TikTok, sull’app ci sono quasi 700 milioni di utenti attivi al mese

Tecnologia

È quanto emerge dai dati contenuti nei documenti che ByteDance ha depositato in tribunale per citare in giudizio l’amministrazione Trump

I documenti che ByteDance ha depositato in tribunale per citare in giudizio l’amministrazione Trump svelano alcune informazioni finora ignote su TikTok. In particolare, i dati diffusi consentono di farsi un’idea precisa sulle variazioni del bacino di utenza dell’applicazione avvenute negli ultimi due anni. Come riportato dalla Cnbc, nel corso del 2018 il social media è riuscito a quintuplicare il numero degli utenti attivi, che è passato dai 55 milioni di gennaio (di cui 11 milioni negli Usa) ai 271 milioni di dicembre. La crescita del bacino di utenza è continuata fino a sfiorare i 690 milioni di utenti attivi al mese nel luglio 2020, di cui 100 milioni solo negli Stati Uniti. Complessivamente, TikTok è stata scaricata 2 miliardi di volte. Si tratta di un vero e proprio record, eguagliato solo dai social media più vecchi e popolari.

Perché TikTok ha fatto causa al governo Usa?

approfondimento

Usa, TikTok fa causa all’amministrazione Trump

TikTok ha fatto causa all’amministrazione Trump perché ritiene che l’ordine esecutivo che vieta l’uso dell’app negli Stati Uniti da settembre violi il processo di protezione del Quinto Emendamento. “Non siamo una minaccia per la sicurezza nazionale”, ha spiegato l’azienda nell’azione legale. “Fare causa è l’unico mezzo che abbiamo per proteggere i nostri diritti, quelli della nostra community e dei nostri dipendenti”, ha aggiunto il colosso sul proprio blog. “Vietando TikTok senza alcun preavviso e senza la possibilità di essere sentiti, il decreto firmato da Donald Trump viola il processo di protezione del Quinto Emendamento”, ha sottolineato TikTok. La società aveva già difeso il proprio operato in un’intervista al New York Times rilasciata poco prima di presentare l’azione legale. “Anche se siamo in forte disaccordo con le preoccupazioni dell’amministrazione Trump, per quasi un anno abbiamo cercato di impegnarci per fornire una soluzione costruttiva”, aveva spiegato al quotidiano Josh Gartner, un portavoce di TikTok. “Invece abbiamo incontrato una carenza di giusto processo mentre l’amministrazione non ha prestato alcuna attenzione ai fatti e ha tentato di inserirsi in negoziati tra imprese private”, aveva aggiunto.

Tecnologia: I più letti