è emerso in modo certo è che siamo stati i primi ad essere aggrediti in questo modo e con una violenza che in poche altre parti è paragonabile". Lo ha detto il presidente lombardo Attilio Fontana, chiudendo il convegno "Covid-19, il virus ignorante" organizzato dalla Fondazione The Bridge in Regione Lombardia. "Noi ci siamo trovati ad affrontare qualcosa che ancora oggi conosciamo poco, ci sono ancora dubbi. Il fatto che non ci sia una medicina certa, ma alcune medicine utili per cercare di guarire da questo virus. Con la polemica non si va da nessuna parte, solo con il confronto scientifico valido possiamo cercare di trovare delle soluzioni" ha detto Fontana. "In questo paese - ha aggiunto - si tende a dimenticare tutto. Solo ascoltando gli interpreti di quei giorni ci si rende conto della drammaticità. Il nostro sistema sanitario credo abbia dato delle risposte eccellenti: essere riusciti a raddoppiare il numero dei letti in terapia intensiva in poche settimane è una sfida che non pensavo saremmo riusciti a vincere".

17:50 - In Lombardia 203 nuovi casi su 13.791 tamponi

A fronte di 13.791 tamponi eseguiti, sono 203 i nuovi positivi al coronavirus accertati in Lombardia, per una percentuale pari all’1,4%, in linea con quella di ieri (1.5%). Dei nuovi casi, 19 sono risultati “debolmente positivi”, mentre uno è stato rilevato a seguito di test sierologico. Tre i decessi nelle ultime 24 ore, che portano il totale delle vittime da inizio emergenza a 16.951. Aumentano i ricoverati in terapia intensiva: sono 33, due in più rispetto a ieri. In crescita anche il numero delle persone in cura presso altri reparti, giunto a 315 (+9).

16:44 – Galli: “Dubbioso su positività Genoa dopo pochi giorni”

"Che un intero gruppo si positivizzi a distanza di pochi giorni dal precedente test, tutto quanto insieme, con questa numerosità rispetto all'entità complessiva del gruppo, è qualche cosa che, finché non la vedo confermata, mi lascia dubbioso", ha spiegato all'ANSA il virologo Massimo Galli, responsabile delle malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, a margine della presentazione del nuovo screening a tappeto a Sordio (Lodi). "Finché non vedo i test di conferma, la mia ipotesi personale è che sia successo qualcosa in laboratorio. O altrimenti c'è stato un super-spreader e un'occasione in cui i calciatori non sono stati semplicemente a una partita o agli allenamenti, ma ammassati tutti quanti in una festa o a qualcosa di questo genere", ha aggiunto.

15:39 - Galli: “Test a Sordio, crocevia tra tre province”

Gli studi epidemiologici guidati dal professor Massimo Galli, dell'Ospedale Sacco di Milano, coinvolgeranno con una mappatura a tappeto anche i residenti di Sordio (Lodi), terra di mezzo tra Milanese, Bergamasco e Lodigiano. Anche qui, l'obiettivo sarà quello di valutare la sieroprevalenza in coloro che hanno contratto l'infezione da Covid-19 testando fino a 3500 persone, quindi l'intera popolazione residente. "Sordio anzitutto - ha spiegato Galli - è una realtà tra due situazioni che si sono rivelate critiche, quella del lodigiano propriamente detta e quella bergamasca, ed è anche in prossimità dell'area metropolitana milanese. Questo ha una sua importanza per completare direi un quadro generale di conoscenze che è importante per riuscire a capire quali siano state le dinamiche per la diffusione del virus". Per la mappatura degli abitanti di Sordio, verranno utilizzati i primi test rapidissimi per screening e diagnosi del coronavirus di Technogenetics, azienda con sede a Lodi e specializzata nella produzione di kit diagnostici, che li donerà per questa ricerca. Per capire, quindi, se ci sono anticorpi o positività ci vorranno dagli 8 ai 15 minuti. "Sfrutteremo l'occasione delle attività a Sordio e la prossima attività di screening prevista sulla popolazione di San Pellegrino Terme (Bergamo) - sottolinea l'amministratore delegato di Technogenetics Salvatore Cincotti - anche per testare sul campo i nuovi prodotti in pipeline".

15:06 – Gallera: “Lombardia terzultima regione per diffusione”

"Ad oggi in Lombardia il numero degli infettati in proporzione alla popolazione è fortunatamente molto basso, tant'è che siamo la terzultima regione italiana per indice di diffusione del virus Sars-CoV-2. Così come molto basso, rispetto agli altri territori del nostro paese, è il rapporto tra nuovi positivi e tamponi". E' quanto ha sottolineato l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera, aprendo il convegno 'Covid-19, il virus ignorante', organizzato dalla Fondazione The Bridge in collaborazione con la Regione Lombardia, in corso all'Auditorium Testori a Milano. Gallera ha ripercorso le tappe della vicenda Covid, a partire dal 20 febbraio scorso con il primo caso a Codogno (Lodi), evidenziando le azioni messe in campo da Regione Lombardia. "Sentivo molto la necessità di un momento di riflessione scientifica sullo tsunami che abbiamo subito, al di fuori del clamore mediatico, ma facendo una valutazione attenta e serena. Spero - ha aggiunto l'assessore - che questo possa essere l'approccio migliore per il futuro. Dobbiamo capire se le azioni avviate in Regione e in Italia sono corrette".

14:21 - Calcio, l'allenatore dell'Atalanta Gasperini: "Aumentiamo l'attenzione"

"I contagi continuano a esserci, non solo nel calcio. L'apprensione esiste: dobbiamo aumentare la soglia di attenzione". Gian Piero Gasperini commenta così il focolaio del Genoa. "Nelle ultime 13 partite dello scorso campionato, in 3 mesi, non c'erano stati casi: forse siamo stati bravi tutti quanti - dice il tecnico dell'Atalanta alla vigilia del recupero con la Lazio -. L'impressione è che sia difficile trasmettere il virus tra avversari, ma che sia più facile negli spogliatoi e in genere negli spazi comuni. Per questo siamo sottoposti a controlli continui. Nei giocatori vedo una grandissima responsabilità, non ho bisogno di ricordar loro di mettere la mascherina. Non era mai successa una situazione come quella del Genoa. C'è da dire che le società hanno costi e organizzazione notevoli da reggere - chiude -. Il calcio rispecchia la società anche nell'aumento di positivi. Certo, a marzo era tutt'altra cosa e noi qui l'abbiamo visto. Non so se dopo le vacanze estive ci sia stato un calo di attenzione". 

13:10 - Per il suo compleanno dona ecografo a ospedale Bergamo

Anziché ricevere un regalo, ha deciso di farne uno e donare uno strumento ecografico all'avanguardia e completo di sonde all'ospedale della sua città, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Questo è il modo con cui un benefattore, che ha chiesto di restare anonimo, ha deciso di celebrare il giorno del compleanno. Il 'super-ecografo' è entrato in funzione a febbraio nel reparto di Ostetricia e Ginecologia e sono già decine le donne con gravidanza a rischio elevato che hanno beneficiato del dono, del quale è stata data notizia oggi, visto che nei mesi passati l'ospedale è stato al centro dell'emergenza sanitaria. 

12:54 - Bergamo, cerimonia proclamazione per mille studenti laureati a distanza

Una cerimonia di proclamazione per chi non ha potuto festeggiare la conclusione del percorso di studi in presenza per via dell'emergenza sanitaria: l'Università degli studi di Bergamo riparte dalla 'Cittadella accademica' del Lazzaretto dove domattina si celebrerà un'edizione speciale in grande stile con la consegna dei diplomi di laurea agli oltre 1.000 studenti laureati a distanza nelle sessioni primaverile ed estiva del 2020. Dopo il saluto del rettore Remo Morzenti Pellegrini, sarà il ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi a portare il saluto e il messaggio che darà il via alle lezioni del nuovo anno accademico: dalla città simbolo, suo malgrado, della lotta al Covid-19 e baluardo del mondo dell'istruzione - così il Ministro ha descritto Bergamo - partirà un messaggio rivolto a tutti gli studenti d'Italia. In chiusura saliranno sul palco i Pinguini Tattici Nucleari, band bergamasca che ha conquistato il terzo posto con il brano Ringo Star al 70° festival di Sanremo, per un concerto speciale. 

9:39 - Compleanno in quarantena per Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi festeggia quest’oggi in modo inedito il suo 84esimo compleanno, alle prese da quasi un mese con il coronavirus che ora lo costringe all'isolamento in quarantena nella sua villa brianzola, dove la stessa sorte è toccata alla compagna e deputata di Forza Italia, Marta Fascina, anche lei contagiata nelle scorse settimane. Vista la situazione, non sono previsti particolari festeggiamenti, e gli auguri di famigliari e amici dovranno arrivare tramite telefonate e videocollegamenti. Intanto, a quanto si apprende, alla vigilia del compleanno il leader di Forza Italia si è sottoposto a un nuovo tampone, con la speranza che il risultato, atteso per oggi, sia negativo. In tal caso, sarebbe un risultato diverso da quelli a cui si è sottoposto negli ultimi giorni, dopo essere stato dimesso due settimane fa dall'ospedale San Raffaele di Milano, dove era stato ricoverato con una polmonite bilaterale da coronavirus e una carica virale "da record", come lo stesso Berlusconi l'ha definita. Se il test sarà negativo, ne servirà un secondo consecutivo con lo stesso esito per considerare l'ex premier guarito.

7:18 - Troppi senza mascherina, Cremonese richiude stadio

In troppi senza mascherina allo Zini di Cremona riaperto a mille spettatori per la partita di Serie B fra Cremonese e Cittadella. E così la società grigiorossa, per precauzione e d'intesa con le autorità competenti, ha deciso di richiudere lo stadio domani in occasione dell'incontro di Coppa Italia con l'Arezzo. Di nuovo a porte chiuse.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24