Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Street Fighter V, il celebre picchiaduro gratis per alcuni giorni

I titoli di Sky Tg24 delle ore 8 del 31/7

3' di lettura

Dall’1 all 11 agosto il celebre picchiaduro targato Capcom sarà disponibile per una versione di prova totalmente gratuita per Pc e Ps4. Si potrà giocatore con tutti i nuovi lottatori della terza stagione 

Una piacevole notizia per gli appassionati di titoli che riguardano il genere picchiaduro e per quelli, di vecchia data, che hanno conosciuto sin dagli albori la celebre serie legata a ‘Street Fighter’. Attraverso un post su Twitter Capcom, azienda sviluppatrice di ‘Street Fighter V’ con sede in Giappone, ha infatti annunciato che il quinto capitolo della saga sarà gratuito dall’1 all’11 agosto per tutti i possessori di un account Steam (Pc) o PlayStation 4. A partire da giovedì 1 agosto quindi, si potrà scaricare senza costi aggiuntivi il titolo e accedere sia ai contenuti della versione base sia a quelli della season 3, che comprende l’aggiunta dei nuovi lottatori del roster previsti nel corso della terza stagione, ovvero Sakura, Blanka, Falke, Cody, G e Sagat.

Progressi salvabili all’acquisto definitivo

Durante il periodo di prova, i giocatori che otterranno progressi all’interno del gioco, potranno averli confermati nel caso di acquisto definitivo del gioco, con la possibilità di completare le varie attività previste e ottenere i Fight Money necessari all'acquisto di qualche personaggio extra.

La storia del celebre picchiaduro

Saranno dunque 22 in tutti i lottatori (i 16 classici più i 6 della terza stagione) utilizzabili all’interno della versione prova gratuita, per un titolo che attualmente, nell'edizione standard può essere acquistata al prezzo di 9,99 euro, mentre nella arcade edition ad un prezzo pari a 19,99 euro. Per chi non conoscesse la storia di uno dei titoli picchiaduro più famosi di sempre, basti sapere che il primo Street Fighter uscì nel lontano 1987. All’epoca il gioco era collegato con un sistema di controllo dotato di joystick e due grossi bottoni: premendone uno, si determinava la potenza con la quale sferrare un pugno o un calcio. La particolarità era che ogni colpo sferrato da uno dei lottatori disponeva di tre diverse varianti di forza. La foga di moltissimi giocatori che da subito apprezzarono il gioco, portò a premere i bottoni con troppa forza danneggiando così il sistema di controllo e costringendo gli sviluppatori a modificare lo stesso, utilizzandone uno la configurazione a 6 pulsanti che divenne lo standard per tutti i giochi della serie. Celebri le mosse speciali hadoken, shouryuken e tatsumaki senpu kyaku. Nel gioco dell’epoca solo Ryu e Ken Masters erano personaggi giocabili, mentre dieci erano gli avversari da battere. Tra questi anche Sagat, uno dei tanti personaggi che a distanza di 32 anni è ancora disponibile nel roster del gioco.  

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"