Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Andrea Camilleri è morto, addio al papà di Montalbano. Aveva 93 anni

4' di lettura

Autore di numerosi romanzi e creatore del celebre personaggio del commissario Montalbano, era ricoverato in gravi condizioni da diverse settimane. I suoi libri hanno venduto 31 milioni di copie. Domani i funerali in forma privatissima

Andrea Camilleri è morto (FOTOSTORIA - FRASI FAMOSE). Scrittore, sceneggiatore, regista, fenomeno letterario unico e inimitabile, aveva 93 anni, era ricoverato in gravi condizioni da diverse settimane. Si è spento a Roma, all'ospedale Santo Spirito. "Le condizioni sempre critiche di questi giorni si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali", recita l'ultimo bollettino medico. Si spegne dunque la sua voce roca, riconoscibile tra mille, ma non quella che ha dato anima e corpo a personaggi di successo come il celebre commissario Montalbano (IL RAPPORTO COL PERSONAGGIO INTERPRETATO DA ZINGARETTI).

Addio Tiresia

"Mi piacerebbe che ci rincontrassimo, tutti quanti qui, in una sera come questa, tra cento anni". Un anno fa, con queste parole e con la tradizionale voce resa ancora più ferrosa dall'umido della notte, Andrea Camilleri concludeva quell'ora e mezza di monologo dal titolo "Conversazione su Tiresia" nel suggestivo Teatro greco di Siracusa. Ed è con quelle stesse parole che oggi la famiglia Camilleri e le persone a lui care, salutano e ringraziano "tutti i suoi lettori e tutti i suoi amici per avergli voluto così bene". Lo fanno con una nota, secondo la consueta riservatezza.

Esequie private

Per volontà dello scrittore e della sua famiglia non ci sarà alcun momento pubblico per le esequie: non ci sarà camera ardente e il funerale si svolgerà domani, 18 luglio, in forma privatissima. Solo dopo la sepoltura - a quanto si apprende - sarà reso noto il luogo in cui riposeranno le spoglie dell'autore, in modo da rendere possibile la visita ai tanti che lo hanno amato. Intanto, la Palomar, la casa di produzione della fiction Il Commissario Montalbano, ha annunciato la decisione di sospendere le riprese dei nuovi episodi in segno di lutto. 

31 milioni di libri venduti in Italia

Camilleri, nato il 6 settembre 1925 a Porto Empedocle (Agrigento), è stato regista, drammaturgo e docente all'Accademia d'arte drammatica. È diventato autore di bestseller a oltre 70 anni. Il successo arrivato in tarda età ha raggiunto cifre record. Autore di oltre cento libri pubblicati, ha venduto trentuno milioni di copie in Italia ed è tradotto nelle lingue di tutto il mondo, dal giapponese al gaelico (L'OMAGGIO SUI SOCIAL).

Camilleri e Montalbano: il rapporto

Il suo personaggio più celebre è il commissario Salvo Montalbano, apparso per la prima volta nel romanzo “La forma dell’acqua” del 1994. A 25 anni da quell'esordio è uscito in questi giorni il ventisettesimo romanzo con protagonista il commissario: “Il cuoco dell’Alcyon". Montalbano è diventata anche una delle serie tv più note e sguite. Il personaggio letterario creato da Camilleri ha dato una enorme popolarità allo scrittore ma l'eco mediatica, probabilmente, ha finito con l'offuscare anche una parte della produzione letteraria del narratore, autore tra l'altro di numerosi romanzi storici (L'APPROFONDIMENTO).

Mattarella: "Ha avvicinato persone ai libri". Conte: "Maestro di ironia e saggezza"

Diverse le reazioni dopo la morte dello scrittore. "Le traduzioni teatrali e televisive delle sue opere hanno conferito ulteriori dimensioni al suo patrimonio letterario, avvicinando, inoltre, al mondo dei libri un grande numero di persone”, ha scritto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio inviato alla famiglia Camilleri. "Andrea Camilleri - si legge - lascia un vuoto nella cultura italiana, e nei tanti che si sono appassionati nella lettura dei suoi racconti e sono stati attratti dai personaggi modellati dalla sua creatività”. "Se ne è andato Andrea Camilleri, maestro di ironia e di saggezza. Con inesauribile vena creativa ci ha raccontato la sua Sicilia e il suo ricco mondo di fantasia. Perdiamo uno scrittore, un intellettuale che ha saputo parlare a tutti”, ha scritto invece il premier Giuseppe Conte su Twitter.

Doveva portare a teatro “L'autodifesa di Caino"

Il 15 luglio lo scrittore, che il 6 settembre avrebbe compiuto 94 anni e da qualche anno era cieco, era atteso per la prima volta sul palco delle antiche Terme di Caracalla in una serata speciale di teatro con “L'autodifesa di Caino”. Lo spettacolo seguiva il successo di “Conversazione su Tiresia” da lui scritto e interpretato al Teatro Greco di Siracusa nel 2018 e divenuto un film diretto da Roberto Andò e Stefano Vicario.

 

Data ultima modifica 17 luglio 2019 ore 18:22

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"