Covid, news. Bollettino: 13.764 nuovi casi e 71 decessi. Tasso di positività al 2,1%

I tamponi effettuati sono 649.998. In aumento ricoveri (+60) e terapie intensive (+15). La regione Friuli-Venezia-Giulia dovrebbe uscire dalla zona bianca da lunedì 29 novembre e vorrebbe anticipare le restrizioni previste dal 6 dicembre. L'Ema ha approvato intanto il vaccino anti-Covid per la fascia 5-11 anni, si attende ok dell'Aifa. Preoccupa una nuova variante di Covid individuata in Sudafrica, con numerose mutazioni

1 nuovo post

In Sicilia 655 nuovi casi, due ricoveri in terapia intensiva

Sono 655 i nuovi casi di Covid 19 registrati oggi in Sicilia, cinque i morti e 444 i pazienti dimessi o guariti. Nell'isola in totale ci sono 11.304 positivi - 206 in più rispetto a ieri - e di questi 335 sono ricoverati in regime ordinario, 41 in terapia intensiva con due nuovi ingressi oggi e 10.928 sono in isolamento domiciliare. 
 
- di Chiara Piotto

Brusaferro, "ancora milioni non protetti, fare presto vaccini e richiami"

"Malgrado ormai non ci siano dubbi sull'importanza di questo strumento, insieme agli altri di cui disponiamo come il distanziamento e le mascherine, ancora milioni di persone non sono protette". E' il monito lanciato dal presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss) Silvio Brusaferro, che commenta i dati emersi da due studi, uno italiano dell'Iss e uno internazionale guidato dall'Organizzazione mondiale della sanità, che fotografano l'impatto dei vaccini in termini di morti e ricoveri evitati (22 mila vittime risparmiate in Italia in 9 mesi e 470mila in 11 mesi in Europa). "Questi studi - osserva Brusaferro - sono importanti perché rilevano come le persone vaccinate abbiano un rischio molto più basso di avere conseguenze gravi dall'infezione". Il presidente dell'Iss rilancia dunque il suo appello: "L'invito è a iniziare l'iter per chi ancora non l'ha fatto, e proteggersi con il richiamo, soprattutto se si fa parte delle categorie più fragili, le prime a cui è stata offerta questa possibilità". 
- di Chiara Piotto

Oms e Ecdc, i vaccini hanno salvato 470 mila over 60

Uno studio dell'ufficio regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per l'Europa e del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) pubblicato su Eurosurveillance stima che almeno 470 mila vite siano state salvate tra le persone di età pari o superiore a 60 anni dall'inizio della vaccinazione contro il Covid-19 in 33 Paesi europei, inclusa l'Italia. La stima non include le vite salvate dalla vaccinazione delle persone con meno di 60 anni, né i decessi evitati dall'effetto indiretto della vaccinazione grazie alla riduzione della trasmissione, si legge in una nota congiunta dell'Oms e dell'Ecdc. "Il Covid-19 ha provocato un bilancio devastante di vittime nella nostra regione, ma ora possiamo affermare categoricamente che senza i vaccini Covid-19 come strumento per contenere questa pandemia, molte più persone sarebbero morte", ha affermato Hans Henri Kluge, direttore regionale dell'Oms per l'Europa. 
- di Chiara Piotto

Marocco, emergenza fino al 31 dicembre

Il Marocco proroga lo stato di emergenza sanitaria fino al 31 dicembre e chiude lo spazio aereo ai voli da e per la Francia a partire dalle 23.59 di venerdi' 26 novembre e fino a nuovo ordine. La decisione arriva dal Comitato internazionale che gestisce l'emergenza COVID, "per preservare il Marocco dall'aggravarsi della pandemia in alcuni paesi europei", si legge nel comunicato.  
- di Chiara Piotto

Terapie intensive e reparti ordinari: la situazione nelle regioni

In base ai criteri per il passaggio alla zona gialla (soglie del 10% e del 15%), il Friuli Venezia Giulia e la Provincia autonoma di Bolzano sono i territori con i numeri peggiori nella saturazione delle rianimazioni e dei reparti non critici. Intanto il bollettino quotidiano del 25 novembre registra 13.764 nuovi casi, rilevati su 649.998 tamponi giornalieri, con la percentuale dei positivi al 2,1%. I DATI
- di Chiara Piotto

Pfizer: "Volume forniture sufficiente per dosi pediatriche vaccino"

Pfizer e BioNTech continuano a fornire il vaccino" anti-Covid, "compreso un volume sufficiente per le dosi pediatriche, in base al loro contratto di fornitura esistente con la Commissione europea. Le aziende non si aspettano che l'introduzione di dosi pediatriche negli Stati Uniti e nell'Ue influisca sugli accordi di fornitura esistenti con i Governi e le organizzazioni sanitarie internazionali di tutto il mondo". A rassicurare sulla possibilità di gestire la fornitura dei vaccini senza cambiamenti anche dopo l'estensione alla fascia d'età 5-11 sono le aziende Pfizer e BioNTech in una nota in cui spiegano i prossimi passaggi europei dopo la raccomandazione odierna degli esperti dell'agenzia europea del farmaco Ema. "La Commissione europea esaminerà la raccomandazione del Chmp e dovrebbe prendere una decisione finale su una variazione all'Autorizzazione condizionata all'immissione in commercio. Se la Commissione europea la concede, la decisione sarà immediatamente applicabile a tutti i 27 Stati membri dell'Unione. Se approvato, Comirnaty sarà il primo vaccino anti-Covid autorizzato nell'Unione Europea per i soggetti di età compresa tra 5 e meno di 12 anni", affermano le due aziende americana e tedesca. Pfizer e BioNTech hanno presentato richieste di autorizzazione del loro vaccino in questa fascia d'età anche ad altri enti regolatori in tutto il mondo.
- di Chiara Piotto

Ristoranti, teatri, stadi e viaggi: cosa cambia settore per settore

Il Consiglio dei ministri ha dato l’ok al provvedimento per introdurre la certificazione rafforzata. Sarà data solo a vaccinati e guariti ed entrerà in vigore dal 6 dicembre. In zona bianca e gialla la maggior parte delle attività potrà essere svolta solo da chi ha il super certificato. Novità anche per l'obbligo vaccinale per alcune categorie. LE NOVITA'
- di Chiara Piotto

In Gb continuano ad aumentare casi, 47.240 in 24 ore

In Gran Bretagna i casi di Covid continuano a crescere: nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 47.240, in aumento rispetto ai 43.676 del giorno precedente. I decessi sono stati 147, praticamente lo stesso numero di quelli di ieri (149). In aumento anche il tasso settimanale dei contagi, cresciuto del 9,5% sul periodo precedente, mentre il tasso di mortalità è diminuito del 14,8%.
- di Chiara Piotto

Anestesisti: "Serviva stretta"

"Serviva una stretta significativa delle misure di prevenzione del contagio. Sulla carta sono piuttosto importanti e il giudizio è nel complesso positivo". Lo dice all'Adnkronos Salute Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani (Aaroi-Emac), commentando le nuove misure varate ieri dal Governo. "Secondo noi - aggiunge Vergallo - ci sono i tempi per invertire, prima di Natale, la rotta dell'attuale risalita della curva, che fortunatamente è lineare e non esponenziale".
- di Chiara Piotto

4 senatori e 12 dipendenti fanno ricorso al Senato contro green pass

Senatori e dipendenti del Senato sul piede di guerra contro il green pass. A quanto apprende l'AdnKronos, a Palazzo Madama, in queste ore, sono arrivati alla Commissione contenziosa una serie di ricorsi contro l'obbligatorietà del certificato verde. In particolare si tratterebbe dei ricorsi di 4 senatori (Giarrusso, Granato, Martelli e Paragone) e di 12 dipendenti.
- di Chiara Piotto

Sicilia, 655 nuovi casi, positività al 2,3%

Sono 655 i nuovi casi di Covid19 registrati nell'isola a fronte di 28.753 tamponi processati in Sicilia. Ieri i nuovi positivi erano 690. Il tasso di positività è quasi del 2,3% ieri era al 2% L'isola è al settimo posto per contagi, al primo c'è la Lombardia con 2.302, al secondo il Veneto con 2.066, al terzo l'Emilia Romagna con 1.307 casi, quarto per il Lazio con 1.276, al quinto la Campania con 1.110 e poi il Piemonte con 780 casi. 
- di Chiara Piotto

Le regioni con il maggior numero di nuovi casi

La regione con il maggior numero di casi (2.302) è la Lombardia, seguita da Veneto (2.066), Emilia Romagna (1.307), Lazio (1.276) e Campania (1.110). Il numero totale dei casi da inizio pandemia sale a 4.968.341. Gli attualmente positivi salgono a 166.598 (+7.281), i dimessi/guariti sono 4.668.257 (+6.404). In isolamento domiciliare figurano 161.321 persone.
- di Chiara Piotto

Viaggi in Ue: da gennaio 2022 nessuna restrizione per chi ha Green pass

Il commissario per la Giustizia Didier Reynders ha presentato le nuove regole in tema di spostamenti tra Paesi membri. Superato il sistema delle mappe delle zone più o meno a rischio elaborate dall’Ecdc, in favore di un approccio più centrato sulla situazione sanitaria personale di ciascun viaggiatore. Scoraggiati i viaggi verso le aree “rosso scuro”. Bruxelles raccomanda ai Paesi Ue di fissare a nove mesi la durata standard dei loro pass sanitari. LEGGI I DETTAGLI
- di Chiara Piotto

A 100 anni fa la terza dose di vaccino

Si è lasciato fotografare dal figlio il quale poi ha postato lo scatto sui social per incentivare chi ha ancora non ha ricevuto la dose a vaccinarsi. LA STORIA
- di Chiara Piotto

Il bollettino del 25 novembre, tutti i dati

I tamponi giornalieri effettuati sono 649.998, compresi i test rapidi. La percentuale dei positivi è al 2,1%. Le vittime sono 133.486 in totale, mentre le terapie intensive sono 588 (+15 rispetto a ieri), con 57 ingressi nelle ultime 24 ore. I casi totali, compresi morti e guariti, raggiungono quota 4.968.341. IL BOLLETTINO

- di Chiara Piotto

Coronavirus in Europa e nel mondo: le infografiche

Lo stato della diffusione di Covid-19 su scala globale ed europea (a questo link le mappe e infografiche sull'Italia). Numeri e grafici vengono aggiornati automaticamente tutti i giorni tra le 8 e le 9. LE GRAFICHE
- di Chiara Piotto

Bollettino, l'andamento dei ricoveri

Nel bollettino del 25 novembre i ricoverati con sintomi Covid sono 4.689 ricoverati, +60 rispetto a ieri. Nelle terapie intensive i posti letto occupati sono 588, + 15 rispetto a ieri.
- di Chiara Piotto

Il bollettino di oggi: tasso di positività al 2,1%

I test fatti in 24ore sono stati 649.998.

- di Chiara Piotto

Il bollettino del 25 novembre: 13.764 nuovi casi e 71 morti

Sono 13.764 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 12.448 . Sono invece le 71 vittime in un giorno. Ieri erano state 85. 
- di Chiara Piotto

Premier belga, nuova ondata peggiore del previsto

Il primo ministro belga Alexander De Croo ha sottolineato l'entità della nuova ondata pandemica, che ha superato "le più pessimistiche aspettative" degli esperti. "Gli ultimi dati raccolti mostrano", ha detto il premier, "che la situazione si è deteriorata in misura considerevole". Il Governo belga terrà domani una riunione d'urgenza per valutare l'imposizione di ulteriori misure di contenimento sanitario. Malgrado il discreto successo della campagna vaccinale, il Paese sta soffrendo al pari di altri d'Europa una forte recrudescenza dei contagi di coronavirus.
- di Chiara Piotto

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24