Milano, in mostra i film e le sculture cinetiche di Rosa Barba. FOTO

Dal 5 maggio all'8 ottobre, all'Hangar Bicocca, va in scena "From source to poem to rhythm to reader", esposizione dedicata ai lavori dell'artista siciliana. LA FOTOGALLERY
  • ©Fotogramma
    Curata da Roberta Tenconi, la mostra "From source to poem to rhythm to reader" ospita quattordici opere realizzate dall'artista Rosa Barba dal 2009 a oggi. L'esposizione, allestita nello spazio dello Shed di Pirelli HangarBicocca, raccoglie film in 35 e 16mm, sculture cinetiche e interventi site specific - La mostra
  • ©Fotogramma
    Realizzata nell'ex fabbrica milanese trasformata in museo d'arte contemporanea, la mostra "dialoga" con lo spazio circostante creando una contrapposizione tra l'anima industriale dell'Hangar Bicocca e le opere esposte al suo interno - "La Terra inquieta", storie di migrazioni in mostra a Milano
  • ©Fotogramma
    Cinque i film presentati per l'occasione, tutti inediti in Italia: "The empirical effect" (2009), "Enigmatic whisper" (2017), "From source to poem" (2016), "A home for unique individual" (2013) e "Subconscious society, a feature" (2014) - Le mostre d'arte a Milano raccontate nella lingua dei segni
  • ©Fotogramma
    I film creati da Rosa Barba si muovono tra il documentario sperimentale e la narrazione e sono tutti realizzati con pellicole a 35 e 16 mm - Da Picasso a Kandinsky: le mostre del 2017
  • ©Fotogramma
    Due i temi principali nella sua opera: il paesaggio naturale e umano da un lato ed il tempo, mai ritratto in maniera lineare, dall'altro - "Istanti di luoghi", la mostra di Ferdinando Scianna a Milano
  • ©Fotogramma
    Oltre alla produzione di film, Rosa Barba è nota anche per le sue sculture cinetiche e le installazioni site specific, ovvero interventi pensati e concepiti per uno specifico spazio espositivo - Mea culpa, a Milano la mostra dedicata a Santiago Sierra
  • ©Fotogramma
    Rosa Barba (nella foto), nata ad Agrigento nel 1972, vive e lavora a Berlino. Ha studiato all'Academy of Media Arts di Colonia e alla Rijksakademie van Beeldende Kunsten di Amsterdam. Nel corso della sua carriera ha vinto numerosi premi e partecipato a diverse mostre e rassegne internazionali - Milano celebra i 500 anni dalla morte di Leonardo con Andy Warhol
  • ©Fotogramma
    L'intera esposizione, curata da Roberta Tenconi (nella foto), è stata concepita come una coreografia. Molti proiettori trovano infatti spazio su elementi che fanno parte dell'architettura del sito - come il tetto o le colonne della struttura - mentre le luci si riflettono sulle diverse superfici (schermi, lastre, pareti e finestre) - Cento anni di scultura in mostra a Milano