Coronavirus Lombardia, presidio dei lavoratori delle Rsa sotto palazzo Regione

Lombardia
©Fotogramma

Dipendenti e parenti delle vittime si sono radunati per chiedere "verità e giustizia" su quanto accaduto nelle strutture lombarde durante l'emergenza

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

Alcuni lavoratori delle Rsa lombarde, insieme ad alcuni parenti delle vittime, si sono riuniti in un presidio di protesta sotto Palazzo Lombardia, a Milano. Chiedono "verità e giustizia" per quanto accaduto nelle strutture lombarde durante l'emergenza Coronavirus, in cui "si stima siano morte 10.000 persone", ha detto Pietro Cusimano, dell'Usb Lombardia.

Intanto i vertici del Policlinico San Matteo di Pavia e della società Diasorin risultano indagati nell'ambito di un'inchiesta sull'accordo tra l'ospedale pavese e la società piemontese per l'effettuazione dei test sierologici Covid. (DIRETTA)

18:14 - In Lombardia saldi estivi anticipati al 25 luglio

E' stato anticipato a sabato 25 luglio l'inizio dei saldi estivi in Lombardia. Lo ha deciso la giunta regionale, con una delibera approvata questo pomeriggio su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli. "Una decisione - ha commentato in una nota il governatore Attilio Fontana - che va nella direzione di dare un nuovo impulso alle attività commerciali che tanto hanno sofferto durante il lockdown. Allo stesso tempo, offriamo un'opportunità di risparmio per i cittadini che decidono di fare acquisti". La nuova data è arrivata dopo il via libera della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, lo scorso 7 maggio, che ha rimesso alla valutazione delle singole Regioni, l'eventuale anticipo rispetto alla data dell'1 agosto, in relazione alla situazione economica legata al Covid-19. "Il percorso che ha portato alla decisione di anticipare i saldi - ha spiegato l'assessore Mattinzoli - nasce da sollecitazioni scaturite da un confronto serrato con le categorie. La strada del dialogo è sempre stata e continuerà a essere alla base del rapporto tra la nostra Giunta e le associazioni di settore". 

18:00 - In Lombardia 51 nuovi contagi e un decesso

Sono 51 i nuovi casi registrati in Lombardia, di questi 22 debolmente positivi e 16 eseguiti dopo i test sierologici, a fronte di 5.361 tamponi eseguiti. Si è verificato anche un decesso, che porta il totale a 16.798. Lo riferisce la Regione nel consueto bollettino sull'emergenza Coronavirus. Fra i casi positivi, 17 si sono registrati a Milano, di cui dieci in città, nove a Brescia, sette a Bergamo. Nessun caso a Cremona, Mantova e Pavia.
"Scende sotto quota 20 il numero dei ricoverati in terapia intensiva, 17 in totale, con un calo di quattro unità rispetto a ieri. Diminuiscono, seppur lievemente - ha sottolineato l'assessore al Welfare, Giulio Gallera -, anche i pazienti nei reparti di degenza che si attestano a quota 149, due meno di ieri".

11:17 - Presidio dei lavoratori delle Rsa sotto Palazzo Lombardia

Alcuni lavoratori delle Rsa lombarde, insieme ad alcuni parenti delle vittime, si sono riuniti in un presidio di protesta sotto Palazzo Lombardia, a Milano. Chiedono "verità e giustizia" per quanto accaduto nelle strutture lombarde durante l'emergenza Coronavirus, in cui "si stima siano morte 10.000 persone", ha detto Pietro Cusimano, dell'Usb Lombardia. "Il virus non è stato l'unico killer, complici sono state le politiche regionali", ha aggiunto Cusimano che in mattinata incontrerà una delegazione dell'assessorato regionale al Welfare. "Chiederemo di fare luce su quanto accaduto e diremo alla Regione che la salute deve tornare al centro: basta al profitto, alle privatizzazioni e allo sfruttamento. La sanità deve tornare sotto al controllo pubblico", ha aggiunto. "Il sistema di gestione regionale delle rsa è il maggior colpevole delle vittime all'interno delle oltre 700 strutture della Lombardia", ha concluso, ricordando che in piena emergenza "sono mancati dpi, protezioni, tamponi e misure sicurezza preventiva per gli anziani, che erano soggetti più a rischio e più fragili”.

9:18 - indagati i vertici dell'ospedale San Matteo e di Diasorin

I vertici del Policlinico San Matteo di Pavia e della società Diasorin sono indagati dalla Procura della Repubblica di Pavia nell'ambito di un'inchiesta sull'accordo tra l'ospedale pavese e la società piemontese per l'effettuazione dei test sierologici anti-Covid. A darne notizia è stata poco fa la stessa Procura con un comunicato stampa.

7:10 - In Lombardia 34 positivi e un decesso nelle ultime ore

Con 5.973 tamponi eseguiti, sono stati 34 i nuovi positivi al coronavirus accertati nelle ultime ore in Lombardia. Di questi, 13 sono stati rilevati a seguito di test sierologici, mentre 15 sono risultati “debolmente positivi”. Un solo decesso registrato nell’ultimo giorno, che porta il totale delle vittime da inizio emergenza a 16.797. Invariato rispetto a ieri il numero dei ricoverati in terapia intensiva, 21, così come quello dei pazienti in cura negli altri reparti, 151. È quanto rende noto la Regione.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24