Attilio Fontana: "Compagni di scuola come congiunti è presa in giro"

Lombardia
©Ansa

Così il governatore: "Bisogna risolvere i problemi non con degli escamotage. Bisogna avere il coraggio di dire come sono le cose". Poi sulla riapertura degli stadi Fontana ha dichiarato: "Porremo le basi per consentire a breve di riaprire le strutture sportive e fare in modo che tutti gli appassionati possano ricominciare a frequentate gli stadi"

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, non è d'accordo con l'idea del Governo di equiparare i compagni di classe ai congiunti (LA PROPOSTA DELLA MINISTRA DE MICHELI) per evitare il problema del metro di distanza sui trasporti. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LA SITUAZIONE IN LOMBARDIA)

La spiegazione

vedi anche

Scuola, l'ipotesi: ora anche i compagni di classe diventano congiunti?

Questo perché, come ha spiegato lo stesso governatore a margine della presentazione del Gp di F1 di Monza, "quella è una presa in giro: o si può o non si può. E se non si può, si trovano altre soluzioni. Bisogna risolvere i problemi non con degli escamotage. Bisogna avere il coraggio di dire come sono le cose. Io credo che si debba avere il coraggio di dire che in occasione della ripresa delle attività si possa, se il Cts lo riterrà, aumentare la percentuale trasportata sui mezzi pubblici". Poi: "Se il Cts non sarà in grado di dare una risposta di questo genere, bisogna affrontare il problema trovando delle soluzioni differenti, come fare delle lezioni a orari differenziati o fare una parte di studio a scuola è una parte in remoto. Bisognerà affrontare il problema non con dei tentativi di risolverlo in maniera soltanto formale e non sostanziale".

"Stadi? Porremo le basi per riaprirli a breve"

"Porremo le basi per consentire a breve di riaprire le strutture sportive e fare in modo che tutti gli appassionati possano ricominciare a frequentate gli stadi", ha affermato il presidente Fontana. Poi il governatore, a chi gli domandava se si sta lavorando a una ordinanza regionale sulla parziale apertura al pubblico degli impianti sportivi, ha aggiunto: "Stiamo valutando l'opportunità, la possibilità. Stiamo parlando con il Cts. Penso si possa andare in quella direzione ma stiamo facendo ancora le ultime valutazioni".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24