Google presenta Keen, il nuovo social network rivale di Pinterest

Tecnologia

Dopo Google + Big G ci prova con Keen, un social netowrk che come Pinterest, permette di coltivare online i propri interessi. E punta tutto sull’intelligenza artificiale 

“Connect your favorite things” è il motto che campeggia sulla home page di Keen, il nuovo social lanciato da Google. È il caso di dire che non c’è tre senza quattro per gli sviluppatori di Mountain View: dopo il fallimento di Google + (e quelli di Wave e Jaiku) l’Area 121- l’incubatrice dei progetti sperimentali - ha lanciato una nuova piattaforma. A primo impatto, le orme seguite sembrerebbero simili a quelle di Pinterest. Per il momento è disponibile su pc e smartphone android. L’app, però, non è stata ancora tradotta in italiano.

Segui i tuoi interessi

approfondimento

Google Chrome occuperà meno memoria su Windows 10

Keen - il nome del nuovo social network di Google – è anche la parola chiave per comprendere la piattaforma. Significa “appassionato” e indica la mission del progetto: aggregare community in base agli interessi. “Su Keen sei tu a decidere con cosa occupare il tuo tempo” spiega il cofondatore Cj Adams in un post su Medium. “Realizzi un 'keen', che può riguardare qualsiasi argomento: fare il pane in casa, osservare gli uccelli o cercare un font. Keen ti permette di occuparti dei contenuti che ami, condividere le tue collezioni con gli altri e trovare nuovi spunti in base a ciò che hai salvato”. Attraverso Google Search si possono cercare e aggiungere contenuti da varie fonti, che poi vengono mostrati nella sezione “Explore”. Gli utenti possono decidere di salvarli tra le “Gems” o di condividerli se considerati utili per gli altri, così come conferma anche il portale di settore "The Verge". 

Le affinità con Pinterest

Chi ha già avuto esperienza con Pinterest, sa che i due social condividono una serie di caratteristiche. La principale è che anche gli iscritti di Pinterest – oltre 360 milioni – hanno la possibilità di creare una bacheca in cui catalogare immagini, foto e grafiche (i pin) che è possibile cercare sul web in base a categorie predefinite, salvarli e condividerli. Con Keen, Google spera di differenziarsi dalla concorrenza puntando sul proprio expertise nell’ambito del machine learning. Per svilupparlo, svela ancora Adams, “abbiamo lavorato in stretta collaborazione con un team di Google chiamato People and AI Research (PAIR), dedicato ai sistemi di apprendimento automatico incentrati sull'uomo”. Una ricerca accurata che non porti l’utente fuori strada e che non provochi perdite di tempo è il punto di forza di Keen, l’ultima scommessa di Google nel campo dei social network.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24