Coronavirus, impennata di casi in Veneto: 1.422 in un giorno

Cronaca
©Ansa

Gli infetti totali passano dai 36.843 del 20 ottobre ai 38.265 di oggi. Ci sono anche 14 vittime. I numeri più alti si registrano nelle province di Venezia e Verona

Il bollettino della Regione Veneto sull'emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE) registra un boom di casi, con 1.422 nuovi positivi in un giorno. Il dato è doppio rispetto ai peggiori dati della prima ondata. Gli infetti totali passano dai 36.843 del 20 ottobre a 38.265 del 21. Ci sono anche 14 vittime, che portano il numero complessivo dei morti a 2.282. 

Preoccupano soprattutto Venezia e Verona

approfondimento

Coronavirus, la situazione in Italia: grafici e mappe

L'impennata si riscontra soprattutto nella provincia di Venezia, +504, mentre in termini assoluti resta Verona quella con il maggior numero di infetti dall'inizio dell'epidemia, 8.168. I casi attualmente positivi salgono a 11.433. I soggetti in isolamento fiduciario sono 13.619 (+434). Scendono, invece, i numeri dei ricoverati con Covid nei normali reparti ospedalieri, 524 (-13), ma sono aumentati i pazienti nelle terapie intensive, 66 (+5).

Numeri così altri anche a causa di nuovi conteggi

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo: le ultime notizie di oggi

Il boom di casi registrato è dovuto in buona misura a un motivo contabile: il caricamento di quota parte dei dati degli ultimi 6 giorni delle microbiologie delle Ulss di Venezia, aggiornati dagli informatici a seguito di modifiche introdotte nel sistema di rilevazione. Lo precisa la Regione Veneto. Dal 15 ottobre in poi, infatti, solo parte dei dati veneziani erano confluiti nel bollettino regionale - il 19 ottobre, ad esempio, un solo caso in più, il 20 soltanto 12 - Con lo stock dovuto all'aggiornamento odierno, Venezia è salita di 504 casi.

Zaia: "Non c'è tema lockdown"

approfondimento

Covid-19, Crisanti a Sky TG24: “La situazione è preoccupante”

"In Veneto in questo momento il tema del lockdown, assolutamente non c'è, non lo prendiamo in considerazione". Lo ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia, intervenendo in Consiglio regionale. "Oggi abbiamo 66 pazienti in terapia intensiva - ha aggiunto - Guardiamo con attenzione a questa evoluzione. I modelli dicono che la curva è entrata nella fase di crescita. Il nostro ruolo è fare in modo che si impenni con gradualità e che si alzi il meno possibile".

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24